L’emicrania è un fattore di rischio per l’ictus in giovane età

Date:

Share post:

Saveria Marino
Saveria Marino
"Analista incredibilmente umile. Esperto di pancetta. Orgoglioso specialista in cibo. Lettore certificato. Scrittore appassionato. Difensore di zombi. Risolutore di problemi incurabile."

Fumo, pressione alta, livelli elevati di colesterolo, fibrillazione atriale, mancanza di esercizio fisico: tutti questi sono tradizionalmente considerati fattori di rischio per l'ictus. Un nuovo studio dell’Università del Colorado mostra che i fattori di rischio non tradizionali probabilmente svolgono un ruolo importante nello sviluppo dell’ictus, soprattutto in giovane età.

Secondo i ricercatori, questi fattori di rischio non tradizionali includono disturbi della coagulazione del sangue, insufficienza renale, malattie autoimmuni e cancro, in particolare l'emicrania. Questi sono “significativamente associati allo sviluppo di ictus” nelle persone di età compresa tra 18 e 44 anni, ha scritto la Deutsche Ärzteblatt a proposito dello studio.

Fattori di rischio tradizionali e non tradizionali

Lo studio ha incluso i dati di un database di assicurazioni sanitarie per 2.618 persone che hanno avuto un ictus ed è stato confrontato con 7.827 set di dati di persone che non hanno avuto un ictus. È stato riscontrato che i fattori di rischio non tradizionali erano spesso fortemente associati all’ictus, soprattutto nelle persone di età inferiore ai 35 anni. L’emicrania era il fattore di rischio non tradizionale più importante per l’ictus tra le persone di età compresa tra 18 e 24 anni, rappresentando il 20,1% degli uomini e il 34,5% delle donne.

“Più i pazienti sono giovani al momento dell'ictus, più è probabile che l'ictus sia stato causato da un fattore di rischio non tradizionale”, afferma l'autrice principale Michelle Lippert dell'Università del Colorado. L’obiettivo ora è quello di indagare i meccanismi che sono alla base di questi fattori di rischio non tradizionali.

A partire dai 45 anni i tradizionali fattori di rischio diventano sempre più importanti. Questi sono associati a ictus nel 32% degli uomini e nel 38,9% delle donne. I prodotti non tradizionali rappresentavano il 19,4 e il 27,9%.

Related articles

Napoli: due morti e 13 feriti dopo il crollo di un balcone a Scampia

Un tragico incidente ha scosso il quartiere di Scampia a Napoli: è crollata la galleria di collegamento, provocando...

Shiloh Jolie, la figlia di Angelina Jolie, vuole eliminare il nome di suo padre Brad Pitt

Cosa accadrà dopo: Shiloh Jolie-Pitt vuole abbandonare il cognome di suo padre Brad Pitt e il mondo intero...

Rughe con l’avanzare dell’età e come accelerano il processo

Prima o poi a tutti verranno le rughe. Molti cercano di combatterlo con uno stile di vita...