Settembre 29, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Waging am See/Lago di Garda: guarda i barcaioli e i bagnini di Riva del Garda e i vigili del fuoco si allenano insieme a Waging am See, in Italia.

Riva del Garda e Waging Am guardano barcaioli e bagnini che si allenano insieme come vigili del fuoco in Italia.

© Waging Am Sea Volontari vigili del fuoco

“Cari amici, è un piacere conoscervi tutti. Non ci conoscevamo fino a venerdì, ma i vigili del fuoco di tutto il mondo parlano la stessa lingua. Ora ci conosciamo come fratelli. Tutti i ragazzi qui sono così eccitati e così felici per te! Grazie ancora per questa opportunità”, con queste parole ha ringraziato Romulo Guizzetti, il macchinista di Capo Plotono, ovvero Vigili del Fuoco Riva del Garda.

Messaggio completo:

Waging Am Sea/Lago di Garda – I Vigili del Fuoco Volontari di Walking am Sea sono stati invitati per tre giorni per un fine settimana di formazione congiunta per diportisti con i Vigili del Fuoco Volontari Italiani all’estremità settentrionale del Lago di Garda. Per pilotare una barca dei vigili del fuoco, è necessario completare un corso di una settimana presso la Scuola statale dei vigili del fuoco di Ratisbona. Le conoscenze acquisite lì possono certamente essere praticate nelle acque locali. La formazione continua è importante anche per consolidare le conoscenze esistenti e acquisire nuove competenze. FF Waging am See è costantemente allertata per assistenza tecnica, misure di protezione ambientale, perquisizione di persone, soccorso fisico e supporto per i sistemi di salvataggio in acqua a Waginger e Tachinger See. In passato è stato necessario utilizzare anche i servizi antincendio nell’area bancaria. In caso di disastro, la barca polivalente dei vigili del fuoco Wakinger può essere allertata in tutta la Baviera.

Per acquisire importanti conoscenze in acque sconosciute e attingere all’esperienza di altri vigili del fuoco, i Wazinger hanno già partecipato nei fine settimana ai cosiddetti corsi di nautica con i vigili del fuoco volontari di Degendorf e Passa. Tali corsi di formazione sono stati condotti anche a Siemsee e Salzak. Questa volta, tuttavia, l’obiettivo era più a sud. Dopo che la città mercato di Waging am See avrà approvato questo fine settimana di formazione, può iniziare la pianificazione finale. Thomas Pfeffer, responsabile dell’addestramento nautico presso i vigili del fuoco di Wazinger, ha detto che i vigili del fuoco della provincia italiana del Trentino avevano molto da organizzare prima di partire: “Abbiamo chiesto all’Associazione bavarese dei vigili del fuoco cosa avere. considerato. Il ministero federale dell’Interno in Austria esenta i pedaggi sull’autostrada austriaca e sul passo del Brennero. I responsabili dei Vigili del Fuoco di Riva si sono assunti le spese in Italia.

READ  Le grandi città d'Italia introducono la necessità delle mascherine

Tre giorni prima della partenza è necessario predisporre mezzi e attrezzature. Durante i mesi estivi è necessario caricare la barca polivalente parcheggiata sul lago, pulire e controllare barche e veicoli e, naturalmente, caricare bagagli e altre attrezzature. Insieme a Romulo Guizzetti di Riva, Thomas Pfeffer in qualità di rappresentante dei rematori e Martin Doman in qualità di istruttore del soccorso in acqua, i piani definitivi sono stati “serrati” nel vero senso della parola. Dieci vigili del fuoco hanno iniziato il viaggio da Wajing. Oltre ai due organizzatori, Thomas Pfeffer e Martin Domann, c’erano i vicepresidenti Maximilian Tanzl, Daniel Trieslein, Anton Groszak (responsabile professionale dell’Integrated Control Center Transstein), Max Huber, Christian Lauper, Florian Metzger, Roland Wyman ed Erich . Attualmente.

Anche il comandante onorario di Wazinger Alois Pfeffer e sua moglie Theresia Pfeffer hanno visitato. Il bagaglio include un cesto regalo ufficiale del mercato di Waging am See, informazioni italiane sul lago Waging e souvenir di Waginger Tourist Info, nonché informazioni come rapporti annuali e diari sui vigili del fuoco di Waging. Baderhuber si trova sulla strada del Brennero. In anticipo tutti i partecipanti hanno ricevuto da Tourist Info Trentino in Riva il permesso per l’uso gratuito di tutti i mezzi pubblici per tutta la durata del soggiorno e l’ingresso gratuito a molti musei e luoghi d’interesse – purtroppo, a causa dei tempi stretti, n. È ora di godersi a lungo i punti salienti del luogo.

Il “Convoglio della Difesa Civile Germania” di cui allo sdoganamento del Ministero dell’Interno austriaco è poi partito con la logistica dei veicoli equipaggiati (GW-L2), la barca multiuso (MZB) e il trasporto personale (MTW). dei vigili del fuoco Wakinger. In acqua e l’attrezzatura necessaria per gli esercizi è inclusa. Poco dopo l’arrivo si è svolta una visita guidata attraverso le sale veicoli della grande caserma dei pompieri di Riva. I circa 60 volontari nella città di 18.000 fanno 1.000 missioni all’anno. Operativo 24 ore su 24, il Centro di Controllo del Soccorso a Riva è presidiato da assistenti sociali durante il giorno e volontari la sera e nei fine settimana. I Vigili del Fuoco di Riva del Garda sono stati istituiti nel 1864. All’inizio era una milizia armata, da cui in seguito furono creati i vigili del fuoco. Come si diceva ai Wazinger, Riva faceva ancora parte dell’Austria a quel tempo e la capitale Vienna con le sue forze armate era lontana.

