Modelli di ruolo maschili: eccitazione più che osservazione della mascolinità

Date:

Share post:

Saveria Marino
Saveria Marino
"Analista incredibilmente umile. Esperto di pancetta. Orgoglioso specialista in cibo. Lettore certificato. Scrittore appassionato. Difensore di zombi. Risolutore di problemi incurabile."


Cercatore di verità

A partire dal: 13/06/2023 18:07

Un sondaggio sull’immagine che i giovani hanno degli uomini ha suscitato molta eccitazione durante il fine settimana. Di conseguenza, uno su tre pensa che sia giusto usare la violenza contro le donne. Tuttavia, ci sono molte critiche alla metodologia del sondaggio.

Modelli di ruolo misogini, rifiuto degli omosessuali e accettazione della violenza domestica: per molti giovani in Germania, questo sembra far parte della loro immagine di mascolinità – almeno così pensano Risultati dell’indagine “Conflitti di mascolinità” condotta dall’ONG Plan International Aree vicine. Molti media ne hanno parlato, incl Le notizie del GIORNO E tagesschau.de. Ma un sondaggio online consente tali conclusioni?

Probabilmente no, afferma Katharina Schuller, membro del consiglio dell’Associazione tedesca di statistica. “Trovo sorprendente che così tanti media abbiano riportato acriticamente questo sondaggio senza chiedere prima”, dice. “In realtà spero di ottenere un livello più elevato di competenza nella gestione dei dati negli uffici editoriali.” Secondo Schuller, ci sono alcune critiche che sminuiscono la validità del sondaggio.

Quote “basate su statistiche ufficiali”

Per il sondaggio, è stato chiesto a 1.000 uomini e 1.000 donne di età compresa tra i 18 e i 35 anni di esprimere le loro opinioni su dieci aspetti della mascolinità utilizzando un questionario online. Secondo il ricercatore di mercato Eckhard Preece, che ha progettato il sondaggio per Plan, sia le donne che gli uomini hanno ricevuto un questionario diverso. Gli uomini omosessuali hanno ricevuto un questionario modificato in cui la parola partner è stata sostituita dalla parola partner. Secondo Preis, c’erano un totale di 44 affermazioni che agli intervistati è stato chiesto di valutare su una scala a quattro stadi (fortemente in disaccordo, tendenzialmente in disaccordo, tendenzialmente d’accordo, fortemente d’accordo).

Questo è stato poi riassunto nella seconda fase del sondaggio con approvazione o rifiuto, senza differenze individuali. “Per noi, l’unica cosa che contava era l’approvazione, non il grado di approvazione”, afferma Bryce.

Il rapporto di piano rileva inoltre che “sulla base delle statistiche ufficiali, sono state stabilite le specifiche delle quote” al fine di “garantire la rappresentatività del campione”. “Abbiamo creato tre gruppi di età e li abbiamo combinati con l’istruzione inferiore e quella superiore”, afferma Price. “Quindi abbiamo fondamentalmente sei gruppi.” C’è stata anche una sessione regionale per incontrare partecipanti provenienti da diverse regioni. A tal fine, la Germania è stata divisa in quattro regioni.

“Semplicemente sbagliato dal punto di vista statistico.”

Il laureato in statistica Schuller si lamenta soprattutto della mancanza di informazioni su come reclutare il campione dell’indagine. “La specifica della razione è molto miope”, afferma Schuller. Nel caso dei sondaggi online, è molto probabile una distorsione dei dati di base dovuta ai panel. Il pannello definisce il gruppo di persone utilizzate nei sondaggi.

In queste bacheche online spesso ci sono più persone che hanno bisogno di comunicare o sono curiose e hanno anche una certa affinità per la tecnologia. Lo sottolineano gli stessi autori del sondaggio. “Queste non sono necessariamente cose che correggi, ad esempio ponderando l’istruzione scolastica, l’età o la regione”, afferma Schuller. “Questo è semplicemente sbagliato da un punto di vista statistico.”

