Agosto 11, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Come la Russia vuole sopravvivere all’inverno senza il gas russo

Il sovrano russo Vladimir Putin

L’Italia vuole essere pronta se Putin smetterà di fornire gas all’Europa.

(Foto: via REUTERS)

Roma I recenti viaggi di lavoro del governo italiano hanno tutti lo stesso scopo: la Russia non dovrebbe dipendere dal gas naturale. Il Primo Ministro Mario Draghi e il suo Ministro degli Esteri Luigi de Mayo hanno concluso accordi con Algeria, Qatar e Israele, oltre che con la Repubblica dell’Azerbaigian, l’Angola e la Repubblica Democratica del Congo.

Un anno fa, l’Italia ha importato il 35 per cento del proprio fabbisogno di gas dalla Russia. Nel primo trimestre di quest’anno questo valore era solo del 21%. Viene importato principalmente dall’Algeria, che è aumentata notevolmente prima dell’inizio della guerra in Ucraina.

La situazione in cui il presidente russo Vladimir Putin minaccia di interrompere le forniture di gas agli europei è tesa a Roma come lo era a Berlino o Vienna. Le persone sono alla ricerca di alternative per superare il prossimo inverno. Altri nove miliardi di metri cubi di gas dovrebbero arrivare dall’Algeria quest’anno e il prossimo. Il gasdotto per questo esiste già, che va all’isola di villeggiatura della Sicilia attraverso la Tunisia, ma finora è stata utilizzata solo la metà della sua capacità.

Anche le importazioni di gas naturale liquefatto (GNL) dovrebbero aumentare in modo significativo. Il fornitore di gas statale ha firmato solo domenica எனி Una joint venture con il Qatar per la costruzione del giacimento di gas “North Field East”, il più grande progetto mondiale di GNL. Dal 2025 qui vengono estratti e liquefatti 45 miliardi di metri cubi di gas naturale ogni anno. La maggior parte raggiunge l’Italia via nave.

Lavori importanti della giornata

Trova i migliori lavori ora
Avvisato via e-mail.

Il Paese dispone già di tre terminali GNL, due dei quali verranno aggiunti entro due anni. Anche la produzione nazionale di gas è destinata ad aumentare. Finora ha solo il quattro per cento della quantità richiesta ed è più economico da importare che mai con l’estrazione locale. Inoltre, ROM prevede una rapida espansione delle energie rinnovabili, aggiungendo 20 gigawatt di produzione ogni anno. Tuttavia, il governo stima che ci vorranno almeno 18 mesi e 24 mesi prima che l’intero Paese ottenga l’indipendenza da Mosca.

Incentivi per lo stoccaggio del gas, risparmio energetico negli uffici

Pertanto, l’Italia sta attualmente adottando misure di emergenza per superare il prossimo inverno. Mancano ancora circa cinque miliardi di metri cubi di gas. Pertanto, gli impianti di stoccaggio del gas dovrebbero essere riempiti più velocemente del solito. Attualmente sono in media del 55% e l’Italia vuole raggiungere almeno il 90% della sua capacità entro novembre.

grafico

Per raggiungere questo obiettivo, le imprese che reintegrano le proprie strutture di risparmio entro la fine dell’anno devono ottenere garanzie statali. Questo per evitare che le aziende entrino in problemi di flusso di cassa a causa del forte aumento dei prezzi del gas. Allo stesso tempo, sono ora previsti sgravi per le aziende che stipulano accordi di fornitura a lungo termine.

>> Guarda il video qui: L’Italia sta attraversando una siccità storica: il fiume Bo si è in qualche modo prosciugato

Sei centrali elettriche a carbone, la cui chiusura è prevista entro il 2025 per utilizzare meno gas per generare elettricità, sono in funzione ad alta capacità dall’inizio dell’anno. Solo fornitore statale எனல் Si dice che abbia già generato sei terawatt di elettricità dal carbone da gennaio a maggio, il doppio rispetto all’anno precedente. Tuttavia, non vi è alcun dibattito qui sull’estensione della vita di servizio delle centrali nucleari come la Germania: l’Italia ha abbandonato l’energia nucleare alla fine degli anni ’80.

Inoltre, c’è una misura di risparmio energetico imposta dal governo in tutti gli edifici pubblici: le autorità italiane (e i loro clienti) possono impostare un massimo di 25 gradi Celsius per l’aria condizionata quest’estate, che è un grado in più rispetto al solito. In inverno, i riscaldatori sono ammessi solo a 19-21 gradi Celsius (in precedenza 20-22). Questa restrizione è in vigore da maggio fino alla fine di marzo del prossimo anno.

Ulteriore: Il più grande impianto di produzione di idrogeno verde d’Europa opera in un oscuro villaggio della Spagna.

READ  Centinaia di raduni illegali in Italia