Settembre 27, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Indice DAX con un nuovo minimo dell’anno: tristezza in borsa

Stato: 23/09/2022 12:22

L’umore nel mercato azionario è ancora cupo e il DAX sta crollando. I tassi di interesse e i timori di recessione hanno una forte presa sul mercato. Anche l’Euro sta perdendo sempre più forza.

Chiunque abbia scommesso su un contromovimento nel mercato azionario dopo le perdite durante la settimana finora è rimasto deluso. L’indice DAX non riesce a recuperare a metà giornata e continua ad aumentare le sue perdite. A mezzogiorno era addirittura al di sotto del livello più basso dell’anno a 12.390 punti, più debole di circa l’1,4%. Il nuovo calo giornaliero è stato di 12.357 punti. Su base settimanale, sembra essere una perdita significativa di circa il 3%, con l’indice negativo annualizzato che si espande a oltre il 22%. I tentativi di riscattare fino a 12.781 punti sono stati nuovamente annullati mercoledì e giovedì.

La stagnazione è una conseguenza imposta

Le aspettative sui tassi di interesse rimarranno il tema dominante del mercato azionario dopo le principali banche centrali occidentali Sotto la guida della Federal Reserve (Fed) Nella lotta contro l’inflazione, le redini della politica monetaria sono state recentemente inasprite. Il presidente della Fed Jerome Powell ha chiarito che la banca accetterà anche un rallentamento economico, sollevando i timori di una recessione.

“Il fatto che l’Europa stia almeno entrando in una recessione è ora messo in discussione da pochissimi”, ha affermato l’analista Jens Heyrdak di Webberbank. Poiché l’economia interna risente degli alti tassi di interesse delle banche centrali e della crisi energetica causata dalla guerra in Ucraina, è probabile che la deflazione sia più pronunciata che negli Stati Uniti.

Diminuzione dell’attenzione annuale sul DAX

Il gestore di portafoglio Thomas Altmann di QC Partners si concentra sul calo annuale di 12.390 punti dell’indice DAX. “Se il calo annuale è sottostimato, il round di 12.000 e quindi il minimo di ottobre 2020 (11.450 punti) saranno al centro dell’attenzione”, ha affermato l’esperto.

“Ma c’è sicuramente speranza. Ultimamente, i cacciatori di occasioni sono sempre entrati nel mercato nei giorni deboli. I cacciatori di occasioni possono assicurarsi che il DAX trovi supporto al più tardi nella regione dei suoi minimi annuali”. Tuttavia, vede le elezioni parlamentari italiane di domenica, dove ci sono segnali di uno spostamento a destra, come un attuale fattore di rischio.

Airbus dopo l’ordine della Cina al vertice del DAX

Contrariamente a questa tendenza, le azioni del produttore di aeromobili franco-tedesco Airbus sono aumentate in modo significativo e hanno preso il comando dell’indice DAX. Airbus ha recentemente riportato una domanda significativa dalla Cina, che è stata ben accolta dagli investitori. Xiamen Airlines, parte di China Southern Airlines, ha annunciato l’acquisto di 40 aeromobili della serie A320neo di fascia media, è stato annunciato ieri a Guangzhou.

READ  Il nuovo vaccino Corona di Novavax: approvazione del vaccino tradizionale fornito dall'Organizzazione Mondiale della Sanità

Secondo un portavoce della società, la domanda è in cima ai principali ordini cinesi a luglio. China Southern Airlines, Eastern China, Air China e Shenzhen Airlines hanno ordinato un totale di 292 aeromobili della famiglia A320neo. Questo è il primo ordine di Airbus per Xiamen Airlines, ha affermato un portavoce del produttore di aeromobili europeo. Finora, l’azienda si è affidata solo alle macchine della rivale americana Boeing.

È probabile che Wall Street apra più debole di così

A New York, i principali futures su indici azionari indicano un altro giorno di perdite. Wall Street era già in rosso il giorno prima e si chiude più facilmente. Dopo il terzo aumento consecutivo dei tassi di interesse negli Stati Uniti, gli investitori stanno diventando più preoccupati per la recessione come danno collaterale nella lotta contro l’inflazione elevata. C’è di nuovo un rischio al ribasso, specialmente sul Nasdaq sensibile agli interessi.

perdite in asia

Anche le borse asiatiche sono scese alla fine della settimana. Con le perdite, i mercati dell’Estremo Oriente hanno seguito la linea di Wall Street. Le tasse erano relativamente semplici. Gli strateghi di Deutsche Bank hanno notato che su base settimanale, anche i prezzi della regione hanno avuto una tendenza al ribasso, scendendo per la sesta settimana consecutiva. Non c’era circolazione in Giappone a causa di un giorno festivo. L’indice Nikkei ha perso lo 0,58% giovedì a 27.153 punti.

Le cose andavano un po’ meglio negli scambi cinesi, che, come spesso accade, vivevano una certa vita propria. E l’indice CSI 300 delle 300 società più importanti delle borse cinesi continentali ha perso lo 0,2 per cento a 3.866 punti. L’Hang Seng nella regione amministrativa speciale di Hong Kong è sceso dell’1,2%.

Continua il crollo della pace dell’euro

L’euro continua a scendere costantemente, estendendo significativamente le sue perdite giornaliere a metà giornata e nel frattempo Meno della pari con il dollaro ha cominciato a stabilirsi. È quindi inferiore rispetto a 20 anni fa. Attualmente, solo $ 0,9742 vengono pagati per 1 euro. È chiaro che gli operatori di mercato non crederanno più che la Banca centrale europea possa tenere il passo con la Federal Reserve, aumentando la pressione sulla moneta comune.

