Ottobre 5, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Vantaggi fiscali interessanti negli Stati Uniti?: La fabbrica di celle di batterie Tesla vicino a Berlino è al limite

Il richiamo dei crediti d’imposta statunitensi?
La fabbrica di batterie di Tesla vicino a Berlino sull’orlo del baratro

Sembra che l’aumento dei costi energetici in Europa e i vantaggi fiscali abbiano indotto Tesla a ripensare a una fabbrica di batterie pianificata in Germania. Il nuovo impianto di produzione di celle potrebbe essere costruito negli Stati Uniti invece che a Berlino.

Il principale produttore di auto elettriche Tesla sembra sospendere i suoi piani per la produzione di celle di batterie in Germania per poter beneficiare dei crediti d’imposta per la produzione di auto elettriche e batterie negli Stati Uniti. Secondo persone che hanno familiarità con la questione, Tesla Inc., che sta producendo le proprie batterie per auto elettriche, ha preso in considerazione lo spostamento di impianti di produzione di celle da utilizzare nello stabilimento vicino a Berlino negli Stati Uniti. Il “Wall Street Journal” riporta anche il cambio di programma della casa automobilistica.

La produzione di più batterie negli Stati Uniti potrebbe aiutare Tesla a beneficiare di ulteriori agevolazioni fiscali ai sensi dell’Inflation Reduction Act (IRA) che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha firmato il mese scorso. La legge prevede agevolazioni fiscali sulla produzione che, secondo gli analisti, potrebbero compensare più di un terzo del costo dei pacchi batteria delle auto elettriche, supponendo che le celle ricaricabili siano prodotte e confezionate negli Stati Uniti.

La mossa di Tesla riflette il modo in cui la nuova legge statunitense sta rimodellando l’industria delle auto elettriche e accelerando la corsa per garantire la fornitura di celle per batterie domestiche. Nei giorni successivi all’entrata in vigore della legge statunitense, Tesla ha detto alle autorità del Texas che stava esplorando siti regionali per un impianto di raffinazione del litio, una materia prima chiave per le batterie ora lavorate principalmente in Cina.

Il cambiamento di strategia della batteria di Tesla arriva anche in un momento in cui i costi energetici in Europa sono saliti alle stelle a causa dell’invasione russa dell’Ucraina, colpendo i produttori.

READ  Ucraina Guerra nell'indice: i mercati azionari statunitensi chiudono in rosso profondo - DAX finalmente in rosso - Siemens Energy vuole acquisire Gamesa - UniCredit era interessata a Commerzbank - Target, TUI, NEL in primo piano | newsletter