Il più grande vulcano marino che minaccia l’Italia è appena in eruzione

Date:

Share post:

Piero Esposito
Piero Esposito
"Appassionato di alcol. Ninja di Twitter. Amante della TV. Cade molto. Fanatico del caffè hipster."
  1. Pagina iniziale
  2. il mondo

Il vulcano più grande d’Europa non sono i Campi Flegrei o l’Etna: è una gigantesca montagna di fuoco sotto la superficie del mare in Italia.

NAPOLI — Nessun vulcano sta facendo notizia in questo momento come il supervulcano dei Campi del Flagraion vicino a Napoli. E il Vesuvio L’Etna vicino alla città portuale italiana o alla Sicilia è famoso. Ma sotto la superficie delle acque del Mar Tirreno, a metà strada tra Napoli e il capoluogo siciliano Palermo, si trova un vero e proprio gigante vulcanico: Marsiglia.

Vulcano sottomarino al largo delle coste italiane: Marsili attivo, lo dimostra la ricerca

Un enorme vulcano sottomarino può essere visto nelle immagini del sonar sottomarino. ©Divulgazione Scientifica/youtube

Il vulcano sottomarino si erge a circa 3000 metri dal fondo del Mar Mediterraneo, rendendo Marsiglia il vulcano sottomarino più alto d’Europa. La sua sommità si trova a circa 450 metri sotto la superficie dell’acqua. Marsili fu scoperto solo nel 1920 e prese il nome dal naturalista italiano Luigi Fernando Marsili (1658 – 1730). Questo vulcano gigante è largo 30 chilometri e lungo 70 chilometri. Per fare un confronto: il vulcano terrestre più grande d’Europa, l’Etna, ha un diametro di circa 45 chilometri.

Secondo l’Istituto di Geofisica e Vulcanologia (INGV) di Roma, il Marsili, formatosi circa un milione di anni fa, presenta una fessura centrale e 80 crateri laterali più piccoli. Le ultime eruzioni di Marsiglia avvennero tra 2.100 e 3.000 anni fa. “Gli eventi con un basso indice di esplosione si sono verificati soprattutto nella parte centrale dell’edificio, ad una profondità compresa tra 800 e 1000 m”, spiega il ricercatore dell’INGV Guido Ventura. “Le indagini dimostrano che il mostro sottomarino è ancora attivo”, afferma l’INGV. Tuttavia, i ricercatori hanno attualmente rilevato solo fughe di gas sottomarino e piccoli terremoti. Ma il gigante ha una situazione davvero disastrosa.

Un vulcano fuso striscia sul fondo dell’oceano vicino alle Hawaii.
Un vulcano sottomarino erutta lava, qui vicino all’isola di Kilauea (Hawaii). © imago stock&people

Il gigantesco vulcano italiano potrebbe provocare il caos

I geologi sospettano che i ripidi pendii del vulcano Marsili siano in pericolo di collasso e che un’eruzione potrebbe esserne la causa. Il presidente dell’Ingv, Enzo Boschi, ha dichiarato al Corriere della Sera: “Pertanto nelle zone costiere del Sud Italia il rischio tsunami è alto”. Quando le pareti vulcaniche si rompono, grandi volumi di materiale possono collassare rapidamente. La ragione Si scatenerà così un’ondata che potrà raggiungere le coste della Campania, della Calabria e della Sicilia. Potrebbe succedere domani.”, Boshi ha detto. Un video di YouTube mostra questa scena.

Secondo gli esperti, fare previsioni precise è impossibile. Secondo Boshi, la grande quantità di magma nella camera magmatica del vulcano e la sua struttura instabile potrebbero indicare che “il vulcano è attivo e potrebbe eruttare da un momento all’altro”. Uno tsunami può distruggere grandi città come Napoli, Palermo o Cagliari in Sardegna. così come centinaia di piccole città e paesi costieri. Anche l’intrusione di grandi volumi di magma senza un’eruzione può destabilizzare i fianchi di un vulcano.

L’Italia minacciata dallo tsunami: nuovi terremoti a Marsiglia fanno riflettere i ricercatori

Il gigante di lava sottomarino viene monitorato automaticamente 24 ore su 24 dalla stazione di acque profonde GEOSTAR (Stazione geofisica e oceanografica per la ricerca sugli abissi). I sismografi di Marsiglia hanno registrato una maggiore attività negli ultimi mesi: a dicembre sono stati misurati dieci terremoti intorno a Marsiglia in dodici ore, due dei quali di magnitudo 4.0 e 4.1. Più recentemente, il 28 settembre 2023, si è verificato un altro terremoto sul bordo del vulcano marino, questa volta di magnitudo 3,2.

Una grande onda nell'oceano
L’eruzione di Marsiglia potrebbe scatenare uno tsunami. ©IMAGO/xunderworldx

Sebbene i ricercatori dell’INGV considerino bassa la probabilità di uno tsunami, il rischio di un’onda così mostruosa causata da Marsiglia dovrebbe essere studiato più dettagliatamente con uno studio più approfondito.

Il vulcano di Marsiglia è attivo: il video mostra come appare un’eruzione sottomarina

Se le pendenze sono stabili, l’esplosione sarà abbastanza innocua. Secondo il ricercatore INGV Ventura, “l’unico segno sarebbe l’acqua bollente in superficie, che sarebbe associata al degasaggio e alla galleggiabilità del materiale vulcanico rimanente come la pomice”. Ciò potrebbe comportare la sospensione della spedizione. Era il 2011, da alcune settimane, quando un vulcano sottomarino sull’isola di El Hierro, nelle Isole Canarie spagnole, eruttò, filmato all’epoca.

Il Marsili è uno delle decine di vulcani sottomarini che si formano in un arco al largo della costa occidentale della Sicilia e dell’Italia meridionale. È qui che si incontrano le placche continentali eurasiatica e africana. Ciò ha portato alla formazione di diverse isole vulcaniche come Lipari o il vulcano attivo Stromboli.

Related articles

Gli albergatori altoatesini si preoccupano per i loro affari in Italia

Pagina inizialeil mondostava in piedi: 14 luglio 2024, 5:37Da: Mark StobbersPremeredivisoL'imminente ristrutturazione del ponte Luke sull'autostrada del Brennero...

Presso la società di ingegneria meccanica Illig andranno persi 200 posti di lavoro

Home pageun lavorostava in piedi: 14 luglio 2024 alle 15:17da: Mark Stoffers, Marcel ReichInsisteDivideL’ondata di bancarotte della Germania...

Una nuova ricerca confuta anni di ipotesi

Home pageLo sappiamostava in piedi: 14 luglio 2024, 14:34da: Tanja BannerInsisteDivideIl clima di Marte potrebbe essere stato diverso...