I responsabili degli acquisti sono sempre più pessimisti

A settembre, l’economia tedesca si è contratta in modo più marcato rispetto all’inizio della pandemia di Corona, quasi due anni e mezzo fa, a causa dell’inflazione elevata e degli alti tassi di interesse. Il PMI del settore privato – manifatturiero e servizi insieme – è diminuito di 1,0 a 45,9 punti. Questo è il livello più basso da maggio 2020, ha affermato stamattina il fornitore di servizi finanziari S&P Global, nel suo sondaggio mensile su quasi 800 aziende. Pertanto, la scala, ampiamente osservata nei mercati finanziari, è ben al di sotto della soglia di 50 e da questo punto in poi indica una crescita.

READ  A causa della norma sulle emissioni Euro 7: Volkswagen prevede prezzi più elevati per le auto a combustione

L’economista di Standard & Poor’s Phil Smith ha commentato lo sviluppo: “Alla luce del rallentamento accelerato e dell’ulteriore deterioramento degli indicatori chiave, è probabile che l’economia tedesca si contragga nel terzo trimestre del 2022”. “E anche le prospettive per il quarto trimestre non sono molto positive”.

Il sentiment delle imprese nell’Eurozona è ulteriormente peggiorato a settembre. L’indice S&P Global Purchasing Managers’ Index è sceso di 0,7 punti a 48,2 punti rispetto al mese precedente. Quindi l’indice è più basso di 20 mesi fa. “C’è una stagnazione sulla carta nella zona euro a causa del deterioramento della situazione economica e dell’aumento della pressione sui prezzi a causa dei maggiori costi energetici”, ha affermato Chris Williamson, capo economista di Standard & Poor’s.

I veicoli commerciali sono meno richiesti nell’UE

La domanda di veicoli commerciali nell’UE rimarrà debole anche in estate. Ad agosto, con 110.261 esemplari, i veicoli commerciali sono stati immatricolati l’8% in meno rispetto all’anno precedente, secondo l’associazione di settore Acea venerdì a Bruxelles. A luglio, il calo è stato del 17,4%. Dall’inizio dell’anno, il calo è stato del 18,8 per cento a circa 1,05 milioni di veicoli.

Responsabile del calo è il continuo calo delle immatricolazioni di veicoli commerciali leggeri fino a 3,5 tonnellate, che rappresenta la maggior parte delle nuove immatricolazioni. Al contrario, la domanda di autocarri pesanti è aumentata e in agosto i produttori dei mercati chiave di Francia, Germania e Italia hanno nuovamente subito una flessione. La Spagna, invece, ha registrato una crescita.

Daimler Truck ha sede in Cina

Daimler Truck, membro di DAX, produce per la prima volta camion Mercedes-Benz in Cina. Nella joint venture con il produttore cinese Foton Motor di Huairou, a nord di Pechino, venerdì è stato dato il via libera alla produzione nazionale dei trattori per semirimorchi Actros.

“La Cina è il più grande mercato mondiale di autocarri pesanti e offre un notevole potenziale di crescita”, ha affermato Karl Diebin, Presidente dell’Asia e membro del Consiglio di amministrazione di Daimler Trucks. È il primo camion Mercedes “Made in China for China”.

READ  Inflazione e stagnazione: questi titoli sono i più gratificanti in questo momento

Lo stabilimento di Pechino Foton Daimler Automotive (BFDA) comprende due linee di produzione di trattori stradali con due diversi tipi di motori, sviluppati sulla piattaforma globale di Daimler Trucks. Da quando l’Actros è stato lanciato sul mercato nel 1996, più di 1,5 milioni di unità di questo modello sono state vendute in tutto il mondo. Nella joint venture costituita nel 2012, Daimler Truck e Foton hanno finora costruito congiuntamente autocarri a marchio Foton Aumann.

Giornata nera per Hypoport

La quota del fornitore di servizi finanziari Hypoport crolla di oltre un terzo in SDAX. La società ha sospeso gli obiettivi annuali a causa della debole domanda. La sera prima della chiusura della borsa di Berlino, Hypoport ha affermato che le attuali prospettive per l’anno sarebbero state “chiaramente ignorate”. Non è possibile prevedere se la riluttanza dei consumatori a finanziare la proprietà privata finirà con l’avanzare dell’anno. La seconda metà dell’anno ha mostrato finora una domanda molto debole.

Per il terzo trimestre, le vendite dovrebbero essere leggermente inferiori al livello dell’anno precedente e l’EBIT bilanciato su base intermedia.

Boeing deve pagare una multa di $ 200 milioni

Boeing Aviation Group è in controversia con la US Securities and Exchange Commission dopo l’incidente del 737 Max Paga una grossa somma di milioni. La Securities and Exchange Commission ha accusato la società e l’allora presidente della Boeing, Dennis Muilenburg, di aver fuorviato gli investitori sulla sicurezza del 737 Max. La Securities and Exchange Commission ha annunciato giovedì (ora locale) che Boeing dovrebbe pagare una multa di 200 milioni di dollari USA (circa 203 milioni di euro) e Muilenburg una multa di 1 milione di dollari USA. Né Boeing né Muilenburg hanno ammesso alcun illecito, ma entrambi hanno accettato di pagare.

La rivale Airbus ha accettato di pagare più di 2,5 miliardi di dollari di multe con il Dipartimento di Giustizia all’inizio del 2021 per accuse di frode e cospirazione legate allo scandalo. Dopo due incidenti che hanno causato un totale di 346 morti, Boeing è stata oggetto di pesanti critiche: l’azienda è entrata in crisi. Al pilota del 737 Max è stato impedito di decollare per un lungo periodo dopo due incidenti.