Zelenskyj chiede alla Germania di ottenere un seggio permanente nel Consiglio di sicurezza dell’ONU

Date:

Share post:

Edoardo Borroni
Edoardo Borroni
"Fanatico di alcol esasperantemente umile. Praticante di birra impenitente. Analista."
al di fuori Discorso a New York

Zelenskyj chiede alla Germania di ottenere un seggio permanente nel Consiglio di sicurezza dell’ONU

“La Germania è diventata uno dei paesi più importanti garanti della pace e della sicurezza”.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj si è espresso a favore di un seggio permanente per la Germania nel Consiglio di sicurezza dell’ONU. La Russia dovrebbe invece essere privata del potere di veto, ha chiesto Zelenskyj nel suo discorso alle Nazioni Unite a New York.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj si è lamentato dell’impotenza delle Nazioni Unite. Ha accusato la Russia di ostacolare il lavoro dell’organismo davanti al Consiglio di sicurezza dell’ONU. La Germania dovrebbe ottenere un seggio permanente nel Consiglio come “garante della pace”.

DottIl presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj ha chiesto che il Consiglio di sicurezza dell’ONU venga ampliato per includere più membri permanenti, tra cui la Germania. “La Germania è diventata uno dei più importanti garanti globali di pace e sicurezza”, ha detto mercoledì Zelenskyj al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. “Questo è un dato di fatto. È anche un fatto che la Germania merita un posto tra i membri permanenti del Consiglio di Sicurezza e che l’America Latina dovrebbe essere permanentemente rappresentata lì, così come i paesi del Pacifico.

L’Unione Africana deve avere il suo posto anche nell’organismo più importante delle Nazioni Unite. Anche l’Asia merita una presenza più forte. “Non possiamo considerare normale la situazione se paesi come il Giappone, l’India o il mondo islamico rimangono esclusi dall’adesione permanente a questo organismo”. È ingiusto che miliardi di persone non siano rappresentate lì.

Volodymyr Zelenskyj, presidente dell’Ucraina, partecipa a una riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite sull’Ucraina

Fonte: Agenzia di stampa tedesca/Michael Kapler

Nel suo discorso Zelenskyj si è lamentato anche dell’impotenza delle Nazioni Unite. Ha detto che hanno risposto ai problemi con la “retorica” piuttosto che con “soluzioni reali”. “L’umanità non ripone più le sue speranze nelle Nazioni Unite per difendere i confini sovrani delle nazioni”.

Leggi anche

Il cancelliere Olaf Scholz visita New York con il portavoce del governo Stephen Hebstreit, la sua responsabile dell'ufficio Janet Schwamberger e altri membri della delegazione.

Il presidente ucraino ha ritenuto la Russia responsabile del blocco imposto al Consiglio di Sicurezza, che è responsabile del mantenimento della pace e della risoluzione dei conflitti. “È il potere di veto nelle mani dell’aggressore che ha portato le Nazioni Unite in un vicolo cieco”. Il Consiglio di Sicurezza comprende attualmente 15 dei 193 stati membri delle Nazioni Unite. Cinque potenze nucleari sono sempre esistite e hanno il diritto di veto su tutte le decisioni: USA, Cina, Russia, Gran Bretagna e Francia. Alcuni degli altri 188 Stati membri ruotano i restanti 10 seggi ogni due anni.

La Germania presenta domanda per un seggio ogni otto anni, la prossima volta nel 2027/2028. Il governo federale afferma inoltre che, se il numero dei seggi permanenti verrà ampliato, diventerà la maggiore potenza economica d’Europa.

Da anni il comitato è ritenuto incapace di funzionare

Per anni la commissione è stata considerata in gran parte incapace di funzionare a causa dei blocchi reciproci da parte di Stati Uniti, Cina e Russia su questioni chiave. Per decenni si è discusso della riforma fondamentale del Consiglio di Sicurezza senza alcun progresso.

Anche il cancelliere Olaf Scholz (SPD), che ha seguito il discorso di Zelenskyj al Consiglio di Sicurezza, nel suo discorso all’Assemblea generale dell’ONU martedì sera ha chiesto una riforma dell’ONU, ma questa volta non ha fatto una forte campagna per un seggio permanente per la Germania. Chiaramente, l’Africa, l’Asia e l’America Latina meritano un peso maggiore nel Comitato. “Con questa premessa, è possibile negoziare un testo che includa diverse opzioni. Nessun paese dovrebbe ostacolare negoziati così aperti con le massime richieste. Non lo facciamo neanche noi.”

Leggi anche

Nel suo discorso, Zelenskyj ha anche chiesto la creazione di un sistema delle Nazioni Unite in grado di rispondere tempestivamente agli attacchi alla sovranità di altri paesi. “È tempo che i paesi del mondo concordino su questo meccanismo di risposta alle aggressioni per proteggere gli altri, che è ciò che tutti vogliono per la propria sicurezza”, ha detto Zelenskyj.

L’invasione russa dell’Ucraina ha dimostrato i benefici che un simile meccanismo potrebbe portare e gli effetti che forti sanzioni potrebbero avere contro l’aggressore – nella fase di costruzione dell’esercito d’invasione. “Chiunque voglia iniziare una guerra deve, prima di commettere un errore fatale, vedere esattamente cosa rischia di perdere se inizia.” La questione dell’applicazione di tali sanzioni preventive dovrebbe essere automaticamente sottoposta all’esame del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. L’ucraino ha detto che se un membro dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha segnalato una minaccia di aggressione.

All’inizio Lavrov rimase lontano dall’incontro

Un’ora dopo l’inizio del discorso, il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov è entrato nella stanza e ha iniziato una lunga tesi storica difficile da seguire. Lavrov ha accusato l’Occidente di essere responsabile dei crescenti rischi globali. Dopo la caduta dell’Unione Sovietica, gli Stati Uniti e i loro partner politici sono intervenuti in Ucraina e hanno imposto una politica filo-occidentale a Kiev.

Puoi ascoltare i nostri podcast WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati è necessario ottenere il consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati richiedono questo consenso in quanto fornitori di servizi terzi. [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore su “On”, accetti questo (revocabile in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti, ai sensi dell’articolo 49, paragrafo 1, lettera a) del GDPR. Puoi trovare ulteriori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in ogni momento utilizzando il tasto privacy a fondo pagina.

Related articles

Adolescente (25) ucciso durante un rituale sciamanico in Italia – Gli investigatori rilasciano dettagli sulla causa della morte

tzil mondostava in piedi: 14 luglio 2024, 6:18Da: Robin DittrichPremeredivisoLa morte di un barista di 25 anni ha...

Il piano del semaforo non influisce solo sul tipo di motore del veicolo elettrico

Home pageun lavorostava in piedi: 14 luglio 2024, 4:52da: Patrick FreewahInsisteDivideIl governo federale non intende solo promuovere i...