Dicembre 9, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La “catastrofe biblica” colpisce Creta: le inondazioni improvvise mietono vite

  1. Pagina iniziale
  2. Globalismo

creatura: aggiornato:

a: Massimiliano KittenbachE il Andrea KnoblochE il Maddalena Fuerthauer

Invece di Creta, gli aerei per le vacanze dovevano atterrare ad Atene. Un brutto temporale ha reso impossibile l’atterraggio in avvicinamento. Le tempeste a Creta causano il caos e mietono due vite.

Aggiornamento dal 18 ottobre alle 6:46: Dopo una forte tempesta durante le vacanze di Creta, l’oscurità scende sul villaggio costiero di Agia Pelagia. Le luci della città non funzionano di notte, afferma il portale di notizie greco primario. Residenti e turisti escono in strada solo con lampade elettriche perché è molto buio.

Tempesta a Creta: Dopo il disastro, Agia Pelagia è nell’oscurità

cretapost Ha pubblicato un video di questa triste situazione. Anche senza luce, puoi vedere tonnellate di fango che ricoprono le strade. Questo fango è sporco e scivoloso, in combinazione con la completa oscurità, gli abitanti dovrebbero aver paura di rompersi braccia e gambe, criticando cretapost. I bancomat della zona saranno comunque accesi.

Aggiornamento dal 17 ottobre alle 16:15: Anche la giornalista dell’ARD Renee Kinderman è stata rapita con la sua famiglia Sorpreso dalla folla alluvionale in viaggio per le vacanze. Il tuo aereo ha dovuto essere dirottato e il giornalista sportivo ha successivamente documentato l’entità del disastro in un video di Instagram.

Inondazioni improvvise dopo le tempeste in Grecia: un ‘disastro biblico’ a Creta

Aggiornamento dal 17 ottobre, ore 9:03“È stata la peggiore tempesta degli ultimi 100 anni”, ha detto al portale di notizie il governatore regionale di Creta, Stavros Arnautakis. primario. Forti tempeste autunnali sono scoppiate in Grecia sull’isola di Creta durante il fine settimana. Le inondazioni improvvise hanno causato ingenti danni. Un uomo, 50 anni, e madre di due, 49, è morto in un’alluvione nella città costiera di Agia Pelagia, vicino a Heraklion. Secondo quanto riportato dai media, lunedì si terranno i funerali dei due morti.

Quotidiano greco Katimerini Ha scritto di una “catastrofe biblica”. Il sindaco della cittadina costiera di Sitia ha detto a Sky Tv che la situazione era “fuori controllo”. Ha descritto tali tempeste nella regione come “straordinarie”.

Il professore di geologia Efthymios Lekkas spiega che le inondazioni improvvise dopo forti piogge hanno semplicemente spazzato via tutto. preliminare. Sopra Agia Pelagia, l’acqua scorreva molto rapidamente a causa del terreno scosceso. Ci sono anche rocce qui che possono essere facilmente erose. Il progetto di protezione dalle inondazioni poteva assorbire fino a 40 metri cubi al secondo e il volume effettivo era di 150 metri cubi al secondo.

READ  Gran Bretagna: si dimette il segretario alla Brexit Frost

Il sismologo e geofisico Gerasimos Papadopoulos ha affermato che il clima estremo e l’ambiente artificiale hanno avuto un ruolo nel disastro. Le inondazioni sono autocostruite perché non sono state costruite correttamente. “Se blocchiamo i corsi d’acqua che sono scarichi naturali delle inondazioni, quei corsi d’acqua in tempi di inondazione si trasformano in torrenti distruttivi e mortali”.

Gli scienziati incolpano il cambiamento climatico causato dall’uomo per l’aumento degli eventi meteorologici estremi. Questi includono inondazioni, ondate di calore e siccità.

Tempesta in Grecia: inondazioni improvvise devastano l’isola di Creta. Due persone sono morte. © Stefanos Rapanis / Eurokinissi / imago

Aggiornamento dal 16 ottobre alle 13:30: Le forti piogge a Creta hanno ucciso almeno due persone. Un uomo (50) e una donna (49) sono tragicamente annegati dopo che la loro auto è stata spazzata via da inondazioni improvvise (vedi anche aggiornamento del 16 ottobre alle 9:43). Una madre di due figli della zona stava pulendo le case, riporta il portale di notizie greco primario. A causa della pioggia, i due volevano tornare a Heraklion.

