La Germania stabilisce partenariati con i paesi dell’Asia centrale

Date:

Share post:

Edoardo Borroni
Edoardo Borroni
"Fanatico di alcol esasperantemente umile. Praticante di birra impenitente. Analista."

Al: 29 settembre 2023 alle 20:35

Per la Germania, paesi come il Kazakistan e l’Uzbekistan sono da tempo all’ombra delle grandi potenze Russia e Cina. Ma alla luce della guerra contro l’Ucraina, la situazione sta cambiando. Berlino ha stretto una partnership con cinque paesi.

Sullo sfondo della guerra aggressiva della Russia contro l’Ucraina, la Germania vuole approfondire la sua partnership con le cinque ex repubbliche sovietiche dell’Asia centrale. Il cancelliere Olaf Scholz e il ministro degli Esteri Annalina Baerbock si sono incontrati per la prima volta a Berlino in occasione di un vertice con i capi di Stato di Kazakistan, Kirghizistan, Tagikistan, Turkmenistan e Uzbekistan.

Il partenariato strategico dovrebbe concentrarsi sull’economia, l’energia, il clima, l’ambiente, la cooperazione regionale e lo scambio diretto da cittadino a cittadino. A tal fine dovrebbero essere organizzate consultazioni periodiche.

Sicurezza energetica E l’alternativa Vie di rifornimento

In una dichiarazione congiunta, i capi di Stato hanno sottolineato il loro “obiettivo di rafforzare la sicurezza energetica e stabilire vie di approvvigionamento energetico alternative”. Ciò ha lo scopo, ad esempio, di evitare la forte dipendenza della Russia dalle forniture di gas e petrolio. Dopo l’incontro, il Cancelliere Schulz ed i presidenti di Kazakistan, Kirghizistan, Tagikistan e Uzbekistan, nonché il presidente dell’Assemblea popolare del Turkmenistan, hanno concordato di migliorare i trasporti e le vie di transito in generale.

I governi dell’Asia centrale hanno accolto con favore le iniziative dell’Unione europea su acqua, energia e cambiamento climatico e la strategia Global Gateway dell’UE. Questi sono progettati come alternativa all’Iniziativa cinese sulla Via della Seta e mirano a collegare i paesi più strettamente all’Europa. Schulz ha assicurato ai cinque governi che la Germania vuole sostenere queste iniziative con contributi dello Stato e dell’Unione Europea.

Depositi di materie prime Interessante per la Germania

I cinque paesi dell’Asia centrale hanno una popolazione totale di circa 80 milioni di abitanti, leggermente inferiore alla popolazione della Germania. Tuttavia, la sua superficie è undici volte più grande della Germania e corrisponde all’incirca alle dimensioni dell’intera Unione Europea con i suoi 27 Stati membri. Per molto tempo, dal punto di vista tedesco, la regione è stata all’ombra delle due principali potenze, Cina e Russia, su cui si concentrava l’attenzione dell’economia tedesca.

Particolarmente interessanti per la Germania sono i depositi di materie prime nei paesi dell’Asia centrale. Il Kazakistan, in quanto paese con l’economia più forte della regione, fornisce già petrolio alla raffineria Schwedt nel Brandeburgo e compensa la carenza di forniture russe. Il Kazakistan possiede anche uranio, minerale di ferro, zinco, rame e oro ed è considerato un potenziale partner per la produzione di idrogeno ottenuto da energie rinnovabili.

Alcuni paesi che finora sono stati in gran parte sotto l’influenza russa sono criticati per gravi violazioni dei diritti umani. Il Turkmenistan, ad esempio, è considerato una dittatura isolata, simile alla Corea del Nord. La “cooperazione nella promozione del rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali” è ora inclusa nella Dichiarazione congiunta, così come l’importanza dello stato di diritto e di un sistema giudiziario indipendente.

Le critiche arrivano da Mosca

La Russia non è stata menzionata nella dichiarazione congiunta di sei pagine. Ma afferma la “sovranità e l’integrità territoriale” di tutti gli Stati e “il divieto della minaccia o dell’uso della forza” come principi della Carta delle Nazioni Unite – un riferimento alla guerra aggressiva della Russia in Ucraina.

L’offensiva del Cancelliere in Asia centrale non sta andando bene a Mosca. Il Ministero degli Esteri russo ha criticato il fatto che nella conversazione tra Shultz e Tokayev si sia parlato delle sanzioni imposte dall’Occidente a Mosca. La Russia fa affidamento sulla sua capacità di continuare la sua efficace cooperazione economica e le relazioni di buon vicinato con il Kazakistan senza “interferenze negative” dall’esterno.

Schulz ha parlato di un incontro speciale che si basa su 30 anni di relazioni diplomatiche con i cinque paesi. “Abbiamo concordato di incontrarci di nuovo in questo formato”, ha scritto la cancelliera sulla piattaforma online X.

A margine del vertice è stata firmata una dichiarazione d’intenti per un accordo sulla migrazione con il Kirghizistan, che mira a facilitare l’assunzione di lavoratori qualificati e il ritorno in Kirghizistan di persone che non hanno diritto di soggiorno dalla Germania. Una dichiarazione di intenti simile esiste già con l’Uzbekistan.

Related articles

Lava dell’Etna – chiuso l’aeroporto di Catania

Berlino. L'Etna torna a eruttare in Sicilia paralizzando l'aeroporto di Catania: voli cancellati o...

Taylor Swift gioca ad Amburgo: gli Swifties festeggiano sul campo | NDR.de – Cultura – Musica

Al: 23 luglio 2024 alle 16:12 Oggi e domani Taylor Swift eseguirà il suo concerto “Eras Tour” davanti a...