Dicembre 10, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Guerra in Ucraina: il miliardario russo denuncia il “massacro”.

Stato: 20/04/2020 02:57

L’oligarca russo Tinkov ha fortemente criticato i “massacri” del suo Paese in Ucraina. Il team dirigenziale del Cremlino è “idiota”: ora deve mostrare loro un modo per salvare la faccia.

Il miliardario russo Oleg Tinkov ha accusato l’esercito russo di aver commesso “massacri” in Ucraina. In un messaggio su Instagram, Tinkow ha chiesto la fine della “pazza guerra” contro il paese vicino.

Il fondatore dell’emigrante Tinkoff Bank ha scritto che “il 90 percento dei russi è contrario a questa guerra”. Solo una minoranza ha sostenuto la guerra. Ma il dieci per cento di ogni paese sono idioti”.

Tinkov è uno degli oligarchi russi che hanno subito le sanzioni occidentali a causa della guerra aggressiva contro l’Ucraina.

Appello all’Occidente

Nel suo post su Instagram, ha criticato aspramente l’esercito russo e il circolo dirigente attorno al presidente del Cremlino Vladimir Putin. Tinkov ha scritto che i generali russi ora si sono resi conto “di avere un cattivo esercito”. “E quanto è bravo l’esercito quando l’intero resto del paese è così lacerato e contaminato dal nepotismo, dall’evasione e dalla sottomissione”.

E lui stesso non vede “un solo beneficiario di questa folle guerra” che porta solo alla “morte di innocenti e soldati”. In inglese, Tinkov si è rivolto all’Occidente: “Per favore, mostra a Putin una chiara via d’uscita che salverà la faccia e fermerà questo massacro. Per favore, sii più ragionevole e benevolo”.

Secondo Tinkov, l’élite russa non è soddisfatta dell’impatto delle sanzioni occidentali su Mosca. I funzionari del Cremlino sono “scioccati” dal fatto che loro ei loro figli non potranno più trascorrere le vacanze estive nel Mediterraneo. “Gli uomini d’affari stanno cercando di salvare ciò che resta delle loro proprietà”, ha scritto Tenko.

READ  Annullate le celebrazioni del Navy Day: la Russia si lamenta dell'attacco dei droni alla Crimea - L'Ucraina nega - Politica

Nessun commento da Tinkoff Bank

Tinkow Bank ha detto che non avrebbe commentato “l’opinione di Tinkow”. Il fondatore dell’azienda non è più un dipendente della banca e non si trova in Russia da molto tempo. Inoltre, negli ultimi anni ha dovuto affrontare “problemi di salute”.

Le autorità russe stanno intraprendendo un’azione massiccia contro i critici dell’invasione dell’Ucraina. Dichiarazioni che il governo classifica come “notizie false” sui militari possono portare fino a 15 anni di carcere.