Agosto 11, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Sospetto di “spionaggio”: l’Iran trattiene un cittadino svedese

sospetto di “spionaggio”
L’Iran arresta un cittadino svedese

Il rapporto tra Teheran e Stoccolma è teso da tempo: una sentenza del tribunale svedese ha sconvolto l’Iran. Ora l’umore è peggiorato di nuovo. L’arresto di un cittadino svedese sospettato di “spionaggio” in Iran.

Secondo il governo di Teheran, un cittadino svedese è stato arrestato in Iran con l’accusa di “spionaggio”. Il ministero ha dichiarato sul suo sito web che il ministero dell’intelligence del Paese aveva “identificato e arrestato l’uomo”. Le relazioni tra Teheran e Stoccolma sono tese da molto tempo.

Il ministero degli Esteri svedese ha detto all’Afp che si trattava di un “caso già noto” che il ministero stava lavorando per risolvere. A maggio, il Dipartimento di Stato ha annunciato l’arresto di uno svedese di 30 anni in Iran.

Le tese relazioni svedese-iraniane si sono deteriorate per mesi a metà luglio dopo una sentenza del tribunale svedese. A Stoccolma, Hamid Nouri, l’ex capo di una prigione iraniana, è stato condannato all’ergastolo per il suo ruolo nelle esecuzioni di massa di esponenti dell’opposizione.

L’Iran ha descritto la sentenza come “motivata politicamente” e ha chiesto il rilascio di Nouri. Pochi giorni dopo, il diplomatico iraniano ha annunciato di aver richiamato il suo ambasciatore in Svezia per “consultazioni”.

In Iran, l’accademico svedese-iraniano Ahmadrisa Jalali è stato imprigionato. È stato condannato a morte per spionaggio nel 2017 e attualmente è in attesa di esecuzione. Amnesty International per i diritti umani aveva accusato Teheran di averlo usato come “ostaggio” per costringerla a uno scambio di opinioni con Nouri.

READ  L'ex primo ministro giapponese Shinzo Abe muore dopo un tentativo di omicidio: i dettagli del presunto carnefice