Il pericoloso virus delle zanzare si diffonde in Sardegna e nel Mare Adriatico: un morto

Date:

Share post:

Saveria Marino
Saveria Marino
"Analista incredibilmente umile. Esperto di pancetta. Orgoglioso specialista in cibo. Lettore certificato. Scrittore appassionato. Difensore di zombi. Risolutore di problemi incurabile."
  1. Home page
  2. mondo

Casi di infezione da virus del Nilo occidentale sono segnalati in diverse località d’Italia. Questa non è la prima malattia tropicale che ha colpito il paese di recente.

Cagliari – Le principali festività natalizie sono finite, ma qui l’Italia continua a fare notizia. Lunedì (18 settembre) si è verificato un terremoto nella regione Toscana. Hanno scioccato anche le persone le brutali violenze avvenute a Sirmione sul Lago di Garda.

Febbre del Nilo occidentale in Italia: contagi in Sardegna e costa adriatica

Ora il Paese dell’Europa meridionale soffre anche di alcuni casi di virulenta febbre del Nilo occidentale. Sono stati segnalati in Sardegna e nell’Adriatico settentrionale attorno a Venezia. Lo riportano i portali di notizie Novità sull’Alto Adige E oggi.alle.

Nell’isola mediterranea della Sardegna, un uomo di 51 anni affetto da gravi sintomi simili alla meningite è dovuto ricoverarsi in una clinica dopo essere stato infettato dal virus del Nilo occidentale. È ricoverato all’ospedale San Martino di Oristano e le sue condizioni sarebbero stabili.

Famosa isola di vacanza nel Mediterraneo: la Sardegna italiana. Ma ora sono stati segnalati casi di virus del Nilo occidentale. (Avatar) © IMAGO / imagebroker

Febbre del Nilo occidentale in Italia: casi sono stati rilevati anche in Grecia e Cipro

alto Novità sull’Alto Adige Un altro caso è stato scoperto in Sardegna ad agosto, e anche lì si sono verificate infezioni da virus del Nilo occidentale l’anno scorso. Il virus viene trasmesso agli esseri umani attraverso le zanzare che hanno precedentemente mangiato uccelli infetti.

Secondo il Robert Koch Institute (RKI), l’infezione “nella maggior parte dei casi non è clinicamente evidente”. Solo il 20% delle persone infette soffre di sintomi simil-influenzali come febbre, mal di testa e vomito. Solo circa l’1% delle persone infette si ammala gravemente e può soffrire di meningite (infiammazione del cervello o meningoencefalite).

Al momento non esiste un vaccino. Ciò che colpisce è che, a causa del cambiamento climatico, le malattie tropicali locali sono in aumento nell’Europa meridionale e centrale. Nel settembre 2020, secondo l’RKI, almeno una dozzina di persone in Germania sono risultate positive al virus del Nilo occidentale in un breve periodo di tempo. Secondo il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC), quest’anno una persona è morta dopo essere stata infettata dal virus del Nilo occidentale nella regione del Mediterraneo. Secondo il Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie, diverse persone sono state contagiate anche in Grecia, Ungheria, Romania, Serbia e Cipro.

Febbre del Nilo occidentale in Italia: casi di contagio tra Santa Margherita, Bibione e Lignano Sabbiadoro

Il Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie ha recentemente documentato una serie di casi di febbre del Nilo occidentale nel Mare Adriatico settentrionale, dove le famose spiagge di Santa Margherita, Bibione e Lignano Sabbiadoro attirano vacanzieri principalmente da Austria e Germania. Il Ministero degli Esteri tedesco ha recentemente aggiornato i consigli di viaggio per l’Italia a causa di un’epidemia di dengue sul Lago di Garda, anch’essa una malattia tropicale. (sera)

Related articles