Febbraio 1, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

USA: Perché il presidente USA Joe Biden flirta con l’Africa – Capi di Stato scettici – Politica

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden aveva infatti inteso fare un regalo ai suoi ospiti africani accogliendo 49 capi di Stato e di governo in un vertice di tre giorni. Il suo predecessore, Barack Obama, ha creato il coordinamento per migliorare i rapporti con il continente africano. Il primo presidente afroamericano ha promesso una nuova era di collaborazione. Ma nel 2014 la serie si è interrotta bruscamente e le promesse sono rimaste disattese. E ora Biden vuole rilanciare l’ambizione di Obama.

Ma gli ospiti sono scettici su cosa porterà la nuova iniziativa di Biden. Dal loro punto di vista, il nuovo inizio è accompagnato da un incidente diplomatico: il presidente americano organizza un vertice di tre giorni con ricevimento governativo e cena di gala per 49 capi di Stato e di governo – ma non incontra nessun africano negli incontri bilaterali . Ciò rafforza i timori degli ospiti di essere visti dai padroni di casa come un blocco omogeneo piuttosto che come rappresentanti di singole nazioni con interessi molto diversi. come semplici pedine nella competizione tra le grandi potenze.

Quindi la Casa Bianca ha inviato il vicepresidente Kamala Harris e il segretario di Stato Tony Blinken a numerosi incontri e ha assicurato agli ospiti che nei prossimi mesi gli americani avrebbero fatto visita a singoli capi di stato nelle loro case. Biden ha anche cercato di disinnescare le critiche facendo trapelare il suo regalo principale agli africani prima del vertice: voleva proporre mercoledì che l’Unione africana fosse inclusa nel G20.

La questione della sicurezza alimentare è urgente

Ad oggi, il Sudafrica è l’unico paese africano a entrare a far parte dei ranghi delle maggiori economie. Macky Sall, l’attuale presidente del Senegal e dell’Unione Africana, ha accolto con favore la mossa di Biden. “Questo aiuterà a costruire una cooperazione più forte e dinamica”, ha detto a Washington dopo un incontro con il Segretario di Stato Blinken. L’integrazione nel G20 è una vecchia richiesta dell’Unione Africana. Ad esempio, lì è stata discussa la gestione della pandemia di Covid 19 e l’Africa è stata ampiamente esclusa.

READ  Numero di telefono a portata di mano: un ucraino di undici anni arriva in Slovacchia da solo

Biden ha anche promesso più aiuto: gli Stati Uniti vogliono investire 55 miliardi di dollari in Africa nei prossimi anni, ad esempio per espandere le strade, Internet e le energie rinnovabili. Nel frattempo, mercoledì sera, la rappresentante per il commercio degli Stati Uniti Catherine Taye ha firmato quella che Biden ha definito una “dichiarazione di intenti storica” ​​con il nuovo segretariato dell’Area di libero scambio continentale africana, l’Area di libero scambio continentale africana. Ma l’investimento promesso di 55 miliardi di dollari è stato subito paragonato agli oltre 60 miliardi di dollari che gli Stati Uniti hanno già stanziato per la guerra in Ucraina. In generale, Biden sembra alle prese con il suo piano di legare strettamente i capi di Stato e di governo africani con la comunità dei Paesi occidentali al fine di rafforzare il fronte difensivo contro Russia e Cina.

Molti paesi africani intrattengono stretti rapporti sia con la Russia che con la Cina. E dagli shock dei prezzi alimentari causati dall’attacco della Russia all’Ucraina, la popolazione dei paesi africani soffre di più. Pertanto, la sicurezza alimentare e l’agricoltura sono tra le questioni più importanti che gli ospiti negli Stati Uniti vorrebbero discutere.

Con il presidente sudafricano Cyril Ramaphosa, Biden ha cercato di fare progressi in vista del vertice. Ma il Sudafrica continua a rifiutarsi di sostenere le risoluzioni delle Nazioni Unite contro la Russia, ad esempio: la spiegazione che circola lì è che le sanzioni occidentali hanno causato l’aumento dei prezzi, non la guerra. Per gli americani, questa è disinformazione che deve essere combattuta.