Maggio 16, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’attuale guerra in Ucraina: Selenskyj avverte i russi – “Questa è una morte garantita per molti giovani”

unSecondo il capo dello Stato Volodymyr Zelensky, più di 3.000 persone sono state portate in salvo dalla città ucraina assediata di Mariupol. “Oggi c’erano corridoi umanitari in tre aree: DonetskE il Luhansk E il ZaporižiaHa detto Selinsky in un video discorso pubblicato sabato sera. “Siamo stati in grado di salvare 6.266 persone, di cui 3.071 Mariupol. “

Non ha specificato se i residenti di Mariupol sono stati portati direttamente fuori città circondati dall’esercito russo o se prima sono fuggiti da Mariupol da soli e poi sono stati portati in salvo.

Zelensky ha anche avvertito i cittadini del sud controllato dalla Russia di non accettare posizioni nel regime di occupazione. Si riferiva a tali persone come Gauleiters, come nel caso dei nazionalsocialisti.

Soldati ucraini vicino a Kiev

Fonte: AP / Rodrigo Abd

Carro armato e equipaggiamento russi abbandonati vicino a Kiev

Carro armato e equipaggiamento russi abbandonati vicino a Kiev

Fonte: AP / Rodrigo Abd

“Il mio messaggio per loro è semplice: la responsabilità di collaborare è inevitabile”, ha detto Zelensky a Kiev. Secondo fonti ucraine, la Russia sta cercando di creare amministrazioni filo-Mosca nei territori occupati.

Qui troverai i contenuti di Facebook

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché tale consenso è richiesto dai fornitori di contenuti incorporati in quanto fornitori di terze parti [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore a levetta su ON, accetti questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali ad altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con la Sezione 49(1)(a) del GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite il toggle e tramite Privacy in fondo alla pagina.

In russo, Selinsky si è rivolto ai genitori dei giovani in Russia che sono stati arruolati per il servizio militare lì il 1 aprile. Disse: “Proteggi i tuoi figli!” I genitori dovrebbero fare di tutto per proteggere i propri figli dai militari. Il pericolo è grande nel mandarli in guerra in Ucraina. “Questo ha garantito la morte a moltissimi giovanissimi”.

Leggi anche

Da comico a presidente a combattente: Volodymyr Zelensky

Decine di autobus che trasportano sfollati interni arrivano da Mariupol a Zaporizhia

Decine di autobus che trasportano civili dal porto ucraino assediato Mariupol Altri sfollati sulla nave sono arrivati ​​a Zaporizhia, a 220 chilometri di distanza, venerdì sera. Sugli autobus c’erano molti residenti di Mariupol che arrivarono nella città occupata dall’esercito russo Berdiansk I fuggitivi e i funzionari hanno detto all’AFP che il convoglio li aveva catturati.

Qui è dove troverai contenuti di terze parti

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché tale consenso è richiesto dai fornitori di contenuti incorporati in quanto fornitori di terze parti [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore a levetta su ON, accetti questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali ad altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con la Sezione 49(1)(a) del GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite il toggle e tramite Privacy in fondo alla pagina.

“Ho solo bisogno di piangere. Ho appena rivisto mia nipote”, ha detto una donna di nome Olga, che stava aspettando i suoi parenti presso il centro di registrazione dei rifugiati a Zaporizhia. “Le parole non possono descrivere quanto sono felice di vederla al sicuro”. la famiglia della madre di sua nipote è ancora a Mariupol “E non sappiamo se sono ancora vivi”.

I residenti lasciano Bucha, una città vicino a Kiev

I residenti lasciano Bucha, una città vicino a Kiev

Fonte: Reuters

Una ragazza fuggita dal distretto di Mariupol a Zaporizhia, in Ucraina

Una ragazza fuggita dal distretto di Mariupol a Zaporizhia, in Ucraina

Fonte: dpa/Felipe Dana

Le persone in fuga da Mariupol e dalle città vicine arrivano a Zaporizhia

Le persone in fuga da Mariupol e dalle città vicine arrivano a Zaporizhia

Fonte: dpa/Felipe Dana

Il vice primo ministro Irina Vereshuk ha dichiarato in un videoclip sul messaggero di Telegram che 42 autobus sono in viaggio per trasportare i civili da Mariupol verso la salvezza. Un corrispondente dell’AFP a Zaporizhia ha visto lì circa 30 autobus.