Una squadra di ricerca della Guardia Costiera ha scoperto il corpo scomparso domenica mattina. I servizi di emergenza sono stati in grado di soccorrerli in condizioni difficili. Il marito di sua moglie, 49 anni, ha visto il corpo senza vita della moglie galleggiare in mare e, secondo i media, si è gettato in acqua per salvarla.

L’entità del danno dopo la tempesta a Creta non è inizialmente chiara. In breve tempo, sabato i fiumi si sono trasformati in una massiccia inondazione. Particolarmente colpita fu la città costiera di Agia Pelagia.

Tempesta a Creta: inondazioni improvvise uccidono almeno due persone e provocano caos negli aeroporti

Il caos regnava all’aeroporto di Heraklion. I passaggi erano sott’acqua. Le operazioni di volo hanno dovuto essere temporaneamente sospese. Almeno 20 voli charter hanno dovuto essere dirottati. I passeggeri hanno descritto la situazione come “caos” e “confusione assoluta”. Le istantanee della folla possono essere viste sui social media. Nel frattempo, i vigili del fuoco hanno cercato di mettere in salvo le persone. Quattro persone sono state trovate intrappolate in due auto nella città orientale di Sithiya. Otto turisti e una guardia hanno dovuto aspettare in un museo a Sitia, ma i vigili del fuoco sono stati successivamente salvati, secondo l’AFP.

Sono in corso le operazioni all’aeroporto di Creta. “Le porte dell’inferno si sono aperte oggi”, ha detto uno dei vacanzieri alla nostra redazione. Mercur.de. Persone affollate davanti all’imbarco nell’edificio, come si può vedere nella foto. Quasi nessuno dei passeggeri indossa una mascherina chirurgica o una mascherina FFP2.

READ  La situazione nella regione del Mar Nero: Putin: non c'è interesse per l'escalation
Caos aeroportuale: i viaggiatori provenienti dall'aeroporto di Heraklion dicono dopo la tempesta a Creta
Caos aeroportuale: “Lì sta succedendo l’inferno”, dicono i viaggiatori dall’aeroporto di Heraklion dopo una tempesta a Creta. © S

Devastazione dopo forti tempeste a Creta: trovata morta in mare una donna scomparsa (49).

Aggiornamento dal 16 ottobre alle 9:43: Una violenta tempesta sull’isola di Creta ha fatto un’altra vittima. Come il quotidiano greco Katimerini Il corpo di una donna scomparsa (49) è stato ritrovato nel Golfo di Agia Pelagia. I sommozzatori e la Guardia Costiera avevano precedentemente cercato la donna con i droni. Secondo testimoni oculari, la donna è stata travolta dalla furiosa folla d’acqua e trascinata verso il mare quando ha cercato di scendere dall’auto.

Finora, due persone sono morte nella tempesta: un 50enne e un 49enne. I due erano nella stessa macchina.

I danni causati dalla tempesta sono devastanti, soprattutto nel villaggio costiero di Agia Peligia, a circa 25 chilometri a nord-ovest di Heraklion, la capitale di Creta. Le forti piogge hanno causato inondazioni improvvise sulla più grande isola greca. L’aeroporto internazionale di Heraklion è temporaneamente chiuso. Gli atterraggi e le piste sono stati completamente sommersi dall’acqua. Migliaia di passeggeri sono bloccati in aeroporto. Da allora le operazioni di volo sono riprese. Secondo il sito web dell’aeroporto, il decollo avviene senza indugio.

Il sindaco di Sitia ha detto a Sky TV che la situazione nel frattempo era “fuori controllo”. Ha descritto tali tempeste nella regione come “straordinarie”.

