Ottobre 2, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Commento sulla politica energetica – Anche la Germania ha contribuito all’aumento dei prezzi del gas

Il fatto che la Germania operi senza Nord Stream 2 è uno dei tanti motivi dei prezzi elevati, commenta Burkhard Ewert (picture alliance / dpa / Frank Rumpenhorst)

Oltre alla guerra, anche l’azione politica sta spingendo i prezzi del gas a livelli inimmaginabili. Quindi i cittadini vengono sollevati prima che alcuni, ma non tutti, debbano pagare una tassa da tassare prima che venga concessa l’esenzione.

chiede?

In ogni caso, la tassa sul gas illustra diverse anomalie nella politica energetica tedesca.

Berlino e Bruxelles condividono il prezzo del gas

Parte dal fatto che il prezzo del gas è molto alto perché Berlino e Bruxelles lo volevano così. Alcuni paesi si sono rifiutati di pagare in rubli. Ora è fornito in tutta la Germania. Può essere solidarietà. Ma spiega in parte la mancanza di rifornimenti.

Anche il pagamento di tasse di transito aggiuntive per il gas russo è una questione di volontà politica. Sarebbe possibile fornire forniture di gas più economiche tramite Nord Stream 2. Il governo federale ha deciso di non farlo.

Questo può essere vero, per non dare una vittoria al Cremlino. Rimane comunque una decisione occidentale quella di non volere che Nord Stream 2, inoltre, preordini pochissimo gas a prezzi calcolati.

I Verdi vogliono meno gas russo allo stesso tempo

Come promemoria: se i Verdi e altri attori avessero fatto a modo loro, l’acquisto di gas dalla Russia sarebbe idealmente zero. Sembra un po’ paradossale aver desiderato e desiderare così con tutto il cuore, mentre allo stesso tempo si lamenta della riluttanza della Russia a fare di più, soprattutto perché quelle spedizioni dalla Russia sono ostacolate dalle sue stesse sanzioni. Di conseguenza, la quantità di materie prime fossili acquistate dalla Russia sta diminuendo, ma non i proventi della vendita.

READ  3 consigli per una lucentezza perfetta

Tuttavia, tutti i passaggi citati possono essere considerati corretti. Tuttavia, non segue necessariamente ed esclusivamente l’attacco criminale della Russia all’Ucraina. È anche il risultato di precedenti decisioni politiche e delle attuali reazioni a Bruxelles e Berlino.

Ci deve essere molta onestà.

Prezzi globali più alti invece di fonti di energia alternative

La responsabilità personale va oltre e inizia prima. Il delisting del carbone e dell’energia nucleare e non rilanciarli in modo aggressivo senza allo stesso tempo investire pesantemente nelle rinnovabili o nel fracking deriva anche dalla volontà politica di accettare il picco dei prezzi dell’elettricità e del gas in tutto il mondo.

Il costo aggiuntivo del gas solleva interrogativi

Ora, il governo federale ha escogitato una tassa sul gas in modo che i rivenditori di gas centralizzati come Uniper abbiano i soldi per comprare di nuovo il gas. Previsto anche il supporto diretto di Uniper con il denaro delle tasse. Ma il costo aggiuntivo inizialmente riguarda solo i clienti diretti, i privati ​​e l’industria. perché? Invece, il FDP non ha voluto accollarsi il debito pubblico. HABC descrive la procedura come “accurata”. Ma vi ricordate la parola “essenziale”? In passato ogni cittadino era regolarmente a capo di cantieri navali, compagnie aeree, imprese di costruzioni e banche, volasse o meno, speculando in borsa o teneva i soldi sotto il cuscino. Questo principio è infranto.

A causa delle restrizioni imposte ai clienti diretti, il costo aggiuntivo è superiore a quanto si potesse immaginare, ancora una volta il risultato di una decisione di Berlino.

Questo soddisfa chi è seduto a casa in campagna con il proprio impianto fotovoltaico, geotermia e accumulo di energia. Ma non era solo che la loro attrezzatura era sponsorizzata da generosi finanziamenti statali, e quindi i soldi di tutti? Non mancherebbe la solidarietà se ora condividessero anche i costi derivanti dalla situazione politica generale e dalle decisioni concrete e sostenuti anche dagli inquilini che non hanno mai potuto pensare se dovrebbero averne solo uno o due nel KfW. Scatole di ricarica alimentate da appendere nel garage per auto elettriche.

READ  In azione contro il cambiamento climatico: raccoglitori di coni in azione

Rimane anche strano calcolare con precisione un prezzo fisso per il gas e poi agire sorpreso quando Bruxelles indica che è soggetto all’IVA ai sensi della normativa vigente. Abbassare il tasso al sette percento in seguito è corretto, ma avrebbe dovuto essere chiarito in anticipo se ci fosse stata una politica ben congegnata.

La situazione è difficile e senza precedenti anche per gli attori politici. Ma con o senza una spessa giacca invernale: non vuoi essere giudicato in modo così casuale.