Ottobre 6, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Meno carta igienica dall’Italia

Chs Roma ியில் In Italia, la più grande azienda cartaria del paese, secondo i propri rapporti, ha sospeso la produzione in sei cartiere. Il motivo addotto dal produttore Pro-Gest è “rapido aumento del prezzo del gas naturale”. L’azienda ha annunciato la chiusura “temporanea” di un totale di nove linee per la produzione di carta ondulata e velina. Oltre ai prezzi dell’energia, Pro-Zest fa riferimento all’aumento dei costi delle materie prime e dei costi di trasporto.

La produzione sarà solo un affare in perdita, afferma Francesco Jako, amministratore delegato dell’azienda di famiglia, che riferisce alla FAZ: solo la carta costa circa 680 euro a tonnellata per l’energia. Oggi circa 750 euro. Anche se negli ultimi anni il gruppo ha investito molto nell’ammodernamento e nelle prestazioni dei propri sistemi. “Questo è un momento molto importante e drammatico e dobbiamo affrontarlo il prima possibile”, ha detto Jako. La guerra in Ucraina, il prezzo del gas naturale è dieci volte superiore a quello di 12 mesi fa; In una settimana era triplicato. Ha invitato il governo italiano a intervenire, dicendo che “altrimenti l’intero ramo produttivo sarà distrutto”. Ad esempio, Jako afferma che il governo può intervenire sul mercato per garantire un prezzo del gas stabile.

READ  Le meduse di fuoco sono una seccatura per i vacanzieri sulle spiagge di Italia e Francia