Agosto 17, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Incredibili visioni dell’universo: la NASA pubblica foto

  1. Pagina iniziale
  2. Conoscenza

creatura:

a: Tanya Banner

La regione di formazione stellare della Nebulosa Carina vista dal telescopio spaziale James Webb. Il contrasto più elevato, la ricchezza di dettagli e le galassie che possono essere viste ovunque sullo sfondo sono assolutamente sorprendenti. © NASA, ESA, CSA, STScI

Dopo decenni di attesa, il James Webb Space Telescope è pronto per l’uso e fornisce le prime immagini dalle profondità dell’universo: una pietra miliare.

Greenbelt – Innumerevoli persone in tutto il mondo stanno aspettando questo momento: The Telescopio spaziale James Webb dalle organizzazioni spaziali NasaE finalmente Esa e CSA stanno lavorando a pieno regime. Le prime immagini a colori che sono già state rilasciate mostrano cosa può fare il telescopio spaziale più costoso e potente fino ad oggi – ed è esattamente quello che ci si aspettava in precedenza: il James Webb Telescope offre uno sguardo completamente nuovo nelle profondità dell’universo.

Questo sta già mostrando La prima immagine, pubblicato in anticipo dalla NASA con il presidente degli Stati Uniti Joe Biden. Il cosiddetto “campo profondo” guarda nelle profondità dell’universo. Migliaia di galassie possono essere viste nell’immagine: è “l’immagine a infrarossi più profonda e accurata dell’universo fino ad oggi”, secondo la NASA. Se dai un’occhiata più da vicino ai numeri che accompagnano l’immagine, potresti avere le vertigini: per la prima immagine, non è raffigurata gran parte del cielo, ma solo una piccola parte.

Se sei in piedi a terra e tieni un granello di sabbia a circa un braccio di distanza da te verso il cielo, il granello di sabbia copre una sezione simile a quella raffigurata da Webb. È difficile credere che migliaia di galassie siano di casa in uno spazio così piccolo.

Telescopio spaziale “James Webb”: la NASA presenta le prime immagini dalle profondità dell’universo

L’ammasso di galassie SMACS 0723 può essere visto nell’immagine Funziona come una lente gravitazionale E le galassie dietro di loro si gonfiarono. “Stiamo guardando indietro di oltre 13 miliardi di anni”, ha detto il presidente della NASA Bill Nelson al presidente degli Stati Uniti quando è stata mostrata l’immagine. “Ci sono voluti più di 13 miliardi di anni prima che la luce che vedi in uno di questi piccoli punti arrivasse a noi”, ha detto Nelson.

In effetti, è difficile immaginare cosa contenga una singola immagine “Web”, il presidente degli Stati Uniti Biden parla di “incredibile, mi lascia a bocca aperta” e Nelson lo mette in poche parole: “100 anni fa pensavamo che ci fosse solo una galassia. Ora il numero di galassie è illimitato. Nella nostra galassia ci sono miliardi di stelle, e ora ci sono miliardi di galassie con miliardi di stelle”. Quindi puoi capire perché l’esperto astronauta e co-presidente della NASA ha detto in anticipo a Pamela Milroy la seguente frase sulle immagini: “Quello che ho visto mi ha commosso come scienziato, come ingegnere e come essere umano”.

Operatore o operatore: NASA, Agenzia spaziale europea, Agenzia spaziale canadese
Cominciato: 25/12/2021
Costi: 10 miliardi di dollari
Distanza dal suolo: 1,5 milioni di km
diametro specchio: 6,5 metri
dimensione del parasole: 21 x 14 metri

Il telescopio spaziale aspetta con impazienza da anni

Con la sua prima immagine e i dati di accompagnamento, il James Webb Space Telescope ha già offerto agli scienziati molto nuovo lavoro. Il capo della NASA Nelson lo riassume così: “Possiamo rispondere a domande che ancora non sappiamo”. Ma i ricercatori non vedono l’ora di arrivare ai giorni nostri e aspettano con impazienza nuovi dati – dopotutto, il telescopio James Webb è già stato atteso con impazienza per molti anni. Il suo scopo è consentire agli astronomi di condurre ricerche completamente nuove. “Il telescopio rileverà la luce della prima generazione di galassie che si sono formate nell’universo primordiale dopo il Big Bang e Rilievo delle atmosfere dei vicini esopianeti per possibili segni di abitabilitàEric Smith, scienziato del software presso la NASA Web, spiega.

