Maggio 16, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Vettel protesta contro la regola della biancheria intima della F1 – Verstappen ha problemi a Miami

Prima dell’allenamento, l’esame della misura degli steward contro l’uso di gioielli e biancheria intima speciali nella cabina di pilotaggio ha acceso discussioni. “E’ un passo indietro per il nostro sport – ha detto Lewis Hamilton – è una piccola cosa, assolutamente inutile”. Così si è rivolto anche al presidente della Federazione mondiale, Mohammed bin Sulayem.

Il dibattito sui gioielli dell’autista continua

Apparendo alla conferenza stampa ufficiale, il 37enne indossava tre orologi, più anelli alle mani e un set di collane e orecchini. Dopo lunghe discussioni, il 37enne ha finalmente ceduto e ha rimosso quasi tutti i gioielli. Gli è stato concesso eccezionale permesso di bucarsi il naso fino alla gara di Monaco di fine maggio.

Il direttore di gara tedesco Nils Wittich aveva precedentemente detto alle squadre che in futuro avrebbero anche dovuto certificare nei documenti ufficiali che i loro piloti non avrebbero indossato gioielli o biancheria intima speciale nell’auto. Witch ha anche annunciato ispezioni a sorpresa.

Vettel fa una dichiarazione in boxer

“Se mi fermano, così sia”, ha detto Hamilton. “Abbiamo un pilota di riserva”. Non poteva togliersi facilmente almeno due dei suoi gioielli. “È fatto di platino, quindi non è magnetizzato”, ha detto il britannico. “Non è mai stato un problema di sicurezza”. La Formula 1 contiene “cose ​​più importanti da fare” che affrontare questo argomento. “È molto, molto stupido”, ha detto Hamilton.

Vettel ha mostrato la sua mancanza di comprensione della nuova linea dura degli arbitri. “Non c’è bisogno di farlo saltare in aria”, ha detto il pilota dell’Aston Martin. “Sembra una cosa personale prendere di mira Lewis”. “Questa è libertà personale”, ha detto il 34enne prima della prima gara di Miami. “Siamo abbastanza grandi per prendere le nostre decisioni. Quindi dovremmo essere in grado di farlo anche in macchina”.

La FIA afferma che il motivo di queste misure è che anelli, catene o occhielli possono porre ostacoli inutili ai primi soccorritori e ai medici di emergenza. Inoltre, i gioielli sulla pelle come conduttore di calore possono ridurre l’effetto protettivo degli indumenti resistenti al fuoco. “Questo aumenta il rischio di ustioni in un incendio”, dice. Ultimo ma non meno importante, il gioiello stesso comporta un rischio di lesioni e può essere ingerito in caso di incidente.

Anche la biancheria intima da lavoro non è consentita, cosa che presumibilmente è ancora una pratica comune per alcuni conducenti. Sono ammessi solo indumenti ignifughi conformi agli standard FIA di Formula 1.