Notizie dall’Ucraina: ++ Il presidente del Consiglio UE Michel sostiene l’adesione dell’Ucraina all’Unione europea entro il 2030 ++

Date:

Share post:

Edoardo Borroni
Edoardo Borroni
"Fanatico di alcol esasperantemente umile. Praticante di birra impenitente. Analista."

Nastro dal vivo La guerra di aggressione della Russia

Il presidente del Consiglio UE Michel sostiene l’adesione dell’Ucraina all’Unione europea entro il 2030

Kharkiv sta costruendo la prima scuola sotterranea in Ucraina

La prima scuola sotterranea del paese sarà costruita a Kharkiv, nell’Ucraina orientale, per proteggere gli studenti dagli attacchi russi. I bambini “dovrebbero continuare le lezioni in sicurezza faccia a faccia anche in caso di attacchi missilistici”, ha scritto su Telegram il sindaco di Kharkiv Terekhov.

“L’Ucraina può diventare parte dell’UE nel 2030 se entrambe le parti faranno i propri compiti”, afferma il presidente del Consiglio UE Charles Michel. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden si è impegnato a continuare a sostenere l’Ucraina nei colloqui con gli alleati. Maggiori informazioni nel live.

HIl presidente del Consiglio europeo Charles Michel si è espresso a favore dell’adesione dell’Ucraina all’UE entro il 2030, a condizione che Kiev soddisfi determinati criteri. Michel ha detto allo Spiegel (martedì) che “l’Ucraina potrebbe appartenere all’Unione europea nel 2030 se entrambe le parti faranno i loro compiti”. Tra le altre cose, l’UE ha chiesto di accelerare i “processi decisionali”. Riconoscendo rapidamente l’Ucraina, l’UE “dimostrerà anche di essere capace di un’azione geopolitica”, ha continuato Michel.

Tuttavia, il presidente del Consiglio UE ha affermato che non ci sarà alcun avversario politico per nessuno dei candidati all’adesione all’UE. “L’Ucraina e gli altri paesi candidati devono attuare riforme, combattere la corruzione e soddisfare i requisiti legali”, ha aggiunto Michel. Tuttavia, l’UE ora non deve “perdere altro tempo”, con la crescente influenza di Russia e Cina nei Balcani occidentali, ad esempio. Oltre all’Ucraina, sono candidati all’adesione all’UE anche la Turchia, i sei paesi dei Balcani occidentali e la Repubblica Moldova.

I capi di Stato e di governo dell’Unione europea discuteranno venerdì a Granada, in Spagna, l’avvio dei negoziati di adesione entro la fine dell’anno, su richiesta dell’Ucraina. La Commissione europea intende formulare una raccomandazione al più tardi all’inizio di novembre. La decisione dovrebbe poi essere presa al vertice di Bruxelles di metà dicembre. La decisione richiede il consenso di tutti i 27 paesi dell’Unione Europea.

Qui troverai contenuti di terze parti

Per visualizzare i contenuti incorporati è necessario ottenere il consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati richiedono questo consenso in quanto fornitori di servizi terzi. [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore su “On”, accetti questo (revocabile in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti, ai sensi dell’articolo 49, paragrafo 1, lettera a) del GDPR. Puoi trovare ulteriori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in ogni momento utilizzando il tasto privacy a fondo pagina.

Tutti gli sviluppi nella diretta streaming:

11:00 – Altre dodici navi sono pronte a dirigersi verso i porti ucraini

Secondo la Marina ucraina, altre dodici navi mercantili sono pronte a utilizzare la rotta marittima del Mar Nero ed entrare nei porti ucraini. Inoltre, dieci navi mercantili potranno lasciare nuovamente l’Ucraina, ha affermato il portavoce della Marina Dmytro Pinchuk. Ad agosto, l’Ucraina ha annunciato il cosiddetto corridoio umanitario nel Mar Nero, attraverso il quale le navi mercantili bloccate dall’inizio della guerra nel febbraio 2022 lasceranno i porti ucraini. Diverse navi erano ormai entrate nei porti e ripartite trasportando grano e altri prodotti agricoli o minerale di ferro. Esiste un blocco virtuale perché la Russia ha sospeso a luglio l’accordo che garantiva il passaggio sicuro delle navi mercantili che trasportavano grano ucraino. Questo blocco deve essere aggirato attraverso il passaggio.

10:40 – Politici del Partito Democratico Libero per una più rapida integrazione nel mercato del lavoro degli ucraini

I politici del FDP si sono espressi a favore di una più rapida integrazione degli ucraini nel mercato del lavoro tedesco. Johannes Vogel, primo direttore generale del gruppo parlamentare PLR, e il deputato del gruppo parlamentare Konstantin Kohli hanno presentato un piano in 6 punti, che mercoledì è stato messo a disposizione dell’agenzia di stampa tedesca DPA. Secondo lei, mentre continua la guerra aggressiva della Russia contro l’Ucraina, diventa sempre più chiaro che alcune persone provenienti dall’Ucraina rimarranno in Germania a lungo termine.

