Gennaio 26, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“La Germania perderà l’anno prossimo”

Il 2022 è stato un anno nero per i centrocampisti. D’altra parte, il prossimo anno di mercato finanziario dovrebbe essere ancora migliore, se supporta le giuste classi di attività.

Un calo del 9,4% sull’indice azionario tedesco (DAX), perdite del 14,9% e del 27,6% sugli importanti indici statunitensi S&P 500 e Nasdaq Composite: dall’inizio dell’anno, il mercato azionario è in calo quasi esclusivamente.

L’invasione russa dell’Ucraina, la massiccia inflazione che ne è derivata e, soprattutto, il conseguente aumento dei tassi di interesse hanno fatto scendere drasticamente i prezzi delle azioni in tutto il mondo. È stato peggio per i vecchi titoli di Stato e societari, che hanno quasi dimezzato il loro valore a causa dello spostamento dei tassi di interesse. Anche l’oro, considerato un “rifugio sicuro” in tempi di alta inflazione, non poteva controbilanciare l’inflazione.

Il 2023 sarà altrettanto brutto? O ora è di nuovo in aumento, così che gli investitori finalmente ottengono di nuovo qualcosa per i loro soldi?

Aspettatevi un ulteriore aumento dei tassi di interesse

Anne-Catherine Petersen di Blackrock, il più grande gestore patrimoniale del mondo, affronta queste domande in dettaglio. Il suo credo: sì, i mercati azionari sono di nuovo in via di guarigione, ma il mondo finanziario avrà un aspetto diverso da quello che gli investitori conoscono finora.

“Prima di tutto, dobbiamo dire: il 2022 è stato un anno da dimenticare”, afferma in un’intervista a T Online. In generale, nessun tipo di investimento ha almeno ottenuto il proprio valore. “Ma ora c’è speranza: il 2023 sarà probabilmente un anno di svolta. Tuttavia, gli investitori dovranno superare alcuni schemi di pensiero”. Significa specificamente, tra l’altro:

  • Alta inflazione: I prezzi al consumo continueranno a svilupparsi dinamicamente nel prossimo anno. In Germania e in Europa, l’inflazione raggiungerà il picco solo nei prossimi mesi. “Il problema dell’inflazione non scomparirà del tutto”, afferma Petersen, “è probabile che vedremo l’obiettivo di inflazione della banca centrale di circa il 2% avvicinarsi di nuovo solo dal 2024”.
  • Comportamento delle banche centrali: : A differenza degli anni precedenti, la Federal Reserve americana e la Banca centrale europea (BCE) accetteranno un arresto dell’economia a causa di tassi di interesse più elevati per contrastare i rischi di inflazione. L’esperto del mercato dei capitali stima che “solo quando i danni che gli alti tassi di interesse stanno causando alla condizione economica delle imprese e delle famiglie diventeranno evidenti, le banche centrali rallenteranno il tasso di trasformazione”. Ciò a sua volta significa che i tassi di interesse, che sono aumentati notevolmente fino a poco tempo fa, continueranno a salire per un po’ di tempo – non vi è alcun sostegno per l’economia dalla politica monetaria. Petersen: “Il 2023 sarà probabilmente un anno di interruzioni della politica dei tassi di interesse, non di importanti tagli dei tassi”.

“Prevediamo che sia l’inflazione core, ovvero l’inflazione escludendo i prezzi dell’energia e dei generi alimentari, sia il tasso di inflazione complessivo nell’eurozona saranno ben al di sopra del 2% nel 2023”, ha dichiarato mercoledì Ulrich Katter, capo economista di Decca.

La Germania prevede una recessione

La Germania è stata colpita in modo particolarmente duro. Perché: a differenza della media dell’Eurozona, gli economisti Deka in Germania prevedono che l’economia si contrarrà il prossimo anno. Nel complesso, è probabile che il PIL diminuisca dello 0,7% nel 2023.

In breve, in termini di economia, questo si può dire, dice Kater: “L’anno prossimo, la Germania perderà. La crisi significa che tutti noi perderemo cinque anni per costruire la prosperità”.

Ma il bello è che se riesci ancora a investire dei soldi nonostante l’alto costo della vita, secondo le stime degli esperti, hai buone possibilità di recuperare almeno in parte la perdita di valore.

Le obbligazioni societarie stanno diventando più attraenti

Perché non importa quanto drammatica sia la situazione per l’economia reale, ci sono segnali di una tendenza al rialzo nei mercati dei capitali. Ciò vale soprattutto per il trading di titoli di stato e obbligazioni societarie, afferma Petersen, esperto di BlackRock: “I tassi di interesse sono tornati. Dopo l’evidente aumento dei rendimenti nel mercato obbligazionario di quest’anno, le obbligazioni sono di nuovo competitive con le azioni con previsione di 2023. .”

L’esperta di BlackRock Ann-Kathryn Petersen: “È richiesto l’istinto”. (Fonte: BlackRock)

Gli investitori non dovrebbero nemmeno cercare scadenze lunghe che vincolano il capitale per un periodo più lungo, e quindi corrono il rischio di essere influenzati dalle variazioni dei tassi di interesse. Ritengono invece che gli investitori dovrebbero guardare alle obbligazioni a breve termine con una durata massima da uno a tre anni.

“Le aziende con rating di credito più elevati, bilanci resistenti alle intemperie, possono essere interessanti”, afferma Petersen. “Negli Stati Uniti e nell’area dell’euro, sono superiori al rendimento da dividendo, a circa il cinque percento”.

Queste industrie sono attraenti ora