Durata record del contagio: un paziente Corona a Londra è risultato positivo per 505 giorni fino alla morte – panorama – società

Date:

Share post:

Saveria Marino
Saveria Marino
"Analista incredibilmente umile. Esperto di pancetta. Orgoglioso specialista in cibo. Lettore certificato. Scrittore appassionato. Difensore di zombi. Risolutore di problemi incurabile."

Nel Regno Unito, un paziente Corona è stato continuamente infettato dal virus Corona per 16 mesi. Un team di ricerca britannico riferisce di un nuovo studio che sarà presentato sabato alla Conferenza europea sulla microbiologia e le malattie infettive a Lisbona. Il record precedente era di 335 giorni.

[Wenn Sie die wichtigsten News aus Berlin, Deutschland und der Welt live auf Ihr Handy haben wollen, empfehlen wir Ihnen unsere runderneuerte App, die Sie hier für Apple- und Android-Geräteherunterladen können.]

Per il loro studio, tra marzo 2020 e dicembre 2021, i ricercatori del King’s College London e del Guy’s and St Thomas’ Hospital di Londra hanno esaminato i casi di nove pazienti il ​​cui sistema immunitario era stato indebolito da trapianti di organi, HIV, cancro o altri trattamenti farmacologici. Tutti positivi da almeno otto settimane, due da oltre un anno.

Cinque dei nove pazienti sono sopravvissuti, due dei quali dopo il trattamento con anticorpi e virus. La quinta persona era ancora infetta all’ultimo follow-up all’inizio del 2022, anche dopo il trattamento, e aveva avuto Covid-19 per 412 giorni. Se continua a risultare positiva al suo prossimo appuntamento, mancherà il record di 505 giorni, secondo i ricercatori.

virus malato mutato

Il team ha scoperto che il virus in nove pazienti con corona a Londra è cambiato nel tempo. Cinque di loro hanno sviluppato almeno un mutante; Hanno rilevato in un paziente dieci mutazioni che si sono verificate separatamente nelle varianti alfa, delta e omcron. I ricercatori ora sospettano che i pazienti immunocompromessi accumulino mutazioni nel corso dell’infezione persistente, che possono dare origine a nuove varianti.

La virologa e coautrice dello studio, Gaia Nebia, ha dichiarato venerdì all’Agence France-Presse che la situazione mostra l’urgente necessità di nuovi trattamenti per Corona per i pazienti con immunodeficienza. “I pazienti immunocompromessi con infezione persistente hanno poche possibilità di sopravvivenza e sono urgentemente necessarie nuove strategie di trattamento per porre fine all’infezione”. (AFP)

Related articles

Gli albergatori altoatesini si preoccupano per i loro affari in Italia

Pagina inizialeil mondostava in piedi: 14 luglio 2024, 5:37Da: Mark StobbersPremeredivisoL'imminente ristrutturazione del ponte Luke sull'autostrada del Brennero...

Presso la società di ingegneria meccanica Illig andranno persi 200 posti di lavoro

Home pageun lavorostava in piedi: 14 luglio 2024 alle 15:17da: Mark Stoffers, Marcel ReichInsisteDivideL’ondata di bancarotte della Germania...

Una nuova ricerca confuta anni di ipotesi

Home pageLo sappiamostava in piedi: 14 luglio 2024, 14:34da: Tanja BannerInsisteDivideIl clima di Marte potrebbe essere stato diverso...