Occorre intensificare gli sforzi per integrare più rapidamente un maggior numero di ucraini nel mercato del lavoro tedesco. “Avere il proprio lavoro riduce il peso del sistema di ammissione dei rifugiati: è la migliore forma di integrazione”.

08:24 – Londra: la difesa antiaerea russa abbatte il suo aereo da caccia

Secondo le stime britanniche, le difese antiaeree russe hanno erroneamente abbattuto uno dei loro aerei da combattimento vicino alla città occupata di Tokmak, nel sud dell’Ucraina. Il Ministero della Difesa britannico ha affermato che questo è il quinto aereo Su-35S scomparso, l’aereo da caccia russo più avanzato e ampiamente utilizzato. In totale, la Russia ha perso circa 90 aerei dall’inizio della guerra aggressiva contro l’Ucraina.

Leggi anche

8:12 – Situazione attuale in Ucraina

DWO_AP_Ucraina_041023

La situazione attuale in Ucraina

Fonte: Infografica Welt

07:00 – Russia: 31 droni ucraini abbattuti

La Russia afferma di aver abbattuto durante la notte 31 droni ucraini sul suo territorio. Il ministero della Difesa di Mosca ha affermato che i droni sono stati abbattuti nelle regioni di Belgorod, Bryansk e Kursk al confine con l’Ucraina. Il Ministero non ha fornito alcuna informazione sulle vittime o sui potenziali danni. Inoltre, il governatore della città di Bryansk, Alexander Bogomas, ha accusato l’esercito ucraino di aver bombardato diversi villaggi nella regione meridionale della Russia con munizioni a grappolo. Attraverso il servizio di messaggi brevi “Telegram” ha aggiunto che negli attacchi non ci sono state vittime, ma che diverse case sono state danneggiate. Il governo di Kiev inizialmente non ha commentato la questione.

4:42 – Biden si impegna a continuare gli aiuti all’Ucraina nel caos al Congresso

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden si è impegnato a continuare a sostenere l’Ucraina nei suoi colloqui con gli alleati. Lo sfondo è il recente accordo sul bilancio transitorio del Congresso americano senza fornire nuovi aiuti finanziari a Kiev. Martedì, la Casa Bianca ha invitato i capi di Stato e di governo e altri rappresentanti dei partner chiave a una teleconferenza con Biden per discutere come andare avanti nella guerra in Ucraina.

Per evitare un imminente blocco amministrativo negli Stati Uniti, lo scorso fine settimana fino a metà novembre il Congresso ha approvato un bilancio di emergenza, che però manca dei miliardi di dollari in aiuti all’Ucraina richiesti da Biden. Il presidente ha firmato il disegno di legge esortando il Congresso a non lasciare che si esaurisca il sostegno al paese attaccato dalla Russia.

Nella fazione repubblicana alla Camera dei Rappresentanti cresce la resistenza, soprattutto nell’ala di estrema destra, alle elevate spese americane a Kiev. Martedì, il rappresentante di questi estremisti, Matt Gates, ha preso l’iniziativa di estromettere il leader repubblicano alla Camera dei Rappresentanti, Kevin McCarthy.

Puoi ascoltare i nostri podcast WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati è necessario ottenere il consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati richiedono questo consenso in quanto fornitori di servizi terzi. [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore su “On”, accetti questo (revocabile in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti, ai sensi dell’articolo 49, paragrafo 1, lettera a) del GDPR. Puoi trovare ulteriori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in ogni momento utilizzando il tasto privacy a fondo pagina.

“Kick-off” è il podcast delle notizie quotidiane di WELT. L’argomento più importante viene analizzato dalla redazione del WELT e le date di oggi. Iscriviti al podcast su, tra gli altri posti Spotify, Podcast di Apple, Amazon Musica, Podcast di Google Oppure direttamente tramite RSS Feed.

Related articles

Napoli: due morti e 13 feriti dopo il crollo di un balcone a Scampia

Un tragico incidente ha scosso il quartiere di Scampia a Napoli: è crollata la galleria di collegamento, provocando...

Shiloh Jolie, la figlia di Angelina Jolie, vuole eliminare il nome di suo padre Brad Pitt

Cosa accadrà dopo: Shiloh Jolie-Pitt vuole abbandonare il cognome di suo padre Brad Pitt e il mondo intero...

Rughe con l’avanzare dell’età e come accelerano il processo

Prima o poi a tutti verranno le rughe. Molti cercano di combatterlo con uno stile di vita...