Il dibattito sulla riforma dell’asilo nell’UE: di cosa si tratta?

Date:

Share post:

Edoardo Borroni
Edoardo Borroni
"Fanatico di alcol esasperantemente umile. Praticante di birra impenitente. Analista."


Istruzioni

Stato: 06/07/2023 17:52

La prevista riforma dell’asilo non è solo motivo di dibattito nei paesi dell’UE. C’è anche una disputa alle estremità del semaforo. Prima delle consultazioni di domani, tutti i partiti cercano di influenzare il governo federale. Cos’è tutto questo?

La Germania e altri paesi dell’UE stanno lottando per riformare il sistema comune di asilo sullo sfondo di un forte aumento del numero di migranti. Ci sarà finalmente una svolta dopo anni di conflitto? Domani i ministri dell’Interno si riuniranno a Lussemburgo per un incontro tanto atteso.

Perché?

Almeno dalla crisi dei rifugiati del 2015/16, è stato chiaro che le norme dell’UE in materia di asilo devono essere riviste. A quel tempo, paesi come la Grecia furono sopraffatti dal grande afflusso di persone provenienti da paesi come la Siria e centinaia di migliaia riuscirono a trasferirsi in altri paesi dell’UE senza essere registrati. Questo in realtà non dovrebbe accadere, perché secondo il cosiddetto Regolamento Dublino, i richiedenti asilo devono essere registrati nel luogo in cui sono entrati per la prima volta nell’Unione Europea. Di solito questo paese è anche responsabile della tua domanda di asilo.

Cosa dovrebbe succedere adesso?

Il nucleo delle proposte di riforma sono misure volte a ridurre in modo significativo il flusso di persone senza diritto alla protezione. Chiunque entri da un paese considerato relativamente sicuro potrebbe in futuro giungere in una struttura di accoglienza rigorosamente monitorata dopo aver attraversato il confine. Entro poche settimane verrà quindi verificato se il richiedente ha la possibilità di ottenere asilo – in caso contrario, verrà reintegrato immediatamente. Inoltre, il monitoraggio e l’espulsione dei richiedenti asilo respinti dovrebbero essere facilitati, ad esempio raccogliendo più dati su di loro e conservandoli a livello centrale.

Quante persone in giro?

Il numero di domande di asilo nell’Unione europea è recentemente aumentato di nuovo drasticamente dopo essere diminuito durante la pandemia di Corona. L’anno scorso sono state presentate 881.200 domande iniziali nei 27 Stati membri. Rispetto all’anno precedente, ciò significa un aumento del 64%. In media nell’Unione Europea, non una domanda su due viene approvata. Secondo l’Ufficio federale per la migrazione ei rifugiati (BAMF), nei primi cinque mesi di quest’anno, 125.556 persone hanno presentato domanda di asilo per la prima volta in Germania. Questo è stato di oltre il 77% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Il governo italiano reprime l’immigrazione, con lo stato di emergenza e modifiche legislative.
Di più

Da dove viene la maggior parte degli immigrati oggi?

L’Italia è particolarmente colpita. Secondo l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, quest’anno vi sono già stati registrati più di 50.000 migranti. La maggior parte di loro proveniva da Tunisia, Egitto e Bangladesh e quindi non aveva alcuna prospettiva di rimanere legalmente.

Cosa devo portare con me in futuro? richiedenti protezione Chi ha per caso asilo?

Secondo i piani attuali, saranno soggetti alle normali procedure come prima, vale a dire di solito negli Stati membri alle frontiere esterne dell’UE. Tuttavia, quando i paesi affrontano flussi di persone molto grandi, dovrebbero essere in grado di richiedere il sostegno di altri Stati membri tramite il meccanismo di solidarietà. Quindi un certo numero di persone in cerca di protezione arriva in altri paesi tramite l’interruttore di distribuzione. I paesi che non desiderano partecipare devono pagare un indennizzo a ogni persona che non viene accettata. Di recente si è discusso di importi di circa 20mila euro a persona.

Perché i negoziati sono così difficili?

La ragione di ciò sono i diversi interessi e atteggiamenti nei confronti dell’immigrazione nei paesi dell’Unione Europea. Paesi come l’Italia, che attualmente soffre particolarmente per l’immigrazione, vorrebbero assumersi maggiori responsabilità per le azioni nel proprio Paese solo se in cambio viene garantita maggiore solidarietà da altri Paesi. La loro influenza è la situazione attuale, poiché molti immigrati, dopo essere arrivati ​​da paesi come la Tunisia, possono semplicemente proseguire verso altri paesi come l’Austria, la Germania o la Francia. D’altra parte, paesi come l’Ungheria vorrebbero chiudere completamente le frontiere esterne dell’Unione Europea e non partecipare alla redistribuzione dei rifugiati.

che dire profughi di guerra dall’Ucraina?

A causa di un regolamento speciale, le persone provenienti dall’Ucraina godono di protezione temporanea nell’Unione europea senza dover richiedere asilo. Per questo motivo, le discussioni attualmente non hanno alcun significato immediato per loro.

Secondo i piani della Commissione europea, in futuro dovrebbero esserci procedure di asilo rapide alle frontiere esterne dell’UE.
Di più

Cosa vuoi Governo federale?

