Dicembre 2, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Tra nutrimento e abuso di potere: cosa è permesso fare ai terapeuti e non farlo

Salute psicologica
Tra nutrimento e abuso di potere: cosa è permesso fare ai terapeuti e non farlo

La psicoterapia ha successo solo se la relazione tra paziente e terapeuta è corretta.

© PeopleImages / Getty Images

La scarsità di posti per cure in Germania è accompagnata da un costante aumento della domanda. Tanti pazienti fanno compromessi quando scelgono un terapeuta. Ci sono regole chiare per gli psicoterapeuti.

La necessità di psicoterapia in Germania è in costante aumento dall’inizio della pandemia di coronavirus al più tardi. Poiché sempre più persone cercano un posto nella terapia, il numero di psicoterapeuti è attualmente stagnante.

Il risultato: c’è un enorme divario tra domanda e offerta, il che significa che le persone colpite a volte devono aspettare mesi prima che inizi il trattamento. E poi, non è nemmeno certo che il terapeuta risponda direttamente ai bisogni individuali del paziente.

Chiunque soffra di depressione, disturbi d’ansia o altre malattie mentali ha bisogno di un livello di apprezzamento, comprensione e costruzione con un terapeuta. Inoltre, la chimica tra il paziente e lo psicoterapeuta deve essere corretta.

Il confine tra cura e abuso di potere

A causa della massiccia mancanza di spazio per il trattamento, i malati spesso fanno compromessi che possono avere un impatto negativo sulla loro guarigione. L’idea alla base: un cattivo aiuto è meglio di niente. La relazione personale in psicoterapia è di fondamentale importanza per il successo del trattamento.

Tuttavia, capita ancora spesso che gli psicoterapeuti facciano più danni ai loro clienti che non li aiutino. Le persone affette spesso non riescono a classificare questo perché semplicemente non hanno conoscenza di ciò che un terapeuta è autorizzato a fare – e quando il dovere di cura diventa un chiaro abuso di potere.

Ci sono linee guida chiare a cui ogni psicoterapeuta in Germania deve attenersi. Ad esempio, è necessario informare in modo trasparente la persona da curare sullo svolgimento della rispettiva forma di trattamento e sui costi e gli effetti collaterali previsti prima di iniziare il trattamento vero e proprio.

I doveri di uno psicoterapeuta

Per gli psicoterapeuti, inoltre, vige un rigoroso divieto di astinenza, che non dovrebbe essere infranta in nessun caso. Ciò significa che non dovrebbe esserci alcun contatto personale tra il paziente e la persona in cura. Tuttavia, se questo è il caso, è quasi sempre colpa del terapeuta nel sistema legale, perché le persone con malattie mentali sono sempre i guardiani in questo contesto.

I compiti del terapeuta includono anche dare al paziente l’accesso ai documenti, mantenere la riservatezza – a meno che non vi sia il rischio di autolesionismo o di danneggiare gli altri – ed evitare disturbi durante le sessioni.

Tutte queste cose rappresentano gravi violazioni delle regole professionali degli psichiatri o degli psicoterapeuti se non vengono rispettate e possono essere la base per una denuncia pubblica contro la persona che li cura. In questo caso, le persone colpite possono rivolgersi alla stanza dello psicoterapeuta responsabile.

Casi limite in psicoterapia

Tuttavia, ci sono anche comportamenti degli psicoterapeuti che non rientrano necessariamente nel quadro giuridico, ma possono comunque avere un impatto negativo sulle persone con malattie mentali. Questo accade, ad esempio, quando i terapeuti fanno dei loro valori e opinioni il fulcro della terapia. Soprattutto se questi si discostano in modo significativo dalla realtà della vita della persona in questione.

Invece di sentirsi accolto e compreso, questo può motivare rapidamente il paziente a mettere in discussione i propri pensieri e sentimenti. In effetti, il trattamento dovrebbe concentrarsi sui bisogni delle persone colpite. L’unica eccezione: il terapeuta dice esplicitamente nella prima conversazione che non pensa di poter aiutare il paziente.

Ma anche se il terapeuta continua a dare speranze irrealistiche al paziente, si comporta in modo irrispettoso nei confronti di coloro che lo proteggono o addirittura lo influenza religiosamente o politicamente, le persone colpite dovrebbero ascoltare attentamente e, in caso di dubbio, trovare un altro punto di contatto per le loro lamentele.

Presentare una denuncia contro gli psicoterapeuti

Anche in tutti questi casi soggettivi, ogni paziente ha il diritto di sporgere denuncia contro lo psicoterapeuta curante. Ciò è possibile nei seguenti luoghi, tra gli altri:

In generale, una volta che non ti senti più a tuo agio come paziente e non riesci a costruire una base di fiducia con il tuo terapeuta, dovresti considerare un cambiamento. E anche nel dubbio, la ricerca di un posto per il trattamento ricomincia, questo passaggio spesso vale la pena.

Perché anche se il tuo prossimo incontro con un nuovo terapeuta è a poche settimane di distanza, può avere un impatto maggiore di qualsiasi altra sessione con un terapeuta di cui non puoi o non vuoi fidarti.

fonte: Sala di Amburgo per psicoterapeuti

READ  Corona in Germania (20 luglio): RKI annuncia i numeri dei casi