Ottobre 2, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Umore cupo prima della Champions League

  1. Pagina iniziale
  2. solitudine

creatura:

a: Daniel Smith

Sono chiaramente migliorati: il direttore sportivo Marcus Croce (a sinistra) e l’allenatore Oliver Glasner. © Jan Huebner / Imago

I manager non sono d’accordo, i giocatori combattono con fiducia in frantumi, i tifosi non possono festeggiare: all’Eintracht Francoforte c’è molto da fare prima dei riflettori sulla Champions League a Marsiglia.

La storia del calcio si ripeterà questo martedì?

Recensione settembre 2018: Concord Francoforte, Gli entusiasmanti detentori della Coppa di Germania hanno iniziato la stagione con un passo falso, le prestazioni sono state molto contrastanti e l’entusiasmo per la partecipazione all’European League era debole. “Prima della partita di Marsiglia, l’Eintracht aveva grandi dubbi”, ha detto la squadra FR in quel momento. Ma poi: la liberazione del seno, la svolta della stagione, la scintilla atletica iniziale. In una brutta partita in uno scenario spettrale in una città costiera della Francia meridionale, gli sfavoriti alla fine si danno battaglia per l’Europa League Olympique Marsiglia dell’anno scorso.

Tre minuti dopo era 0-1 dal punto di vista dell’Eintracht, prima che Lucas Toro entrasse nel secondo tempo e, nonostante l’espulsione di Jetro Willems, Luka Jovic ha colpito una mazza poco prima della fine della partita. stagione. Trance armoniosa nel cerchio vuoto. Stavamo urlando. Abbiamo controllato 300 persone con una delegazione di 20″, ha scherzato Axel Hellmann, CEO di Francoforte. È l’inizio di un famoso viaggio che trasforma Adi Hütter quasi licenziato in un famoso allenatore, deliziando i tifosi attaccanti, producendo bufali, creando campioni al San Siro e i tragici a Stamford Bridge.

Olympique de Marseille – SGE: ci rivediamo in Champions League

Oggi, quattro anni dopo, settembre 2022: l’entusiasmante detentore della Coppa dei Campioni Eintracht Frankfurt ha iniziato la stagione con un passo falso, le prestazioni sono state molto contrastanti, oscillando da grande (Lipsia) a pessime (Lisbona e Wolfsburg), l’entusiasmo per la loro prima campagna in Champions League è stato Davvero debole. E ancora, in questa modalità mista, c’è una partita all’Olympique de Marseille. Questo martedì (21:00/DZN), la squadra di Francoforte affronta una sfida allo Stade Vélodrome, questo stadio vale la pena vedere, l’architettura abbagliante con le tribune curve, i grandi suoni dei migliori tifosi francesi.

READ  Bayern Monaco: un'intervista divertente: Gnabry: Se fossi a Madrid.. - Lega tedesca

I circa 5.000 tifosi dell’Eintracht che hanno viaggiato con loro hanno dovuto comportarsi con calma in vista della partita e, a causa di un ordine della polizia, non possono cantare nel centro della città. Saranno portati allo stadio in autobus e non potranno recarsi lì da soli. La storia del calcio si ripeterà qui a Marsiglia da ogni parte? La partita sarà un punto di svolta per l’Eintracht Francoforte?

È possibile, logicamente, soprattutto perché l’attenzione sui giochi straordinari è legata ai geni dell’Eintracht, con i giocatori che se la cavano meglio quando riescono a fuggire dalla vita di tutti i giorni, quando i riflettori lampeggiano, gli stati d’animo vibrano e l’aria lampeggia. “Se vedi la costellazione del girone, sarebbe bello vincere a Marsiglia per mantenere la situazione aperta”, afferma il ds Marcus Croce.

Se la partita del Gruppo B della Prima Divisione porta ancora una volta alla sconfitta della squadra dell’Assia, che ha già perso 0:3 in casa contro lo Sporting Lisbona, il passaggio agli ottavi di finale è ancora possibile, ma alquanto improbabile. Del resto ci aspetta la doppietta del Tottenham, due duelli contro i migliori candidati.

Ma se l’Eintracht riesce davvero a gestire un colpo di scena improvviso contro il sud francese, che ha iniziato bene la stagione, allora molto può cambiare in meglio, qualcosa può svilupparsi nella squadra, lo spirito che porta la squadra, fa crescere la fiducia in se stessi , che porta al successo.

Al momento, c’è molto da dire contro. Lo spirito di ottimismo è svanito dopo la vittoria per 4-0 in campionato contro l’RB Leipzig in otto giorni e, a causa di due orribili sconfitte, la fiducia in se stessi dei professionisti è andata in frantumi. Negli ultimi tempi contro il Wolfsburg, ogni passaggio rischioso è sembrato molto coraggioso, perché o è finito con l’avversario o non è stato giocato affatto durante la partita. Allenatore Oliver Glasner Ho urlato e urlato e urlato alle carenze e questo non ha migliorato le cose. L’incertezza è chiara.

READ  Australian Open: Medvedev affronta problemi di stomaco e schiena contro Chrissy nei quarti di finale

“Sarà una partita molto diversa dal Wolfsburg”, ha risposto Marcus Kroes: “Ci troveremo con un avversario più aggressivo e che ci attacca molto più in alto”. Dal punto di vista del regista, l’Eintracht sarebbe migliore. Questo è certamente vero, ma potrebbe bastare a tre persone di distanza?

Nonostante il successo della Lega Europea sia stato meno di quattro mesi fa, c’è molta pressione sul calderone dell’Eintracht. Un’altra sconfitta e l’entusiasmo per la Champions League saranno in gran parte svaniti per ora, e la squadra sarà sotto pressione per vincere il campionato a Stoccarda al più tardi sabato se non ci saranno grandi interruzioni nella pausa della Bundesliga. che seguì.

Eintracht Francoforte: poco prima della crisi

L’umore è teso, secondo i rapporti, soprattutto tra Direttore sportivo di Krush E l’allenatore Glasner – si dice che i due dirigenti siano stati molto distanti su varie questioni relative al personale durante l’estate dei trasferimenti, che possono e possono accadere in linea di principio, e l’attrito ne fa parte, ma la loro relazione sembra essere stata influenzata poiché un risultato. Solo di recente nel caso di Daichi Kamada, che ha ricevuto un’offerta dal Lisbona Benfica, è stato affermato che non è stato raggiunto alcun accordo sulla vendita o sulla posizione del regista. Dopo la partita di Berlino, si diceva che tra i due ci fosse stata una forte faida. Né Glasner né Crouch hanno rilasciato dichiarazioni pubbliche in merito.

Da un punto di vista prettamente matematico, la squadra avrebbe dovuto essere rafforzata in posizione difensiva con uno dei giocatori eccezionali, che si è rivelata difficile dal punto di vista finanziario, sta diventando sempre più evidente. Glasner ha recentemente menzionato limitate alternative personali alla difesa, il che in realtà è vero a causa dei numerosi infortuni che i professionisti hanno avuto, cosa che a Crusch non dovrebbe piacere allo stesso tempo. In una certa misura, le critiche dell’allenatore alla politica di acquisto risuonano sempre.

READ  PVB e Bayern probabilmente stanno guardando Nico Schlutterbeek

In attacco, invece, recentemente paralizzato contro Sporting e VfL, Glasner ha abbastanza opzioni a sua disposizione, ma finora non è stato in grado di integrarle proficuamente in un concetto tattico. (Daniele Schmidt)