Morbo di Crohn e associati: studio ‘eccellente’ focalizzato su nuovo target terapeutico

Date:

Share post:

Saveria Marino
Saveria Marino
"Analista incredibilmente umile. Esperto di pancetta. Orgoglioso specialista in cibo. Lettore certificato. Scrittore appassionato. Difensore di zombi. Risolutore di problemi incurabile."

salute

Morbo di Crohn e co: ecco perché i pazienti dovrebbero evitare lo stress

Consigli per una dieta antinfiammatoria

Consigli per una dieta antinfiammatoria

L’infiammazione cronica è in aumento. Uno dei motivi: la dieta moderna composta da prodotti pronti, farina bianca, zucchero e carne. Tuttavia, con la giusta dieta, l’infiammazione può essere ridotta!

Mostra descrizione

Più di 300.000 persone soffrono del morbo di Crohn o della colite ulcerosa. I ricercatori spiegano perché dovrebbero evitare lo stress a tutti i costi

Berlino. I medici lo hanno sentito molte volte: la vita dei pazienti ne risente Malattie infiammatorie croniche intestinali (IBD) Sono squilibrati, soffrono soprattutto dopo la morte di un membro della famiglia, ad esempio, per problemi coniugali o per bullismo sul lavoro. Quindi l’infiammazione di solito peggiora.

“Lo stress gioca un ruolo importante in questo”, afferma il Dott. Michael Schumann, docente specializzato e gastroenterologo presso Caritas di Berlino. I collegamenti esatti sono rimasti finora un mistero per medici e pazienti.

Ora uno studio condotto negli Stati Uniti d’America fa luce per la prima volta su questo argomento. “Ecco un percorso chiaro che porta a molte curve Corridoio di segnale “Questo spiega questo fenomeno”, dice Schumann, che non è stato coinvolto nello studio.

In Germania più di 320.000 persone soffrono di malattie infiammatorie croniche intestinali e il numero è in aumento. I due tipi più comuni sono la colite ulcerosa e il morbo di Crohn. “Partiamo dal presupposto che il nostro stile di vita moderno sia altamente elaborato drogheria Ne sono responsabili ad esempio lo stress o l’uso frequente di antibiotici durante l’infanzia. “Si tratta di un’interazione complessa con molti fattori coinvolti”, afferma Elena Sonnenberg, primario della Clinica di Gastroenterologia della Charite Berlin.



Colite ulcerosa e morbo di Crohn: la progressione recidivante è tipica

I sintomi tipici della malattia infiammatoria intestinale (IBD) comprendono crampi addominali, diarrea che dura per settimane, perdita di peso o febbre. Per alcune persone, la malattia è così grave da mettere a rischio la loro vita. Tipico per IBD è uno Naturalmente ricadutaFasi di elevata attività della malattia e sintomi gravi si alternano a fasi prive di sintomi (remissione).





Ora il microbiologo professor Christoph Theis e il suo team dell’Università della Pennsylvania (USA) volevano scoprire perché lo stress cronico provoca un aumento significativo dei parametri infiammatori dell’intestino. In diverso tentativo Hanno trovato una spiegazione con i topi.

Secondo le informazioni, dopo un’ondata di stress, il cervello invia segnali alle ghiandole surrenali, che a loro volta producono i glucocorticoidi del corpo. Cortisone, Versare. Inizialmente l’ormone ha un effetto analgesico e antinfiammatorio, ma con lo stress cronico il sistema si inverte chiaramente, ci scrivono Theis e il suo team. La rivista specializzata “Natura”..




Infiammazione intestinale cronica: le molecole dello stress alterano la risposta immunitaria

Secondo lo studio il fattore importante è il cosiddetto intestino Sistema nervoso. L’intestino è l’unico organo al di fuori del cervello dotato di un tale sistema nervoso. È costituito da neuroni e cellule gliali e regola in gran parte in modo indipendente il movimento intestinale durante la digestione.

Nei loro esperimenti, i ricercatori hanno scoperto che questo sistema riconosce e risponde allo stress e agli ormoni infiammatori Molecole può produrre. Questi alterano la risposta immunitaria nell’intestino e ostacolano la regolazione muscolare, cioè il movimento. Entrambi peggiorano la malattia.

“In questo studio, identifichiamo una cascata di eventi cellulari e molecolari che collegano la percezione dello stress e il peggioramento dell’infiammazione intestinale”, hanno scritto i ricercatori. Parti di questo Cascata Può applicarsi anche ad altre malattie infiammatorie dell’intestino, così come ad altri disturbi al di fuori del sistema digestivo.

I risultati potrebbero portare a nuovi trattamenti

“Ma c’è un elemento forte in gioco conflitto“Perché il cortisone nel corpo aggrava l’infiammazione, nonostante sia anche un principio attivo nel trattamento farmacologico delle malattie infiammatorie intestinali? “Gli autori hanno identificato questa discrepanza, ma non è stata chiarita in modo definitivo”, afferma Michael Schuman.

Tuttavia: il medico di Charité descrive lo studio come eccellente. Spiega per la prima volta i processi che causano lo stress per aumentare le malattie infiammatorie intestinali. A lungo termine, offrirà l’opportunità di sviluppare nuove opzioni terapeutiche. “Questo lavoro ha fatto luce sul sistema nervoso enterico. Sarà sicuramente un obiettivo futuro.” Trattamenti Schumann dice.

Inoltre, secondo i suoi autori, lo studio ha un altro valore aggiunto: sottolinea l’importanza della gestione dello stress come parte del trattamento delle IBD. Ciò include dormire a sufficienza e fare attività fisica regolarmente. Anche esercizi di rilassamento Lo yoga, la meditazione o l’autoallenamento possono aiutare a ridurre lo stress e prevenire o mitigare le riacutizzazioni.





Related articles

Lava dell’Etna – chiuso l’aeroporto di Catania

Berlino. L'Etna torna a eruttare in Sicilia paralizzando l'aeroporto di Catania: voli cancellati o...

Taylor Swift gioca ad Amburgo: gli Swifties festeggiano sul campo | NDR.de – Cultura – Musica

Al: 23 luglio 2024 alle 16:12 Oggi e domani Taylor Swift eseguirà il suo concerto “Eras Tour” davanti a...