Il reclutamento dei partecipanti promuove l’omogeneità

Secondo Schuller, il bias (tedesco: distorsione) presente nell’intero pannello doveva essere pre-controllato per fare stime di quanto questa distorsione influisca sui dati. Inoltre, gli intervistati non solo vengono pagati dall’istituto di ricerche di mercato per la partecipazione, ma anche per il reclutamento di nuovi partecipanti. “Questo promuove l’omogeneità piuttosto che l’eterogeneità in questa tavolozza”, afferma Schuller.

Secondo il ricercatore di mercato Price, la sfida è sempre quella di prevenire tutte le possibili distorsioni, perché: “In generale, alcune persone hanno maggiori probabilità di partecipare ai sondaggi rispetto ad altre”. Tuttavia, questo vale per qualsiasi tipo di sondaggio, online o, diciamo, per telefono. “Nelle ricerche di mercato ci si affida a persone preparate in qualche modo a fornire informazioni”.

Schuler ha anche criticato il fatto che le scelte di risposta siano state riassunte nella partitura, metodologicamente non del tutto pulita. Esistono altri strumenti nella ricerca sociale per affrontare le tendenze, ad esempio, che qualcuno non scelga mai di essere d’accordo o di non essere assolutamente in disaccordo su una scala. Invece di riassumere le scelte di risposta, ha più senso identificare ed escludere quelle con tendenze di risposta.

La maggior parte non ha menzionato alcun modello di ruolo

Secondo Price, la questione di un modello di ruolo era aperta. Il rapporto Plan afferma che gli uomini intervistati più spesso nominano il calciatore Cristiano Ronaldo, l’uomo d’affari Elon Musk e l’ex artista marziale e influencer Andrew Tate come modelli di spicco. “Quest’ultimo è noto per i suoi video misogini e violenti su TikTok”, afferma il rapporto.

Tuttavia, sottolinea Price, la maggior parte ha risposto di non avere un modello. Solo il 23 percento ha mai considerato un modello, la maggior parte dei quali dal padre. Data l’ampia varianza dei segnali, quelli per Tate o Musk sono nella fascia bassa a due cifre, con 947 questionari compilati validi da uomini.

Schuler vorrebbe più trasparenza

Secondo gli autori, 104 persone hanno erroneamente compilato i questionari. Anche qui Schuller vorrebbe più trasparenza sulla possibile causa. “Mi chiedo se il questionario sia stato precedentemente convalidato.” Interessante, inoltre, è anche il numero di partecipanti che non hanno nemmeno risposto al questionario, detti non-responder. Questo tasso potrebbe, a sua volta, indicare un campione selettivo, ad esempio perché un gruppo di rispondenti tende a dare risposte diverse da quelle che potrebbero dare i non rispondenti.

“Il cosiddetto bias di mancata risposta è un problema critico che non dovrebbe essere trascurato”, afferma Schuller. “E lo studio pulito documenterà tutto questo.” Il prezzo non può determinare il numero di non-responder. “Questa è una questione del collaboratore, che è responsabile del reclutamento delle persone per noi. Ovviamente, alla fine invita più persone di quelle che partecipano. Ma non posso dire quale sia la relazione”.

Al fine di pre-testare il questionario, viene anche elaborato internamente da persone imparziali, afferma Price. “In questo modo rintracciamo potenziali problemi di comprensione e possiamo migliorare ulteriormente i testi del sondaggio.” Price dice anche che ci sono differenze nelle pubblicazioni scientifiche. “Quello che facciamo è mirato al pubblico in generale, non al pubblico di nicchia. Abbiamo anche scadenze più brevi e non possiamo fare affidamento su alcun denaro per la ricerca del governo”.

Seguendo gli standard del settore e le linee guida delle associazioni di settore, nonché misure come la citazione del campione per garantire la rappresentanza, lui ei suoi colleghi saranno anche in grado di rilasciare dichiarazioni affidabili, afferma Press.

