Ottobre 5, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I medici descrivono un decorso grave: il naso di un paziente con vaiolo delle scimmie inizia a marcire

I medici prescrivono un corso difficile
Il naso di un malato di vaiolo delle scimmie inizia a marcire

Un uomo di 40 anni va in ospedale con vesciche sul viso e naso marcio. I medici diagnosticano rapidamente il vaiolo delle scimmie. Ma questo non è l’unico responsabile della condizione dell’uomo.

Grandi brufoli sul viso e naso marcio: hanno scritto sul diario i medici dell’ospedale universitario di Bonn “infezione“È stato documentato un caso particolarmente grave di vaiolo delle scimmie. Di conseguenza, il paziente descritto nel rapporto è andato dal suo medico di famiglia a causa di una macchia rossa sulla punta del naso. Ha diagnosticato per la prima volta una scottatura solare all’età di 40 anni. Il naso ha girato nero entro tre giorni E iniziò a marcire e il tedesco andò in ospedale, dove i medici fecero una diagnosi sorprendente.

Un sistema immunitario debole negli uomini a causa dell’esposizione multipla.

(Foto: Boesecke, C., Monin, M.B., van Bremen, K. et al.)

In primo luogo, un test di reazione a catena della polimerasi (PCR) ha confermato l’infezione da vaiolo delle scimmie. Ulteriori esami hanno rivelato la sifilide a lungo termine e l’infezione avanzata da HIV. Secondo le informazioni, l’uomo non era mai stato testato per le malattie sessualmente trasmissibili prima. Il sistema immunitario del paziente è gravemente indebolito a causa di esposizioni multiple. Ciò ha permesso alla necrosi di svilupparsi sul naso.

“La maggior parte delle infezioni da vaiolo delle scimmie sono state segnalate come lievi e l’infezione da HIV controllata non sembrava essere un fattore di rischio per malattie gravi”, hanno scritto i ricercatori. “Tuttavia, questo caso illustra la potenziale gravità dell’infezione da vaiolo delle scimmie nel contesto di una grave immunosoppressione e dell’infezione da HIV non trattata”.

Per curare l’uomo, i medici hanno prescritto il farmaco tecovirimat contro il vaiolo delle scimmie per una settimana. L’articolo dice che gli è stato anche somministrato un antibiotico per la sifilide e un trattamento antiretrovirale per contenere l’HIV nel suo corpo. Le procedure erano efficaci. Le vesciche di vaiolo delle scimmie sulla pelle si sono seccate e il gonfiore al naso è diminuito. I medici non hanno fornito altre informazioni sulla guarigione dell’uomo.

READ  Questo gruppo sanguigno è più suscettibile alle infezioni