Settembre 30, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

‘Vorrei che il suo dolore fosse insopportabile’: la regina di sinistra disgustata dall’odio | Politica

“Possa il loro dolore essere insopportabile”. |

Disgustosa regina dell’odio dalla fascia sinistra

Il mondo intero grida la regina. il mondo intero? non esattamente. Un odio incredibile per il re, morto all’età di 96 anni, esplose dal fianco sinistro.

Il professor Ugo Anya, 43 anni, che studia e insegna razzismo alla Carnegie Mellon University nello stato americano della Pennsylvania, era particolarmente allarmato. Mentre la regina stava morendo, ha twittato: “Ho sentito che l’impero di rapine, stupri e genocidi sta finalmente morendo. Possa il loro dolore essere insopportabile”.

Il tweet di Anya è andato così tanto da attirare l’attenzione del fondatore di Amazon Jeff Bezos, 58 anni, che ha risposto: “È questo il ragazzo che dice che sta lavorando per rendere il mondo un posto migliore? Non credo. Fantastico”.

Il giornalista britannico Piers Morgan, 57 anni, ha aggiunto: “Sei disgustoso e disgustoso”.

Twitter ha risposto e rimosso l’odioso tweet del professore, ma mostrando poca comprensione, si è rifiutato di scusarsi e ha attaccato Bezos per la sua “spietata avidità”.

Anya è nata in Nigeria, colonia britannica fino al 1960.

Contesto: quando Elisabetta venne a sapere della morte di suo padre nel 1952, la Gran Bretagna aveva più di 70 territori d’oltremare ed era un impero. La decolonizzazione avvenne quasi completamente durante il lungo regno di Elisabetta. La Gran Bretagna ora ha solo 14 territori d’oltremare, il più grande delle Isole Falkland con una popolazione di circa 3.000 abitanti.

In lutto per un sacco della spazzatura che riesce a malapena a respirare

La professoressa Ojo Anya non è stata l’unica a lanciare tutta la sua devozione in faccia al re morente: Terhaka Love, l’autrice della newsletter del tradizionale New York Magazine, ha persino annunciato di voler ballare per la regina. pericoloso. “Ora dovrei addolorarmi per la perdita di un sacco della spazzatura che riesce a malapena a respirare? Per favore, no”, ha formulato. Il giornalista ha affermato che il “mondo reale” avrebbe festeggiato.

Imani Gandhi, esperta legale per la rivista online di sinistra Rewire News, ha twittato un video di un gruppo di uomini che picchiettano la canzone dei Queen “Another One Bites The Dust” fuori Buckingham Palace. Traduttore: Ancora una volta qualcuno morde la polvere…

Un gruppo di disgustosi razzisti

Anche nel mondo di Twitter in lingua tedesca, alcuni commentatori, combattendo contro “hate speech and hate”, non sono riusciti a contenersi e hanno criticato i morti, rendendoli direttamente responsabili dei crimini coloniali commessi dalla corona britannica. Esempio: “La famiglia reale è un gruppo di spregevoli razzisti con una storia secolare di colonizzazione e genocidio. In vita, come in morte, non meritano altro che disprezzo. Chiunque sia addolorato per la regina è una persona cattiva”.

READ  Le ripercussioni della guerra di aggressione: queste società smettono di fare affari con la Russia