John Mather, scienziato Webb presso il Goddard Space Flight Center della NASA e premio Nobel, non vede l’ora del prossimo lavoro: “Cosa è successo dopo il Big Bang? In che modo l’universo in espansione ha raffreddato e prodotto buchi neri, galassie, stelle, pianeti e umani? “Un nuovo telescopio spaziale dovrebbe aiutare i ricercatori a rispondere a tali domande e guardare più lontano nel passato. Sappiamo che l’universo ha 13,8 miliardi di anni. “Stiamo quasi tornando all’inizio”, ha affermato Nelson, CEO della NASA.

James Webb Space Telescope: Joe Biden parla di un “telescopio miracoloso”

Anche il presidente degli Stati Uniti Biden parla di un “telescopio miracoloso” che apre una “nuova finestra sulla storia del nostro universo”. Nella maggior parte dei casi, la pietà e l’esagerazione americana sono esagerate – nel caso del James Webb Space Telescope, sembra appropriato. Dopotutto, è incredibile ciò che il telescopio ha già ottenuto con le sue prime immagini: dare al mondo una visione completamente nuova dell’universo.

Il telescopio Webb è riuscito a farlo con la seconda immagine pubblicata. Questo non mostra direttamente un corpo celeste, ma piuttosto uno spettro dall’atmosfera dell’esopianeta WASP-69 b. Il pianeta simile a Giove orbita attorno alla sua stella in 3,4 giorni ed è estremamente caldo. Nonostante ciò, Webb ha rilevato vapore acqueo nella sua atmosfera, nonché prove di nuvole e nebbia. Lo studio degli esopianeti è un compito importante per il telescopio spaziale Webb. In futuro, oltre agli esopianeti, cioè i pianeti al di fuori del nostro sistema solare, verranno esaminati anche i pianeti all’interno del nostro sistema solare, così come gli asteroidi e le comete.

Il diametro dello specchio primario del telescopio spaziale è
Lo specchio principale del telescopio spaziale James Webb ha un diametro di 6,5 metri ed è composto da 18 segmenti individuali. Dovrebbe fornire una visione senza precedenti delle profondità dell’universo. (Foto d’archivio © NASA / Chris Gunn

Telescopio spaziale James Webb: straordinarie immagini dettagliate dell’universo

Le immagini della Nebulosa Anello Meridionale e della regione di formazione stellare “Carina Nebula”, riprese anche dal telescopio “Webb”, mostrano meravigliosamente come il nuovo telescopio spaziale differisca dal suo “predecessore”, il telescopio spaziale Hubble: la risoluzione è molto più alta , si possono vedere molti più dettagli rispetto all’immagine di Hubble. Anche la registrazione di Stephen Quint è fantastica. Tutte le immagini hanno una cosa in comune: oltre alla ricchezza di dettagli e alla molteplicità di galassie che si possono vedere improvvisamente sullo sfondo, tutte le immagini sono state catturate più velocemente delle immagini di Hubble. Ad esempio, il “campo profondo” di Webb ha richiesto 12,5 ore di esposizione – Hubble ha avuto bisogno di diverse settimane per questo.

bollettino satellitare

Ti interessano le meraviglie dell’universo? poi Iscriviti alla newsletter satellitareche ti informa sugli argomenti attuali due volte al mese.

In effetti, il nuovo telescopio spaziale James Webb sembra aprire una nuova finestra sull’universo. Resta da vedere come la ricerca utilizzerà il telescopio e quali sorprese ha ancora in serbo l’universo. (scheda)

READ  Corona Dortmund: decisione sullo screening + discussione sulla chiusura delle scuole