Ottobre 5, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’Italia si allarga alla Germania in rialzo – La BCE affronterà presto il TPI?

Il 21 luglio, la BCE ha annunciato il suo ultimo strumento per affrontare il mantenimento gratuito dei prezzi nei mercati. Ufficialmente, l’obiettivo è rallentare gli eccessi speculativi sui mercati obbligazionari. Quello che la Bce intende per “eccesso speculativo” sono solo premi di rischio per i rendimenti dei titoli di Stato italiani, rispetto, ad esempio, ai titoli di Stato tedeschi creati liberamente sul mercato. La realtà è che il mercato internazionale dei capitali prevede un rischio di insolvenza più elevato per l’Italia nel rimborso dei titoli di Stato rispetto ai titoli tedeschi.

Si allarga il differenziale di rendimento tra Italia e Germania

Questo rischio è prezzato dal repricing dei titoli di Stato che rende l’Italia più redditizia della Germania. Al momento stiamo assistendo ai rendimenti dei titoli di stato tedeschi a 10 anni (un benchmark comunemente utilizzato per le obbligazioni europee). 1,31 per cento, e il 3,64 per cento per l’Italia. Lo spread, o distanza, è del 2,33 percento, o 233 punti base. Puoi vedere lo spread nel grafico grande alla fine dell’articolo. Maggiore è lo spread, minore è la fiducia dei mercati nell’Italia come creditore.

Negli ultimi sei mesi, il rendimento tedesco è aumentato dallo 0,21 all’1,31 per cento a seguito della variazione dei tassi di interesse. Ma i rendimenti italiani sono aumentati nettamente, dall’1,92 al 3,64 per cento. Anche se entrambi i paesi hanno la stessa banca centrale e la stessa valuta con gli stessi tassi di interesse, i rendimenti italiani stanno aumentando più rapidamente. La scorsa settimana il debito pubblico italiano per giugno ha raggiunto un nuovo record di 2,76 trilioni di euro (vedi il primo grafico che mostra una crescita costante negli ultimi 25 anni). Si può tirare un sospiro di sollievo dal momento che il debito italiano rispetto al PIL è attualmente al 126%, in leggero calo rispetto al 130% di un anno fa. Ciò è dovuto alla crescita della produzione economica, motivo per cui la percentuale di debito può diminuire leggermente.

READ  Casette in legno: come rendere sicura la tua casetta da giardino

L’Italia ha le elezioni tra quattro settimane

Ma il debito in Italia è in aumento. Ora la situazione potrebbe peggiorare di nuovo. In primo luogo, l’Europa è sull’orlo della recessione. E tra quattro settimane ci saranno le elezioni politiche in Italia. Allo stato attuale, ci sarà un nuovo governo da una coalizione di destra. Si può ora presumere che questo nuovo governo finanzierà i suoi doni elettorali ai suoi elettori indebitati. Se ciò accade, i mercati obbligazionari trasferiranno questo valore alle obbligazioni tedesche attraverso rendimenti ancora più elevati, poiché aumenta la probabilità di fallimento nazionale per l’Italia. Sebbene la BCE e l’UE non consentano tale fallimento, è ancora un sano “meccanismo di monitoraggio” dei mercati attraverso il quale vengono segnalati problemi ai governi.

La BCE sta implementando presto il TPI?

Con l’attuale divario di rendimento tra Italia e Germania a 233 punti base, non è giunto il momento per il TPI della BCE? A luglio, la BCE ha finalmente presentato una nuova sintesi. TPI sta per “Transmission Protection Instrument” il 21 luglio deciso, ma non ancora implementato. Lo spread di rendimento sarà ridotto con la vendita di obbligazioni del nord e un aumento mirato dell’acquisto di obbligazioni del sud. Quindi la BCE congela la funzione dei premi di rischio che segnalano problemi. fuori Testimoniare Cinque giorni fa il direttore della BCE Isabel Schnabel ha indicato che la BCE non aveva ancora attivato il TPI.


prove: tradingeconomics.com

Il seguente Grafico dello scenario aziendale Mostra il differenziale di rendimento tra Italia e Germania dal 2018. Lo spread è in forte crescita da 11 mesi, da 103 a 233 punti base. La differenza ora è grande quasi quanto lo era poco dopo lo scoppio della crisi del corona due anni fa – a quel tempo era di 240 punti. La BCE potrebbe ora decidere in qualsiasi momento di attivare il TPI, il che significa che potrebbe acquistare in modo aggressivo più titoli di stato italiani, il che abbasserebbe i rendimenti dei titoli italiani e si riverserebbe sulla Germania. Tuttavia, questa non è una soluzione a un problema, solo un insabbiamento artificiale e temporaneo di un problema.

READ  Marktheideenfelder ha ricordato un viaggio speciale in Italia

La crescita dei rendimenti è stata distribuita tra Germania e Italia dal 2018

Per leggere e scrivere commenti, clicca qui