Dicembre 6, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Alfa Romeo Tipo 33 Stradale: una nuova edizione di MAT

La Tipo 33 Stradale del 1967 è l’Alfa Romeo più bella di sempre. Il MAT di Torino lo sta ricostruendo – con più potenza se necessario.

Fu un capolavoro presentato dall’Alfa Romeo durante il Salone dell’Automobile di Monza del 1967: la tecnologia delle auto da corsa, ricoperta di pannelli in alluminio verniciato rosso.


Motore da corsa da 230 cv

Con la Tipo 33 Stradale, Franco Scaglioni ha costruito un’auto sportiva che sembra veloce come in realtà: dietro la cabina di guida, un motore da corsa V8 da 2,0 litri, con sbalzi corti, una silhouette piatta e passaruota potenti. di 230 cv. Ogni piccola auto sviluppata oggi ha così tanta potenza. Ma le piccole auto di oggi non pesano 700 chilogrammi, ma il doppio.



Negli anni ’60, quando la Giulia da 100 CV avanzava più veloce della maggior parte delle auto che la circondavano e l’Alfa Romeo pompava nuovi soldi nelle casse, sei secondi da zero a 100 km/h e una velocità massima di 260 km/h erano le valori estremi. Dato che la Tipo 33 Stradale costa ben dieci milioni di lire, la sua distribuzione è ancora bassa: l’Alfa ne costruisce solo 18 telai, e una dozzina sono completati dallo Scaglione. Se un’auto appare oggi sul mercato, si stima che sia di circa sette cifre. Inoltre, ogni modello è leggermente diverso, a seconda di ciò che il cliente desidera. Allora cosa fai se vuoi una Tipo 33 Stradale?


12000 ore lavorative

Manifattura Automobili Torino, fondata dall’ex responsabile dei progetti speciali di Pininfarina e abituato ai progetti di precisione rifacendo prodotti di piccola e piccola catena, ha una soluzione: la nuova linea “Gioielli” inizia con un rifacimento del Tipo 33 Stradale. In 12.000 ore di lavoro, i dipendenti costruiscono un telaio e pressano un telaio in alluminio per il telaio realizzato secondo le moderne conoscenze utilizzando metodi tradizionali.

READ  t3n - Pionieri digitali | La rivista per il business digitale





Andrea Castiglione, Stephen Hess, Marco Zafferana, Christian Schutz e Sergio La Gattuta

A seconda dell’equipaggiamento, la MAT-Stradale pesa circa 200 chilogrammi in più rispetto all’originale, ma comunque meno di una tonnellata. Il cliente decide quello che vuole, simile all’Alfa Romeo. Gli acquirenti della prima versione volevano un V8 da tre litri invece del 2,6 litri di Montreal. Hai la sua macchina ora ha 300 CV. MAT non rivela il costo di tale costo.


sondaggio

conclusione

Con molto senso dell’originale, la MAT, azienda di Torino, ha ricostruito l’Alfa Romeo Tipo 33 Stradale. la rabbia? No, va bene, perché il raro remake originale non pretende di essere reale né tenta di trascendere il design iconico.