Vereshchuk ha promesso a molti altri civili intrappolati a Mariupol che avrebbe continuato a fare tutto ciò che era in suo potere per salvarli. “Sappiamo quanto vuoi sopravvivere”, ha detto il vice primo ministro. “Cercheremo ogni giorno di avere successo in modo che tu abbia la possibilità di uscire dalla città e, soprattutto, vivere una vita pacifica”.

Leggi anche

Il cancelliere Olaf Schultz (SPD, a sinistra) e il presidente russo Vladimir Putin

Il CICR avrebbe dovuto trasportare i civili da Mariupol a Zaporizhia venerdì. Tuttavia, in serata il CICR ha definito “impossibile” effettuare la prevista evacuazione. La squadra del CICR composta da nove dipendenti e tre auto non ha raggiunto Mariupol. Sabato verrà effettuato un nuovo tentativo.

“Non riusciamo più a trovare aggettivi per descrivere l’orrore vissuto dalla gente di Mariupol”, ha detto Ewan Watson, portavoce del Comitato Internazionale della Croce Rossa. “La situazione è terribile e sta peggiorando”.

Aeronautica ucraina: abbiamo ancora la superiorità aerea

Nonostante i pesanti attacchi russi, l’aviazione ucraina continua a vedere i cieli sopra l’Ucraina con le proprie mani, secondo il loro comandante. “Il nemico non ha controllato e non controlla i cieli dell’Ucraina”, ha detto il tenente generale Mykola Olichuk. Lo stato maggiore di Kiev ha pubblicato i commenti su Facebook venerdì sera.

DWO_AP_Ucraina_Krieg_Gebiete_3103

Fonte: Mondo Infografico

Dopo l’attacco del 24 febbraio, la Russia ha tentato di eliminare l’aviazione ucraina. Questo non ha avuto successo. Nel frattempo, l’aviazione russa attacca gli aerei meno spesso, ma viene bombardata da missili a distanza. Olichok ha chiesto agli alleati dell’Ucraina armi più moderne, inclusi aerei da combattimento e sistemi missilistici antiaerei a medio e lungo raggio. Le armi possono anche essere di design straniero.

Leggi anche

Il politico verde Ralph Fox, 70 anni

Non è stato possibile verificare in modo indipendente le dichiarazioni della squadra sulla forza rimanente dell’aeronautica ucraina. Le sue forze hanno subito perdite. Ma Olchuk ha rilasciato la dichiarazione il giorno in cui due elicotteri ucraini hanno dato fuoco a un deposito di carburante nella città russa di Belgorod.

Bombardamento delle città nel sud del Paese

Fonti ucraine hanno riferito che sabato notte le forze russe hanno lanciato missili contro diverse grandi città nel sud del Paese. nella città Dnipro Si sono sentite due o tre forti esplosioni, secondo il portale “Okrajinska Pravda”, citando l’amministrazione regionale.

perimetro cittadino Kryvyi Rih con lanciarazzi. Il capo dell’amministrazione militare locale, Alexander Welkul, ha affermato che una stazione di servizio ha preso fuoco. Secondo lui, le forze russe hanno usato lanciarazzi Grad (Hagel).

Impressioni di Dnipro

I missili russi continuano a colpire Dnipro nell’Ucraina orientale. Il giornalista di WELT Alfred Hackensberger e il fotografo Ricardo Garcia Vilanova hanno registrato le loro impressioni nel video.

