Agosto 11, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Come prima azienda statale del paese: il gigante del gas ucraino annuncia il default

Come prima azienda statale del paese
Il gigante del gas ucraino annuncia il default

Naftogaz ha recentemente dovuto ottenere l’approvazione del governo ucraino per ogni transazione. Il Consiglio dei Ministri sta ora decidendo che la società statale non può rimborsare più eurobond. Il primo ministro Shmihal afferma che lo stato sta mettendo in comune tutte le risorse “per soddisfare i bisogni prioritari”.

La compagnia statale ucraina del gas Naftogaz ha annunciato di non aver servito diversi eurobond. Naftogaz ha affermato in una dichiarazione che il gruppo non aveva ottenuto il permesso dal Consiglio dei ministri di ripagare il debito. Tuttavia, ci sono fondi sufficienti nei conti della società. Nello specifico si tratta del rimborso degli Eurobond (e dei relativi interessi) in scadenza quest’anno e del pagamento degli interessi degli Eurobond con scadenza 2024.

Di conseguenza, i pagamenti superiori a tre cifre di un milione di euro sono falliti. Il Financial Times ha riportato due settimane fa che Naftogaz aveva chiesto ai possessori di obbligazioni del valore di 1,4 miliardi di euro di differire i pagamenti.

Giovedì scorso, il governo ucraino ha obbligato i dirigenti del Naftogaz “a causa del lavoro insoddisfacente” a ottenere l’approvazione del gabinetto per tutte le operazioni. Naftogaz è una delle più grandi società ucraine impegnate nell’estrazione, lavorazione e trasporto di gas naturale e petrolio.

Il disavanzo di bilancio dell’Ucraina sta crescendo drammaticamente

Questa è la prima inadempienza di una società statale ucraina dall’attacco russo cinque mesi fa. Con il gruppo di costruzione di strade Ukrawtodor e l’operatore di rete elettrica Ukrenerho, altre due società statali hanno chiesto una dilazione del pagamento di due anni ciascuna.

“Lo stato sta ora consolidando tutte le risorse esistenti sui bisogni prioritari”, ha scritto il primo ministro Denis Schmihal su Telegram. Questi finanziano i militari, si preparano per la stagione del riscaldamento, pagano le pensioni e ricostruiscono infrastrutture critiche. Schmihal ha stimato che l’importo dovuto pari a 1,5 miliardi di euro è buono.

Come l’agenzia di stampa tedesca ha appreso dai dipartimenti del governo ucraino, per l’anno in corso è previsto un disavanzo di bilancio di circa 30-34 miliardi di euro. Nell’ufficio del presidente è stato recentemente menzionato l’equivalente di circa 49 miliardi di euro. Prima dello scoppio della guerra, Kiev prevedeva una spesa pubblica totale pari a soli 37 miliardi di euro.

READ  Ue e Azerbaigian firmano un accordo sul gas