La Meloni vuole usare la presidenza del G7 come una “grande vetrina”.

Date:

Share post:

Piero Esposito
Piero Esposito
"Appassionato di alcol. Ninja di Twitter. Amante della TV. Cade molto. Fanatico del caffè hipster."

A partire dal: 2 gennaio 2024 4:53

L’Italia ha assunto la presidenza del gruppo G7 delle principali democrazie industrializzate. Il Primo Ministro Maloney vuole sfruttare questo fatto per farsi un nome in politica estera e mettere l’immigrazione all’ordine del giorno.

Il luogo del vertice è simbolico: i capi di Stato e di governo dei sette più importanti paesi democratici industrializzati si incontreranno a giugno in Puglia, nel sud Italia – il simbolo di un obiettivo, dice il primo ministro Giorgia Meloni. Prosegue la presidenza italiana del G7. “La Puglia ha un significato simbolico particolare per la sua posizione geografica.” Nel corso dei secoli, la regione “è servita in gran parte da ponte tra l'Occidente e l'Oriente”.

Alta presenza in Africa

Al vertice del G7 in Puglia si costruiranno ponti anche sotto la guida italiana, ha annunciato Meloni, dall'Occidente democratico-industriale agli Stati dell'Asia e dell'Africa. Il politico di destra vuole concentrarsi su un tema: la migrazione.

Questo, dichiara la Meloni, «porteremo nel cuore del G7». A questo si collega “Focus sull'Africa”. Ci sono state “alcune deplorevoli sviste” qui in passato. È fermamente convinto, ha detto Meloni, in vista della sua presidenza del G7, che “l'Europa – e non solo l'Europa – deve essere più cooperativa con l'Africa”.

Negli ultimi mesi la Meloni ha ripetutamente spinto per accordi internazionali anti-immigrazione con i paesi africani. Nel suo Paese il Primo Ministro è sotto pressione quando si tratta di immigrazione. Il numero di immigrati in Italia è aumentato notevolmente sotto la Meloni. Durante la campagna elettorale ha predicato una politica dura. Da quando è entrato in carica, il leader del partito Fratelli d'Italia si batte per ottenere maggiore sostegno da parte dell'Unione Europea.

Procedure di asilo fuori dall'Unione

Ora vuole mettere la questione migratoria in cima all’agenda del G7. “Cercherà soprattutto di usarlo per guadagnare la sua immagine e confermare il suo precedente riconoscimento internazionale”, ha detto Giovanni Orsina, professore di politica alla Louis University di Roma, valutando le ambizioni della Meloni per il G7. Inoltre avanzerà “due o tre temi particolarmente importanti per l'Italia, come l'immigrazione”.

La Meloni deve ancora presentare piani concreti sulla migrazione per l'anno del G7 in Italia. La settimana scorsa, il capo del governo ha dovuto annullare per la seconda volta la sua conferenza stampa annuale a causa di problemi di salute.

In autunno, la Meloni fece scalpore con un accordo con l’Albania che avrebbe consentito all’Italia di svolgere per la prima volta procedure di asilo al di fuori dell’UE. Un tribunale albanese ha inizialmente sospeso l’accordo, ma si prevede che Meloni otterrà comunque il sostegno per la sua linea all’interno del G7.

La Meloni punta al riconoscimento

Il capo del governo italiano ha annunciato pubblicamente di voler lavorare nella presidenza del G7 per garantire che tutti gli Stati membri riaffermino il loro aiuto all'Ucraina. Anche la sicurezza energetica globale giocherà un ruolo nell'anno del G7 italiano. A questo si aggiungono anche i conflitti dei paesi del Medio Oriente.

Per la Meloni la presidenza del G7 ha anche un significato personale. Il politico di destra, che ha iniziato la sua carriera in un sistema neofascista, è ormai da un anno a capo dei più importanti Stati industriali democratici.

Orsina, professoressa di politica, afferma che la presidenza del G7 rappresenta per la Meloni un’opportunità per fare un passo avanti in politica estera. “La percezione è che anche la Meloni voglia usare la presidenza del G7 a proprio vantaggio”. Fin dall'inizio, dice Orsina, ha perseguito una “strategia molto creativa per legittimarsi” a livello internazionale. In generale la Meloni si sente più a suo agio su scala extraeuropea che su scala europea. Pertanto, ritiene il professore di politica romena, “il G7 è per loro una grande vetrina”.

Anche il summit in Puglia a giugno riceverà sicuramente delle belle foto. L'incontro avrà luogo presso il resort di lusso Borgo Egnazia.

Jörg Seisselberg, ARD Roma, tagesschau, 1 gennaio 2024 17:18

Related articles

Gli albergatori altoatesini si preoccupano per i loro affari in Italia

Pagina inizialeil mondostava in piedi: 14 luglio 2024, 5:37Da: Mark StobbersPremeredivisoL'imminente ristrutturazione del ponte Luke sull'autostrada del Brennero...

Presso la società di ingegneria meccanica Illig andranno persi 200 posti di lavoro

Home pageun lavorostava in piedi: 14 luglio 2024 alle 15:17da: Mark Stoffers, Marcel ReichInsisteDivideL’ondata di bancarotte della Germania...

Una nuova ricerca confuta anni di ipotesi

Home pageLo sappiamostava in piedi: 14 luglio 2024, 14:34da: Tanja BannerInsisteDivideIl clima di Marte potrebbe essere stato diverso...