Fonte: WELT / Ricardo Garcia Vilanova

Come tutti i rapporti dalle zone di combattimento, non è stato possibile verificare autonomamente le informazioni. Failcol ha detto che il distretto di Kryvyi Rih e il distretto amministrativo Dnepropetrovsk In generale, saldamente nelle mani dell’esercito ucraino. Venerdì sera c’era anche la città costiera Odessa Un missile è stato lanciato verso il Mar Nero.

L’Ucraina nega l’attacco al deposito di carburante russo

Il segretario del Consiglio di sicurezza nazionale ucraino ha negato che il suo Paese fosse responsabile di un attacco a un deposito di carburante in Russia. “Per qualche motivo dicono che l’abbiamo fatto, ma in realtà non corrisponde alla realtà”, ha detto venerdì in televisione Oleksiy Danilov.

Leggi anche

Klaus Wittmann è uno storico, pubblicista e decano in pensione.  D. La Bundeswehr

Embargo sul gas alla Russia

Il governatore della regione di confine russa di Belgorod, Vyacheslav Gladkov, ha accusato le forze ucraine di aver lanciato un attacco sul territorio russo tramite il canale di notizie Telegram, venerdì mattina. Un deposito petrolifero della compagnia energetica russa Rosneft, a 35 km dal confine, è stato dato alle fiamme. Due persone sono rimaste ferite. I media russi hanno citato una dichiarazione della compagnia petrolifera statale Rosneft secondo cui nessuno è rimasto ferito.

“L’incendio nel deposito di petrolio è stato causato da un attacco aereo di due elicotteri delle forze armate ucraine, che sono entrati nel territorio russo a bassa quota”, ha scritto Gladkov. Non è stato possibile verificare le sue dichiarazioni o le foto del presunto attentato che circolano sui social. Se le dichiarazioni russe fossero confermate, sarebbe il primo attacco noto in cui elicotteri o aerei ucraini sono entrati nello spazio aereo russo.

DWO_AP_Ucraina_Flucht_bn_310322_1

Fonte: infografica WELT / Isabell Bischoff

Secondo il Cremlino, i rapporti non sono favorevoli a tenere colloqui con l’Ucraina. Alla domanda se l’incidente segnalato potesse essere considerato un’escalation del conflitto, il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha detto ai giornalisti: “Certamente, questo non è qualcosa che può essere considerato una condizione confortevole per la continuazione dei colloqui”.

Peskov ha detto che il presidente Vladimir Putin aveva denunciato l’attentato. Le autorità russe adotteranno misure per garantire forniture ininterrotte di carburante nella regione. I colloqui tra Russia e Ucraina sono proseguiti venerdì tramite collegamento video.

Il sindaco dell’Ucraina orientale avrebbe disertato ai separatisti

Intanto il sindaco della città ucraina orientale rubino ne Hanno disertato, secondo i separatisti filo-russi nella regione di Luhansk. L’agenzia di stampa separatista Lug-Info ha riferito venerdì sera che il sindaco Serhiy Khurtiev ha invitato le forze ucraine a deporre le armi.

In un video, Khurtyev ha ribadito la tesi di Mosca secondo cui l’Ucraina stava commettendo un genocidio contro la sua popolazione di lingua russa. Non è chiaro in quali circostanze sia stato girato il video. Robijn è l’ottava città più grande della regione di Luhansk e prima della guerra aveva una popolazione di circa 60.000 abitanti. La città non era ancora nelle mani dei separatisti. I politici di Kiev hanno minacciato Khurtiev di rappresaglie.

Puoi ascoltare il podcast WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché tale consenso è richiesto dai fornitori di contenuti incorporati in quanto fornitori di terze parti [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore a levetta su ON, accetti questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali ad altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con la Sezione 49(1)(a) del GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite il toggle e tramite Privacy in fondo alla pagina.

“Kick-off Politics” è il podcast di notizie quotidiane di WELT. L’argomento più caldo analizzato dai redattori di WELT e le date di oggi. Iscriviti al podcast su spotifyE il Podcast di AppleE il musica amazzonica O direttamente tramite feed RSS.

READ  Meysburger: Özdemir avverte dell'inflazione: non criceto! - Politica