Gli uomini tendono ad adottare modelli conservatori.

Dal punto di vista di Nicole Boglin dell’Istituto di criminologia dell’Università di Colonia, molti dei risultati del sondaggio del piano non sono sorprendenti. “Quello che vedi negli studi è che ancora oggi il sesso biologico è un fattore importante nel modo in cui consideriamo i ruoli di genere”. Gli uomini tendono ad agire più in conformità con il loro ruolo e cercano di servire l’immagine tradizionale degli uomini. “Sembra che gli uomini tendano di più al modello conservatore e le donne a un modello egualitario”.

È in questo contesto che i ricercatori parlano di mascolinità dominante, dice Boglin. “Questo è un ideale culturale che irradia il dominio maschile, una divisione gerarchica complementare del lavoro e, in ultima analisi, anche l’eterogeneità del sesso dominante. Quindi una chiara spinta verso il fatto che deve essere molto tradizionale, proprio come è sempre stato”.

La violenza del partner intimo è un problema maschile

Un’immagine di mascolinità dominante può rendere gli atti di violenza più attraenti per gli uomini che per le donne. “Nelle statistiche in campo chiaro, vediamo molto chiaramente che le donne sono molto più colpite dalla violenza da parte del partner rispetto agli uomini”, afferma Boglin. “E vediamo che quando le donne sono vittime di violenza, spesso è da parte del partner o dell’ex partner”. Secondo il Statistiche sulla criminalità della polizia Nel 2021 in Germania ci sono stati circa 140.000 casi di violenza da parte del partner. L’80% delle vittime erano donne e circa il 79% degli autori erano uomini.

Secondo Boglin, fattori come l’istruzione o l’ascendenza non giocano un ruolo decisivo nei delinquenti maschi. “C’è violenza nelle collaborazioni in tutti i segmenti della popolazione”.

Inoltre, non sorprende che molti giovani siano omofobi, afferma Boglin. In Studio dell’Agenzia federale antidiscriminazione Il 44,3% degli intervistati di sesso maschile ha dichiarato di trovare un po’ scomodo sentirsi a disagio quando due uomini mostrano affetto in pubblico. Nel sondaggio Plan, era del 48%. Complessivamente, secondo lo studio dell’Anti-Discrimination Agency, gli uomini avevano il doppio delle probabilità di concordare con le dichiarazioni anti-queer rispetto alle donne.

Ministero della Famiglia Vuole ruoli di genere Rompere il

Secondo una portavoce del ministero federale della famiglia, alcuni dei risultati del sondaggio del piano contraddicono anche i risultati di altri sondaggi. In Uno studio sulle “prospettive degli uomini” Ad esempio, solo il 23 per cento degli intervistati era a favore di un partenariato parzialmente tradizionale e solo il sette per cento era a favore di un partenariato tradizionale fisso – in Blanc la percentuale era circa la metà.

Tuttavia, i modelli tradizionali di mascolinità saranno ancora la maggioranza. Pertanto, rompere i ruoli di genere, proteggere dalla violenza e promuovere la cura degli uomini e dei padri sono importanti obiettivi politici.

Related articles

Sono stati segnalati più casi di Oropouche: la clinica fornisce i dettagli

Pagina inizialeil mondostava in piedi: 20 luglio 2024, 6:20Da: Vittoria CrumbeckPremeredivisoIn Italia sono stati segnalati nuovi casi di...

La figlia di Valya è dovuta andare in ospedale!

Samira Yavuz è preoccupata: sua figlia Valya è dovuta andare in ospedale!bromflashSamira W Serkan Sono diventati genitori per...

Il campione olimpico Harting si lamenta di “un’ideologia orientata alle minoranze”

L’atletica tedesca è in crisi. Il campione olimpico Robert Harting ha una visione chiara delle ragioni e...