READ  Vacanze estive 2022: Italia, Grecia e Turchia abrogano le regole del corona

Quindi, hanno dovuto difendersi in caso di minaccia. A differenza del resto d’Italia, la provincia del Trentino è autonoma. “I vigili del fuoco in Italia sono costituiti principalmente da vigili del fuoco professionisti solo nelle grandi città”, riferisce Thomas Pfeffer. «Tuttavia, i vigili del fuoco della provincia autonoma del Trentino sono strutturati in modo simile ai vigili del fuoco della Baviera. Secondo Martin Doman, questi sono organizzati a livello di comando, amministrazione e struttura tattica operativa, simile alla nostra con comandante operativo, comandante di brigata, capogruppo e squadra. “Lo scopo dell’esercizio è quello di gestire in sicurezza le barche dei vigili del fuoco in acque sconosciute, che sono colpite da forti onde, forti venti e correnti”. All’inizio, tuttavia, la teoria era nell’aula di addestramento della caserma dei pompieri. L’iter pratico è iniziato nel “Porto Storico” nel centro di Riva, oltre che nel porto dei traghetti “Porto San Nicolò” dove sono di stanza i Vigili del fuoco e altre unità di soccorso in acqua e la polizia.

Ulteriori allenamenti si sono svolti sul fiume “Sarca” presso Torbole e sulla cascata “Cascata del Ponale” sul fiume tra Riva e Limone. Sono state dispiegate diverse barche dei vigili del fuoco e una moto d’acqua di soccorso di Riva, una risorsa specializzata che si è rivelata molto pratica nel soccorso delle persone. Inoltre, è stato praticato per salvare le persone dal fiume con diversi sacchi da lancio. Da tenere in considerazione le diverse condizioni di vento del Lago di Garda. “Ora” da sud è il vento più diffuso dell’Alto Lago di Garda ed è un termine comune per velisti e surfisti di tutto il mondo. Nel corso della giornata l’Ora si alterna al Pelatore da Nord, quindi soffia sempre il vento. Venti “di latte” dal monte Pallino sulla valle nord-ovest di Riva. Di solito si instaura dopo un forte raffreddore e copre la stessa zona di Peler. Balin soffia molto forte e viene trasportato dalle montagne del nord nel mezzo del lago.

READ  Il miglior falegname dell'Alto Adige/Italia/Germania Il miglior...

Per la sua forza muove molta acqua e può quindi creare onde alte fino a 1,50 metri. “A differenza della Baviera, il soccorso in acqua sul Lago di Garda è svolto principalmente dai vigili del fuoco e dalla protezione civile, anche se esistono altri servizi di soccorso”, afferma Martin Domann. “Ma questi non sono sempre occupati durante tutto l’anno. Ecco perché abbiamo fatto un “corso accelerato” con conoscenza italiana del soccorso in acqua. In questi casi, assistenti bagnini e DLRG e vigili del fuoco vigili forniscono supporto a casa con rifornimenti ed equipaggio. Questo perfetto L’incidente è avvenuto durante la guida su strada e senza indugio i compagni bavaresi hanno sostenuto le truppe dall’Italia e hanno aiutato a liberare rapidamente la strada.

I membri dei vigili del fuoco Wakinger sono stati trattati per un ottimo pasto! Come ha osservato il vicepresidente Maximilian Tanzl, “non solo ci è stato fornito un appartamento a spese dei Vigili del Fuoco di Riva, ma ci è stato fornito in modo tipico italiano”. Caffè di tutti i tipi, colazione tipica italiana, pasta all’ora di pranzo e un ricco menù la sera – gli italiani puntano molto sulla qualità. .” “Souvenir” dalla Baviera potevano essere consegnati la sera. “Poiché i Vigili del Fuoco di Riva stavano per acquistare un nuovo camion dei pompieri, erano particolarmente interessati a la tecnologia dell’autopompa antincendio Wazinger”, afferma Thomas Pfeffer. “In cambio gli abbiamo dato il ‘nostro’ TLF 16/25 Tank Fire. Abbiamo offerto il motore come modello di veicolo in scala 1:87 e gli italiani ne sono rimasti entusiasti esso.”

Il giorno successivo, l’inevitabile addio era all’ordine del giorno. Il Comandante Graziano Boroni, il Vice Comandante Massimo Spata, il Comandante di Brigata Stefano Robelato, e l’Ispettore Distrettuale Marco Menegati – con noi grosso modo la funzione di Consiglio Distrettuale dei Vigili del fuoco – ovviamente Romulo Quicetti e tante “veglie” dei Vigili del fuoco si sono salutate. Ospiti da RupertWinkel. Siamo tornati a casa con tanti premi, tra cui l'”Unione Distrtuale Vigili del fuoco Volontari Alto Garda e Ledro”, ovvero l’assegnazione della locale associazione distrettuale dei vigili del fuoco. Rinfrescante competenza dei vigili del fuoco, tante novità per il salvataggio delle persone e tante impressioni positive, decisamente unite al desiderio di rivisitare entrambi i vigili del fuoco.

Thomas Pfeffer, ff Waging Am See