Il governo federale concorda con la maggior parte delle proposte attualmente sul tavolo. Tuttavia, la Germania vuole garantire che non solo i minori non accompagnati siano esentati dalle misure di frontiera, ma anche le famiglie con bambini se almeno un bambino è minorenne. Tuttavia, c’è poco sostegno tra gli Stati membri per questa richiesta da Berlino. Anche la proposta di regolamento sui paesi terzi sicuri è controversa in Germania. In base a ciò, una persona del Ghana, ad esempio, può essere inviata dalla Tunisia in Italia in locomotiva, in Tunisia, a condizione che la Tunisia sia disposta e considerata un paese sicuro.

Come si discute Governo federale?

Per quanto riguarda le misure alle frontiere, il ministro federale dell’interno Nancy Visser (SPD) sottolinea che si tratta di un gruppo relativamente piccolo. “Quello che puoi effettivamente vedere in generale è che le persone che hanno un alto tasso di protezione, di solito arrivano con intere famiglie e bambini dall’Afghanistan e dalla Siria e dalle zone di guerra”, dice. Coloro che provengono da paesi con un basso tasso di riconoscimento – e le procedure di frontiera si applicano solo a loro – di solito non vengono con i bambini.

Qual è la critica delle parti?

Ci sono divergenze di opinione nella coalizione del semaforo. Di conseguenza, è stato difficile definire una posizione negoziale comune. Ad esempio, Anne-Veruschka Urich, una politica sull’immigrazione del Partito Democratico Libero, si è battuta per la riforma: “Poiché esiste un diritto di asilo e una procedura dello stato di diritto che deve essere protetta, c’è poco diritto illimitato all’ingresso e all’ammissione nell’UE e in Germania.” . Se la riforma fallisce, Sebastian Hartmann, politico locale del Partito socialdemocratico, ha avvertito che “i giorni delle frontiere aperte in Europa potrebbero essere finiti”. D’altra parte, il leader del Partito dei Verdi Omid Nouripour di RTL si è opposto “ad ogni costo”. In una lettera, la base del Partito dei Verdi si è lamentata del corso di “deterrenza e isolamento” e dei piani per una “massiccia riduzione del diritto di asilo”. Anche i politici dell’opposizione erano divisi.

Alla domanda sulle critiche, Wesser ha detto brevemente questa settimana: “Abbiamo una posizione unificata. Negozio su questa base”. Non è chiaro cosa accadrà se la maggioranza degli Stati membri non vorrà escludere le famiglie con bambini dalle misure di frontiera. Se la Germania si astiene dalla riforma, potrebbe fallire.

Il governo federale chiede deroghe all’Unione europea in eventuali procedure di controllo dell’asilo alle frontiere esterne dell’UE.
Di più

dire qualcosa Ricercatore di immigrazione progetti per l’Unione Europea?

Il Migration Board critica i piani. I ricercatori prevedono che ciò non farà che aggravare la crisi dei rifugiati in Europa. La ricerca condotta sulle misure del pacchetto di riforma che sono già state attuate in progetti pilota “mostra che non possono essere attuate in modo coerente con i diritti umani”. Si aspettano che le proposte creino ulteriori incentivi per i paesi alle frontiere esterne affinché effettuino più respingimenti illegali e detenzioni di persone in cerca di protezione alla frontiera. Come altri scienziati, il consiglio ha invitato il governo federale a votare contro i piani dell’UE.

In seguito alla riforma arriveranno in Germania meno richiedenti asilo?

È ancora difficile dirlo. Forse la Germania dovrebbe accogliere persone provenienti da paesi di frontiera esterna attraverso il meccanismo di solidarietà. Allo stesso tempo, molte meno persone possono venire illegalmente. Anche la Germania trarrebbe vantaggio se – cosa in discussione – i trasferimenti di ritorno fossero razionalizzati secondo le regole di Dublino.

Come stanno Possibilità di successo trattare?

I negoziati sono molto difficili a causa dei diversi interessi. Fino a poco tempo fa non era chiaro se i ministri dell’Interno potessero davvero prendere una decisione giovedì. Il presupposto per questo è che 15 dei 27 paesi votino sì, poiché questi paesi insieme devono costituire almeno il 65% della popolazione totale dell’UE. Se non appare una maggioranza sufficientemente ampia, i negoziati dovranno essere ripresi.

C’è una scadenza per i negoziati?

Se il Consiglio dei ministri dell’UE non prende una decisione entro la pausa estiva, ci sono poche possibilità che il progetto di riforma raggiunga il traguardo nel prossimo futuro. Il motivo è che i negoziati devono avvenire anche con il Parlamento europeo e la sua rielezione nel giugno 2024. Se non ci sarà accordo, i controlli alle frontiere possono essere richiesti alle altre frontiere interne dell’UE, come avviene attualmente in terra austro-tedesca confine.

Fonti: dpa, AFP

Related articles

Gli albergatori altoatesini si preoccupano per i loro affari in Italia

Pagina inizialeil mondostava in piedi: 14 luglio 2024, 5:37Da: Mark StobbersPremeredivisoL'imminente ristrutturazione del ponte Luke sull'autostrada del Brennero...

Presso la società di ingegneria meccanica Illig andranno persi 200 posti di lavoro

Home pageun lavorostava in piedi: 14 luglio 2024 alle 15:17da: Mark Stoffers, Marcel ReichInsisteDivideL’ondata di bancarotte della Germania...

Una nuova ricerca confuta anni di ipotesi

Home pageLo sappiamostava in piedi: 14 luglio 2024, 14:34da: Tanja BannerInsisteDivideIl clima di Marte potrebbe essere stato diverso...