Novembre 29, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“È realistico anche per l’Italia”

Questo è Butner

“Deficit più elevati ora stanno diminuendo automaticamente ovunque”.

(Foto: ddp/Alexander Flocke)

Sig. Butner, il governo centrale ha presentato una proposta di riforma del Patto di stabilità e crescita. Non sono le regole più flessibili che alcuni richiedono, giusto?
Sì, anche questa è una buona cosa. Fortunatamente, Christian Lindner vuole mantenere il cuore dell’affare: le regole per limitare il debito. In linea di principio, gli Stati membri possono assumere nuovi prestiti annuali per un massimo del tre per cento del PIL e un massimo del 60 per cento del debito totale.

Diversi paesi dell’UE non rispettano questi limiti perché pensano che sia impossibile.
Il rafforzamento delle regole è molto importante. Una sana politica fiscale nell’area dell’euro è impossibile senza confini chiari. Inoltre, è un prerequisito per controllare l’inflazione e tenere unita l’Eurozona.

La protezione del clima e la digitalizzazione richiederanno investimenti massicci. Come avranno successo le nazioni se sono costrette a salvare ora?
Negli ultimi anni, i nuovi prestiti sono stati presi in modo significativo. Questo non può continuare all’infinito. La possibilità di finanziare la spesa pubblica attraverso nuovi debiti è limitata. Questo vale indipendentemente da ciò per cui il denaro è specificamente necessario. Se ci sono nuove sfide, le priorità devono essere stabilite in modo diverso.

Il ministro delle Finanze dell’Unione è d’accordo e vuole creare un vincolo “obiettivo di bilancio a medio termine”, che in precedenza era a discrezione della Commissione Ue. Stabilisce che gli Stati membri devono in linea di principio avere un disavanzo strutturale annuo di solo lo 0,5 per cento o almeno avvicinarsi a questo obiettivo per gradi.
Un obiettivo di bilancio a medio termine è un limite ragionevole per i nuovi prestiti. La vecchia regola del tre per cento è stata spesso accusata di incoraggiare una politica fiscale prociclica. In altre parole, è necessario risparmiare durante la crisi, che soffocherà ulteriormente l’economia. D’altra parte, l’impegno per un obiettivo di budget a medio termine tiene conto della necessità di flessibilità.

Principali compiti della giornata

Trova i migliori lavori ora
Verrà avvisato tramite e-mail.

Come mai?
Il benchmark di Maastricht, che limita i nuovi prestiti annuali al tre per cento, è ampio ma inflessibile. In questo senso posso capire la paura di essere meno flessibile. Tuttavia, le norme di emergenza sono attualmente applicabili. L’obiettivo di budget a medio termine che Lindner ora vuole rafforzare tiene comunque conto della necessaria flessibilità, in quanto tiene conto dell’attuale situazione economica nel rispettivo paese. In una crisi, più nuovi prestiti sono concessi, più basso è il boom.

>> Leggi qui: “Il nostro problema più pericoloso è l’inflazione”: come il ministro delle finanze Lindner vuole mantenere stabile l’euro

Il popolare obiettivo del tre percento sarà un problema secondario in futuro?
Dipende dai dettagli, ma la regola generale è che chi raggiunge lo 0,5 per cento dell’obiettivo di budget a medio termine dovrebbe generalmente raggiungere la soglia del tre per cento.

L’obiettivo di budget a medio termine dello 0,5% è vicino alla realtà? In Italia, ad esempio, nel 2021 era del 6 per cento.
I disavanzi elevati stanno ora diminuendo automaticamente e sostanzialmente ovunque. Perché riflettono la situazione speciale di costi elevati e grave perdita di reddito durante la pandemia della corona. Con la fine della pandemia, il numero delle famiglie migliorerà. Un valore obiettivo a medio termine dello 0,5 per cento e il progresso annuale richiesto sono realistici per l’Italia. Inoltre, secondo le idee del governo centrale, anche il ventesimo regime dovrebbe essere abolito…

Finora, agli Stati membri dell’UE più indebitati è stato detto di ridurre il proprio debito in media di un ventesimo all’anno in modo da poter raggiungere ancora una volta l’obiettivo del 60%.
Questa regola, introdotta durante la crisi finanziaria, non è realistica visti gli alti livelli di indebitamento e dovrebbe ora essere demolita. Alcuni paesi saranno chiaramente sopraffatti. Il rispetto dell’obiettivo di bilancio a medio termine è sufficiente nel lungo periodo.

Con la natura vincolante dell’obiettivo, il potere della Commissione UE aumenta in modo significativo. Non è per i mulini dei populisti e dei critici dell’euro?
La Commissione europea ha un compito importante nel monitoraggio delle regole. Penso che abbia urgente bisogno di intraprendere questo compito per la stabilità dell’Europa. Per la prima volta, il Consiglio finanziario europeo ha anche criticato la Commissione Ue per la gestione lassista delle sue regole.

Grazie mille per l’intervista, signor Butner.

Julian Oelk ha posto le domande.

Ulteriore: I paesi dell’euro hanno violato le regole del debito 37 volte, ma hanno ricevuto zero sanzioni

READ  La perdita del nuovo logo ha suscitato indignazione tra i fan