Dicembre 3, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Più dannoso per il clima dell’anidride carbonica: record misterioso di aumento del metano atmosferico

Più dannoso per il clima dell’anidride carbonica
Misterioso record di gas metano nell’atmosfera

Accanto all’anidride carbonica, il metano è uno dei gas serra più problematici. E recentemente, la sua concentrazione nell’atmosfera è aumentata più che in qualsiasi momento dall’inizio delle registrazioni. I ricercatori affrontano un enigma. Ma almeno hanno un’idea di quale regione del mondo provenga il metano in eccesso.

Da quando sono iniziate le misurazioni sistematiche, quasi 40 anni fa, la forte concentrazione di gas a effetto serra metano nell’atmosfera non è aumentata tanto quanto nel 2021. L’Organizzazione mondiale del clima (OMM) a Ginevra è perplessa: “Il motivo di questo aumento insolito è non è chiaro che sembri essere dovuto a processi sia biologici che artificiali”.

La concentrazione atmosferica di metano ha raggiunto un livello elevato nel 2021, così come l’anidride carbonica e il protossido di azoto, entrambi da quando sono iniziate le misurazioni di questi gas serra. Per quanto riguarda l’aumento delle concentrazioni di metano, il presidente dell’OMM Petteri Taalas a New York ha affermato che ci sono indicazioni che questo “proviene fortemente dai tropici dove ci sono le zone umide”. Inoltre, il metano proviene anche dalle attività agricole. Tuttavia, c’è “una tendenza all’aumento delle emissioni da fonti naturali – ma non abbiamo numeri molto affidabili”.

Il metano (CH4) è il secondo maggior contributore al cambiamento climatico dopo l’anidride carbonica (CO2). Viene creato dove la materia organica viene scomposta in assenza di aria. È 25 volte più dannoso per il clima dell’anidride carbonica, ma rimane nell’atmosfera per molto meno tempo. Nel caso del metano sono dieci anni buoni, e nel caso del biossido di carbonio, una buona parte è ancora nell’atmosfera anche a distanza di secoli.

16% dell’effetto del riscaldamento globale

L’anidride carbonica contribuisce per circa due terzi all’effetto serra, il metano un buon 16% e il protossido di azoto circa il 6,5%. Tutti i gas serra combinati hanno portato a un aumento medio della temperatura globale di 1,1 gradi dalla fine del 19° secolo. In Germania era di 1,6 gradi. Anche Talas ha visto qualcosa di positivo in questo sviluppo: il mondo non è attualmente sulla buona strada per raggiungere l’obiettivo di Parigi di 1,5 gradi, ma piuttosto di 2,5 gradi, ma: “La buona notizia è che non ci stiamo più dirigendo verso i tre o cinque gradi .” Il mondo sta iniziando a muoversi nella giusta direzione, ma non abbastanza velocemente.

Risaie sull’isola indonesiana di Bali – I ricercatori misurano un aumento delle concentrazioni di metano, soprattutto dai tropici.

(Foto: www.imago-images.de)

Secondo le stime dell’Organizzazione meteorologica mondiale (WMO), la concentrazione media globale di metano è aumentata di 18 a 1.908 parti per miliardo (ppb) nel 2021. Nell’anno precedente, l’aumento di 15 parti per miliardo era ben al di sopra della media. -termine. 1908 ppb è il 262% dei livelli preindustriali.

Gran parte di esso potrebbe provenire da zone umide e risaie, scrive l’Organizzazione meteorologica mondiale nel suo bollettino annuale sui gas serra. Non è chiaro se questo sia il risultato del cambiamento climatico, ad esempio perché le zone umide stanno diventando sempre più umide e calde. Più calda è la materia organica, più velocemente si decompone e l’idrolisi senza ossigeno aumenta le emissioni di metano.

“Variabilità annuale normale”?

Ma l’Organizzazione meteorologica mondiale ha anche scritto: “Il drammatico aumento potrebbe anche essere dovuto alla variazione naturale annuale”. Nel caso della CO2, l’aumento della concentrazione dal 2020 al 2021 è stato superiore alla media dei dieci anni precedenti. La concentrazione è aumentata da 2,5 a 415,7 parti per milione (parti per milione – particelle di anidride carbonica per milione di particelle) nel 2021. Ciò corrisponde al 149% del livello prima dell’inizio dell’industrializzazione intorno al 1750.

L’anidride carbonica viene prodotta, ad esempio, dalla combustione di carbone, petrolio e gas, dalla produzione di cemento e da altri processi industriali e dalla distruzione delle foreste. A seconda delle stazioni di misurazione e dei metodi di calcolo, i valori WMO si discostano leggermente dalle informazioni fornite dalla NOAA, ad esempio. L’Organizzazione meteorologica mondiale forma una media delle misurazioni da diverse stazioni.

READ  I coronavirus freddi innocui possono proteggere: la pratica della guarigione