Febbraio 1, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Vino dall’Italia: l’UE sconvolge i produttori di vino con un nuovo regolamento Varie

Gastronomia

“Etichette terroristiche”: i viticoltori italiani si scagliano contro gli avvertimenti

21/01/2023, 13:24

| Tempo di lettura: 4 minuti

Consumo di alcol: a partire da quale età è consentito l’alcol

Consumo di alcol: a partire da quale età è consentito l’alcol

I giovani devono prestare particolare attenzione quando bevono alcolici, perché quale alcol puoi bere legalmente dipende da una serie di fattori.

Mostra spiegazione

Roma
L’Unione Europea ha implementato avvertenze sulle bottiglie di vino simili a quelle sui pacchetti di sigarette. I produttori di vino italiani sono ora in armi.

Avvertenze sui prodotti alcolici come etichette di avvertenza sui pacchetti di sigarette? Nessun problema, grazie. Paese del vino Italia campagna contro Progetti UEÈ richiesta un’avvertenza sanitaria sulle bottiglie di vino. I produttori di vino stanno protestando con violenza contro l’ultima decisione dell’UE Irlanda Consentire l’introduzione di etichette shock in stile pacchetto di sigarette sui prodotti alcolici.

“Il via libera dell’Ue alle etichette di avvertenza sul vino è un attacco diretto all’Italia, primo produttore ed esportatore mondiale di vino con un fatturato di oltre 14 miliardi di euro, di cui più della metà realizzato all’estero”. Società Agricola Coldretty mette in guardia contro le “etichette terroristiche” sulle bottiglie di vino.


“Unilaterali” e “pregiudizievoli”: i produttori di vino al bando

“È del tutto inopportuno paragonare il consumo eccessivo di bevande alcoliche, diffuso nei Paesi nordici, con il consumo moderato e consapevole di prodotti alcolici di qualità e di basso volume come birra e vino”, afferma Ettore Brandini, presidente di Coldredetti. . Impegno dell’Unione Europea Salute Secondo Brandini, le decisioni a tutela dei cittadini non possono consentire il rischio che i singoli prodotti vengano ingiustamente “penalizzati”.




Michela Pallini, presidente dell’associazione Federvini dei produttori di vino italiani, ha descritto il regolamento irlandese, che richiede che su tutti gli alcolici venduti nel Paese compaiano avvertenze sul legame tra alcol e rischio di cancro e malattie del fegato, come “unilaterale, regolamentazione discriminatoria e ineguale”. essere connesso. È pericoloso, non nel mezzo Negligenza e consumo normale. “I prodotti della nostra agricoltura mediterranea vengono criminalizzati senza ottenere benefici misurabili ed effettivi nella lotta al consumo irresponsabile”, continua Pallini.

Il governo populista di destra italiano è intervenuto

Il maestro enologo Lamberto Frescobaldi, erede di una dinastia di aristocratici che da generazioni abitano la regione Toscana Famosi produttori di Chianti temono che le etichette di avvertimento danneggino l’immagine del vino. L’alcol esiste da migliaia di anni e non fa male se consumato con moderazione.

Le etichette di avvertimento sul vino riguardano anche la politica a Roma. Ha criticato che “non l’alcol, ma le bugie sono dannose per la salute”. Il ministro dell’Agricoltura Francesco Lolloprigida. Farà di tutto per tutelare i prodotti italiani. La polemica sulle etichette choc rafforza la volontà del ministro dell’Agricoltura di difendere a Bruxelles la sovranità alimentare dell’Italia. Tutelare l’agricoltura italiana e migliorare l’approvvigionamento alimentare nazionale sono priorità per il governo guidato dal premier populista di destra Giorgia Meloni, in carica da ottobre. Il ministro dell’Agricoltura Lolobrigida si è scagliato contro le etichette alimentari dell’UE come Nutriscore con i colori del semaforo per indicare i livelli di zucchero e grassi. Si oppone fermamente all’introduzione di “qualsiasi strumento di classificazione dei prodotti che possa nuocere al settore agroalimentare italiano”.

leggi di più: sonoItalia – Giorgia Meloni è impegnata per l’Europa e la Nato

Lotta dura contro il vino analcolico

“La qualità del cibo è ciò che rende l’Italia un leader mondiale. Preservare, consolidare e sviluppare questa cultura è fondamentale per la nostra nazione”, afferma Lolobrigita. Ministro del partito post-fascista della Meloni Fratelli d’Italia Combatte duramente anche con il vino analcolico. “Credo che il vino debba contenere alcol, e ognuno ha la libertà di scegliere se berlo o meno. Il vino senza alcol non è vino, è un’altra cosa”, dice Lolobrigida. La carne di laboratorio e gli insetti che l’UE vuole promuovere sono una falsa pista per il ministro.

“La produzione viene spinta in tutto il mondo per nutrire tutti senza preoccuparsi di ciò che mangiano. Dobbiamo resistere ai tentativi di vendere il nostro cibo. Materiali di laboratorio Trasformazione”, spiega il ministro.




READ  Avviso sugli alimenti del portale: avviso sulle bevande a base di avena biologica dall'Italia a causa di tracce di soia - Baden-W்டrttemberg