La cometa dalle “corna del diavolo” si avvicina sempre di più alla Terra

Date:

Share post:

Saveria Marino
Saveria Marino
"Analista incredibilmente umile. Esperto di pancetta. Orgoglioso specialista in cibo. Lettore certificato. Scrittore appassionato. Difensore di zombi. Risolutore di problemi incurabile."
  1. Home page
  2. Lo sappiamo

Violente esplosioni fanno apparire le “corna del diavolo” sulla cometa 12P/Pons-Brooks. Tuttavia, questo non è un cattivo presagio.

FRANCOFORTE – Le comete erano considerate portatori di sfortuna. Se vedi una cometa nel cielo, questo è considerato un brutto segno. Quei tempi sono finiti, per fortuna, altrimenti dovresti visitarlo presto La cometa 12P/Pons-Brooks È stato interpretato come un presagio particolarmente negativo. La cometa ha sviluppato “corna da diavolo” per diverse eruzioni e ha soprannomi come “Cometa del diavolo” e anche “Falcone del Millennio” perché ha una certa somiglianza con un’astronave dei film “Star Wars”.

La cometa 12P/Pons-Brooks è una cosiddetta “cometa periodica” che si avvicina al Sole ogni 71 anni. Ciò accadrà di nuovo nella primavera del 2024, quando la cometa si avvicinerà prima al Sole e poi alla Terra. È già in viaggio verso la Terra. Raggiunge il punto più vicino al Sole, chiamato perielio, il 21 aprile 2024. 12P/Pons-Brooks si trova quindi a 0,78078 unità astronomiche (circa 117 milioni di km) dal Sole.

Le comete sono “palle di neve sporche” composte da ghiaccio, polvere e gas. (Avatar) © IMAGO/Kyodo Notizie

La cometa 12P/Pons-Brooks si avvicina al Sole e alla Terra

Ci vorrà del tempo prima che la cometa raggiunga il punto di massimo avvicinamento alla Terra: ciò avverrà solo il 2 giugno 2024, e per un breve periodo si troverà a sole 1,55 unità astronomiche (circa 232 milioni di chilometri) dalla Terra. Si dice che man mano che la cometa si avvicina al Sole e alla Terra diventi più luminosa: con un po’ di fortuna puoi vederla ad occhio nudo. Tuttavia, è più probabile la visione binoculare piccola.

C’è un problema nell’osservazione della cometa: poco dopo aver raggiunto il perielio, 12P/Pons-Brooks saluterà l’emisfero settentrionale. Può essere visto solo dall’emisfero meridionale mentre si avvicina alla Terra.

Se vuoi vedere la cometa prima che diventi invisibile dall’emisfero settentrionale, cercala ad aprile. All’inizio del mese si troverà nella costellazione dell’Ariete, ma sarà anche vicino al Sole, quindi sarà visibile solo al crepuscolo. Dal 12 al 14 aprile, la cometa potrà essere tracciata utilizzando il luminoso pianeta Giove situato vicino ad essa. Nel suo punto più vicino al Sole, la cometa si trova nella costellazione del Toro.

12 F/Pons Brooks
Cometa vulcanica fredda periodica
1812 di Jean Louis Ponce e 1883 di William Robert Brooks
21 aprile 2024 alle 0,78078 UA
2 giugno 2024 alle 1,55 UA

La cometa 12P/Pons-Brooks è una ‘vecchia conoscenza’

La cometa 12P/Pons-Brooks non è un corpo celeste nuovo per gli astronomi. Fu scoperta da Jean-Louis Pons nel luglio 1812. La seconda parte del suo nome deriva da William Robert Brooks, che la riscoprì nel 1883. Tuttavia sono stati registrati avvistamenti precedenti della cometa, ad esempio nel 1385 e nel 1457.

12P/Pons-Brooks è una cometa vulcanica fredda. Gas e ghiaccio si accumulano al suo interno e fanno esplodere violentemente la cometa. È così che sono nate le “corna del diavolo” formate dalla cometa estiva.

Nell’autunno del 2024, un’altra cometa sarà probabilmente visibile ad occhio nudo: la cometa C/2023 A3 (Tuchinshan-ATLAS) potrebbe dare un grande spettacolo, ma questo non è affatto certo. (fattura non pagata)

Related articles

Sono stati segnalati più casi di Oropouche: la clinica fornisce i dettagli

Pagina inizialeil mondostava in piedi: 20 luglio 2024, 6:20Da: Vittoria CrumbeckPremeredivisoIn Italia sono stati segnalati nuovi casi di...

La figlia di Valya è dovuta andare in ospedale!

Samira Yavuz è preoccupata: sua figlia Valya è dovuta andare in ospedale!bromflashSamira W Serkan Sono diventati genitori per...

Il campione olimpico Harting si lamenta di “un’ideologia orientata alle minoranze”

L’atletica tedesca è in crisi. Il campione olimpico Robert Harting ha una visione chiara delle ragioni e...