Giugno 29, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Ucraina Guerra nell’indice: i mercati azionari statunitensi chiudono in rosso profondo – DAX finalmente in rosso – Siemens Energy vuole acquisire Gamesa – UniCredit era interessata a Commerzbank – Target, TUI, NEL in primo piano | newsletter

Gli orsi hanno dominato il mercato azionario tedesco mercoledì.

subordinare Dax Ho aperto un po’ cambiato. Ma durante il giorno, l’indicatore del mercato azionario è scivolato in rosso e ha aumentato significativamente le sue perdite entro la fine delle negoziazioni. Alla fine, il DAX è stato quotato con uno sconto dell’1,26 percento a 14.007,76 punti, appena al di sopra dei 14.000 punti psicologicamente importanti, che sono scivolati brevemente al ribasso prima che la campanella di chiusura suonasse. subordinare prenderedax Ha ceduto all’inizio dello scambio e poi è scivolato anche più in profondità nel rosso. Alla fine della sessione, aveva perso il 2,21 percento a 3041,68 punti.

“Non è ancora il momento di entrare completamente nel mercato, quindi l’attuale fase di ripresa può trasformarsi rapidamente in un lampo”, ha affermato Andreas Lipko, esperto di dpa-AFX. “Il DAX è in una fase molto importante della borsa in cui lo spumante o l’acqua gassata sono in gioco per i partecipanti al mercato nei prossimi giorni di negoziazione”.

Inoltre, i partecipanti al mercato hanno indicato le spade a doppio taglio di buoni dati economici per i mercati azionari. Mentre gli esperti di Commerzbank hanno evidenziato questi fattori come fattori trainanti dei prezzi, ING afferma che hanno anche aumentato il margine per le banche centrali di inasprire la politica monetaria.

Clicca qui per una panoramica completa del catalogo

I mercati europei sono scesi mercoledì.

subordinare Euro Stoxx 50 All’apertura della borsa era in aumento solo dello 0,1 percento a 3.745,24 punti. Tuttavia, ha cambiato il suo segno nel corso della gara e ha registrato perdite significative. Quando è suonata la campanella di chiusura, era in calo dell’1,36% a 3.690,74 unità.

READ  Vaccino corona: le azioni di CureVac decollano forte: il nuovo vaccino nella sperimentazione animale corrisponde a BioNTech | newsletter

A mezzogiorno è iniziata la presa di profitto sui mercati azionari europei. Il mercato ha affermato che al momento non ci sono argomenti per continuare ad acquistare il mercato al rialzo. Dal punto di vista economico, all’ordine del giorno erano i dati sull’inflazione dell’Eurozona ei numeri del mercato immobiliare statunitense. è diventato il primo Leggera revisione al ribasso rispetto alla prima stimaMa resta ad un livello alto. Nel frattempo, l’edilizia residenziale negli Stati Uniti ha subito un duro colpo ad aprile a causa dell’aumento dei costi dei mutui.

Clicca qui per una panoramica completa del catalogo

Le borse americane hanno subito un forte calo a metà settimana.

subordinare Dow Jones È sceso del 3,57 percento a 3.1490,07 punti entro la fine delle contrattazioni. Aveva aperto la sessione dello 0,57 percento in meno a 32468,67 punti, ma poi è sceso costantemente al di sotto dei 32.000 punti. subordinare Composito Nasdaq Il trading ha chiuso in ribasso del 4,73 percento a 11.418,15 punti. Inizialmente era già in calo dell’1,62 percento a 11.790,68 punti e poi la sua discesa è accelerata.

I partecipanti al mercato hanno spiegato l’umore cupo con la preoccupazione che la Federal Reserve statunitense fosse troppo ristretta, il che potrebbe rallentare l’economia. Il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha recentemente affermato che la banca centrale “non esiterà” a inasprire la politica monetaria al di sopra del livello neutrale al fine di frenare l’elevata inflazione. Tuttavia, se i tassi di interesse aumentano bruscamente, la domanda dei consumatori di credito e investimenti delle imprese potrebbe rallentare, minacciando l’economia di una recessione.

READ  Dopo l'acquisizione: la pianta posteriore scompare

I dati economici provengono dal settore edile statunitense, che ad aprile ha avuto uno sviluppo piuttosto debole: sono iniziate le nuove abitazioni e diminuito il numero dei permessi di costruzione.

Clicca qui per una panoramica completa del catalogo

Non c’è stato un trend unificato nei mercati asiatici a metà settimana.

A Tokyo chiuso Nikki È aumentato dello 0,94 percento a 26.911,20 punti.

nella Cina continentale, Barca di Shanghai dello 0,25 percento a 3.085,98 numeri quando suona la campana di chiusura. Ad Hong Kong, può Hang Seng È diventato positivo nel late trading e ha chiuso la sessione in rialzo dello 0,2% a 20644,28.

Gli obiettivi statunitensi positivi difficilmente sosterranno i mercati azionari asiatici a metà settimana. Tuttavia, in Giappone, il PIL, che si è contratto meno del previsto nel primo trimestre del 2022, ha fornito qualche sollievo.

Le dichiarazioni aggressive dei banchieri centrali statunitensi secondo cui avrebbero intrapreso un’azione decisiva contro l’iperinflazione hanno avuto un impatto negativo. Charles Evans, presidente della Federal Reserve Bank di Chicago, ha affermato che sono necessari aumenti significativi dei tassi di interesse.

Clicca qui per una panoramica completa del catalogo