Estrazione di CO2: quali metodi sono possibili in Germania?

Date:

Share post:

Saveria Marino
Saveria Marino
"Analista incredibilmente umile. Esperto di pancetta. Orgoglioso specialista in cibo. Lettore certificato. Scrittore appassionato. Difensore di zombi. Risolutore di problemi incurabile."

Al: 11 ottobre 2023 alle 13:02

La Germania vuole raggiungere la neutralità climatica entro il 2045. Per raggiungere questo obiettivo, l’anidride carbonica deve essere rimossa dall’atmosfera. Esistono diversi modi per raggiungere questo obiettivo: piantare alberi, fertilizzare gli oceani o semplicemente aspirarli.

Attualmente al Museo tedesco di Monaco si tiene un convegno specializzato dal titolo “CDR Dialogue 2023”. In questo dialogo i ricercatori e i partecipanti invitati della politica e dell’economia vorrebbero discutere quali metodi di rimozione dell’anidride carbonica siano adatti per la Germania e come possano essere applicati. Può venire il più presto possibile.

L’estrazione dell’anidride carbonica spiegata brevemente

La Germania ha deciso di raggiungere la neutralità climatica entro il 2045. Le emissioni di CO2 dovranno poi essere bilanciate con i risparmi. Ma poiché continueremo a emettere gas serra attraverso l’agricoltura, l’aviazione, la produzione di cemento e altri settori, la neutralità climatica potrà essere raggiunta solo se l’anidride carbonica verrà nuovamente rimossa dall’atmosfera. Questo si chiama rimozione del biossido di carbonio o in inglese: rimozione del biossido di carbonio (CDR).

Questo è possibile e viene già praticato, ad esempio attraverso la riforestazione: gli alberi assorbono l’anidride carbonica dall’aria e la trasformano Nel processo di fotosintesi, tra le altre cose, nel carbonio e nell’ossigeno. Il carbonio viene quindi legato al legno finché il legno non brucia o marcisce ed emette nuovamente anidride carbonica. Finché crescono, le foreste fungono da deposito di anidride carbonica: compensano parte delle emissioni di gas serra.

Diversi metodi CDR

Creare massicci sistemi di aspirazione che filtrano l’anidride carbonica dall’aria è un altro modo per rimuovere l’anidride carbonica. Tuttavia, ciò ha senso solo se la grande quantità di energia necessaria può essere prodotta in modo climaticamente neutro utilizzando energie rinnovabili.

Gli scienziati stanno attualmente studiando diversi altri modi per rimuovere l’anidride carbonica dall’atmosfera. Esempio: alcuni minerali assorbono l’anidride carbonica. Se sparso nei campi sotto forma di polvere di roccia, non solo intrappola i gas serra a lungo termine, ma aumenta anche la qualità del suolo. Il processo CDR può essere interessante per l’agricoltura. Tuttavia, i minerali necessari a questo scopo dovrebbero essere estratti industrialmente in cave su larga scala: ciò potrebbe avere senso dal punto di vista climatico, ma è discutibile da quello ambientale.

potenziale, ma anche costi o rischi

La rimozione dell’anidride carbonica non è gratuita. Con un impianto a biomassa, ad esempio, è possibile generare energia senza la necessità di combustibili fossili come petrolio, carbone o gas. L’anidride carbonica prodotta dalla combustione della biomassa può essere separata una volta prodotta.

Oltre alla questione di dove l’anidride carbonica separata verrà poi immagazzinata in modo sicuro a lungo termine, ogni impianto di biomassa porta con sé anche un altro potenziale di conflitto: la coltivazione di biomassa – indipendentemente dal fatto che si tratti di colza, mais o erba elefante. – Richiede spazio. Tanto spazio se vuoi davvero generare emissioni significativamente negative.

Come i progetti di riforestazione, la biomassa compete con la protezione della biodiversità o con la produzione alimentare in agricoltura.

Progetti di ricerca Per eliminare l’anidride carbonica

“La questione non è più se vogliamo o meno praticare la rimozione del biossido di carbonio: ci siamo impegnati con l’obiettivo della neutralità dei gas serra. Ora è importante chiarire come progettare la rimozione del biossido di carbonio”, spiega Julia Pongratz, una professore alla Harvard Medical School. Dipartimento di Geografia dell’Università Ludwig Maximilian di Monaco in un’intervista con Radio Baviera.

È portavoce del vasto programma di ricerca CDRterra, dove dal 2021 più di 100 ricercatori studiano diversi metodi terrestri per la rimozione del biossido di carbonio per conto del Ministero federale dell’Istruzione e della ricerca. Nel frattempo, CDRmare sta studiando i processi CDR in grado di rimuovere l’anidride carbonica dall’atmosfera utilizzando gli oceani.

La giusta combinazione fa questo

Pongratz ha spiegato in un’intervista al Financial Times che il CDR tedesco attualmente consiste quasi esclusivamente in progetti di rimboschimento. R. Ma non è solo la quantità di terreno necessaria a preoccupare gli scienziati. Il cambiamento climatico e i periodi di siccità di lunga durata hanno fatto sì che l’anidride carbonica non fosse più immagazzinata in modo sicuro nelle foreste: ogni incendio distrugge decenni di crescita forestale in un breve periodo di tempo.

Lo scopo dell’attuale CDR Dialogue 2023 è trovare il giusto mix di diversi processi per la rimozione di CO2 combinati con politica e business. “Abbiamo bisogno di una serie di diversi approcci alla rimozione della CO2, perché ognuno ha un potenziale limitato e le proprie sfide, come obiettivi contrastanti con la produzione alimentare o rischi per la loro sostenibilità”, spiega Pongratz.

La società nel suo insieme deve decidere

Poiché la rimozione del biossido di carbonio comporta costi elevati – ambientali, sociali e finanziari – è importante per i ricercatori che tutte le aree si uniscano: “Affinché l’uso diffuso del CDR sia socialmente, economicamente e ambientalmente compatibile, tutte le parti interessate devono unirsi – politica, imprese, ricerca e istruzione”, si legge nell’invito al dialogo del Consiglio per lo sviluppo e la ricostruzione del 2023.

Pongratz spiega che non bisogna disperare: “Abbiamo un problema serio che dobbiamo risolvere. Abbiamo una grande responsabilità. Anche la mia generazione ha contribuito notevolmente al fatto che l’atmosfera ora contiene troppi gas serra”. Stiamo aiutando la prossima generazione e voglio dare alla generazione gli strumenti per risolvere questo problema. Questo è ciò che mi motiva. Questo mi rende felice ogni giorno perché sono in grado di partecipare.”

Related articles

Gli albergatori altoatesini si preoccupano per i loro affari in Italia

Pagina inizialeil mondostava in piedi: 14 luglio 2024, 5:37Da: Mark StobbersPremeredivisoL'imminente ristrutturazione del ponte Luke sull'autostrada del Brennero...

Presso la società di ingegneria meccanica Illig andranno persi 200 posti di lavoro

Home pageun lavorostava in piedi: 14 luglio 2024 alle 15:17da: Mark Stoffers, Marcel ReichInsisteDivideL’ondata di bancarotte della Germania...

Una nuova ricerca confuta anni di ipotesi

Home pageLo sappiamostava in piedi: 14 luglio 2024, 14:34da: Tanja BannerInsisteDivideIl clima di Marte potrebbe essere stato diverso...