Luglio 3, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Successo per i cittadini: il tribunale cileno interrompe il controverso progetto al litio

Il successo dei cittadini
Il tribunale del Cile interrompe il contestato progetto al litio

I laghi salati nel deserto cileno di Atamacama costituiscono un’ottima base per l’estrazione del litio. Dopo che il governo aveva inizialmente promesso a due grandi società di finanziare un progetto del valore di milioni, il piano è stato ora sventato dalla Corte d’Appello.

Una corte d’appello cilena ha bloccato una controversa offerta del governo per un progetto di estrazione di litio multimilionario. Un tribunale della città settentrionale di Copiapo ha sospeso venerdì (ora locale) l’ultimo contratto di una società cinese e cilena. L’offerta ha suscitato polemiche perché è arrivata appena due mesi prima della fine del mandato del presidente conservatore Sebastian Pinera.

La corte ha accolto una causa intentata dal governatore di Copiapo Miguel Vargas e da un gruppo di comunità indigene che abitano una salina nel deserto di Atacama. Sebbene il bando del governo non specifichi la posizione esatta dell’estrazione del litio, il minerale si trova solitamente in aree ricche di sale.

80.000 tonnellate di litio in 20 anni

La controllata cinese BYD Chile SpA e la società cilena Servicios y Operaciones Mineras del Norte SA due giorni fa si sono aggiudicate un contratto per la produzione di 80.000 tonnellate di litio ciascuna in un periodo di 20 anni, ha annunciato mercoledì il Ministero delle risorse naturali. Tuttavia, la squadra del presidente di sinistra recentemente eletto Gabriel Borek ha chiesto al governo di ritardare le offerte per consentire al nuovo governo di discutere i termini dei contratti.

Borek entrerà in carica a marzo. Secondo il Ministero delle Miniere, l’obiettivo della gara era di ripristinare la supremazia del Cile nel mercato mondiale del litio. Fino al 2016, il paese era il più grande produttore mondiale con una quota di mercato del 37% e oggi è secondo solo all’Australia con il 32%.

READ  Colleghi in lutto - Migliaia di proteste della polizia a New York - Notizie all'estero