Aggiornamento dal 15 ottobre alle 22:35: fastidioso allerta meteoIl sistema di allerta temporale dell’Agenzia meteorologica europea, la tempesta continuerà a Creta fino alle 23:00 circa e l’isola greca sarà accompagnata da vento e pioggia fino a domani. Almeno sembrava esserci del relax all’orizzonte. Secondo il portale, la piena forza della tempesta è ancora prevista su Karpathos, Rodi, Kos e tutte le isole circostanti. Dovrebbe avere un temporale fino alle 17:00 di domenica. Resta da vedere se la tempesta causerà danni simili a quelli di Creta.

La tempesta continua: l’isola greca di Rodi sembra essere in pericolo

Aggiornamento dal 15 ottobre alle 20:35: All’aeroporto di Creta sembra che le operazioni possano ancora iniziare così Rete editoriale della Germania menzionato. Non è ancora chiaro quando la situazione migliorerà. Tuttavia, la tempesta in Grecia si sta spostando a est da Creta e si dirige verso l’isola di Rodi, tra le altre cose. Il Dipartimento per la protezione dei cittadini ha già inviato un SMS di avviso ai residenti.

Un video pubblicato su Instagram da un vacanziere tedesco a Creta mostra anche diverse auto alla deriva nel mare in tempesta. Scrive: “Risplendi di sole e sii felice!” La situazione è ancora tesa.

READ  La radiodiffusione è diffusa: un meteorologo scopre un touch screen in diretta tv

Forti tempeste in Grecia: i vacanzieri dovrebbero andare ad Atene invece che a Creta

Primo rapporto dal 15 ottobre: Atene / Monaco – difficile Tempesta a Creta Diversi aerei per le vacanze sono stati costretti ad effettuare un “atterraggio di emergenza” nella capitale greca di Atene sabato. Tra i viaggiatori c’è uno dei nostri editori. Era sul volo Lufthansa del 1758 da Monaco a Creta.

I passeggeri inizialmente sono rimasti a bordo all’aeroporto di Atene, che è stato rifornito di carburante e poi fatto la fila per ripartire. Forse il volo Lufthansa è stato uno dei tanti. Gli aeroporti di Creta, Heraklion e Chania hanno continuato a essere chiusi. “Dovrebbero essere ore, non minuti”, ha dichiarato il pilota della Lufthansa dopo essere atterrato all’undicesima ora.

Una forte tempesta colpisce l’isola greca delle vacanze: centinaia di vacanzieri sono bloccati ad Atene

Verso le 12.45 il pilota ha fissato l’orario di partenza: “Probabilmente riusciremo a decollare tra quattro ore e cercheremo di migliorare la vostra situazione fino ad allora”. Aveva preso in considerazione l’idea di far entrare i passeggeri nella stazione, ma l’esperienza ha dimostrato che spesso ciò era spontaneo rapidamente. “Anche viaggiare senza ospiti in aereo è difficile”. Ma poco dopo, i passeggeri di Monaco hanno potuto lasciare la compagnia aerea e trascorrere il tempo di attesa nel terminal.

Il clima di Creta fa vittime: situazione ‘fuori controllo’ – 50enne muore a causa delle inondazioni

Nel frattempo, video e foto mostrano quanto possano essere pericolose le tempeste a Creta Quotidiano “Kathimerini”.Pubblicato: Un uomo è morto in una grave inondazione e altri due erano inizialmente dispersi sabato. Il sindaco di Sitia ha detto a Sky Tv che la situazione era “fuori controllo”. Ha descritto tali tempeste nella regione come “straordinarie”. E il 112 ha avvertito in un tweet di “fenomeni meteorologici pericolosi nelle prossime 24 ore”.

Secondo i vigili del fuoco, un uomo di 50 anni vicino alla città di Heraklion, nel nord dell’isola, è stato sorpreso dalla sua auto sotto una forte pioggia e non è riuscito a salvarsi. Secondo le autorità, almeno altre nove persone sono temporaneamente bloccate nelle loro auto. Otto turisti e una guardia di sicurezza hanno dovuto aspettare in un museo.

I media locali hanno anche riportato ingenti danni ai villaggi costieri, con strade che diventano fiumi in piena. Un rappresentante regionale ha chiesto agli isolani di restare a casa, se possibile.

Quanto i turisti tedeschi potranno godersi Creta nei prossimi giorni e settimane non è certo (ank, mke, afp)