Febbraio 4, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Tesla è al livello più basso degli ultimi due anni: le preoccupazioni sui tassi di interesse stanno causando una contrazione a Wall Street

Tesla è al livello più basso in due anni
Le preoccupazioni sui tassi di interesse stanno facendo crollare Wall Street

Il presidente della Federal Reserve statunitense Powell ha lasciato intendere che ulteriori aumenti dei tassi di interesse potrebbero essere sospesi il prossimo anno. La notizia crea una crisi a Wall Street. I principali indici principali sono scambiati in significative carenze.

Le deboli speranze di porre fine ai rialzi dei tassi di interesse statunitensi hanno continuato a pesare su Wall Street. affiliato Dow Jones Ha perso il 2,3%, a 33.202 punti. Il Nasdaq Technology Index è sceso del 3,2% a 10.810, il più ampio Standard & Poor’s 500 Ha perso il 2,5% a 3.895 punti.

Indice S&P 500, ind. 3.886,66

Mercoledì sera, il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha espresso preoccupazione per un ciclo prolungato di rialzi dei tassi. Come previsto, la Federal Reserve americana ha alzato “solo” il suo tasso di interesse di riferimento di mezzo punto percentuale, dopo quattro aumenti dei tassi di 0,75 punti. Tuttavia, ha indicato che il prossimo anno sono imminenti ulteriori aumenti dei tassi. “Manterremo la rotta fino a quando il lavoro non sarà terminato”, ha detto Powell, smorzando le speranze di un taglio dei tassi nella seconda metà del 2023.

Inoltre, dati economici deludenti hanno accresciuto le preoccupazioni degli investitori. Le vendite al dettaglio di novembre sono diminuite più del previsto. I dati odierni hanno rafforzato l’opinione di Powell secondo cui combattere l’inflazione richiederà tempo, ha affermato l’analista di mercato Samir Samana del Wells Fargo Investment Institute. Per lo stesso motivo, l’indice del dollaro, che misura i prezzi rispetto alle principali valute, è salito di circa l’1%.

Netflix
Netflix 272,55

Nel frattempo, i deboli dati economici provenienti dalla Cina hanno sollevato dubbi sulla minore domanda di merci dal principale acquirente. Ciò ha fatto scendere il prezzo del WTI dell’1,4% a 76,21 dollari al barile (159 litri).

Netflix scivola

I titoli tecnologici, in particolare, hanno dovuto accettare perdite di prezzo a causa delle preoccupazioni sui tassi di interesse. Le azioni Apple, Amazon e Microsoft sono scese del 4,7%. Netflix è sceso dell’8,6%. Secondo la rivista online Digiday, il numero di utenti del nuovo abbonamento finanziato dalla pubblicità è solo l’80% del valore che il servizio di streaming ha promesso agli inserzionisti. Quindi possono richiedere sconti.

Tesla
Tesla 148,56

In Tesla, una vendita di azioni da 1 miliardo di dollari da parte del capo di Tesla e nuovo proprietario di Twitter Elon Musk ha inizialmente portato i tabloid a un minimo di due anni di 153,28 dollari. Tuttavia, sono poi diventati positivi e hanno chiuso in rialzo dello 0,6%. L’analista Seth Goldstein della casa di ricerca Morningstar ha scritto che crede che il titolo sia sottovalutato. Poiché il produttore di veicoli elettrici produce numeri relativamente piccoli, non prevede un forte calo della domanda nonostante una recessione incombente. Inoltre, Tesla potrebbe beneficiare di sussidi governativi per la sua Model 3.

READ  I gadget Bosch ridotti drasticamente questa settimana del Black Friday su Amazon