Maggio 18, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Stock: In mezzo alla guerra in Ucraina! Ecco perché il mercato azionario sta salendo adesso – soldi miei

La guerra infuria in Ucraina – Ma c’è di nuovo un leggero rilassamento in borsa.

Venerdì, il DAX ha recuperato il 3,67% a 14.567,23 punti, compensando alcune pesanti perdite del giorno precedente. Giovedì, nella sua prima onda d’urto dopo l’attacco della Russia, è sceso al livello più basso in un anno.

Il Dow Jones Industrial Average degli Stati Uniti è aumentato del 2,5% venerdì.

Cosa succede lì?

Thimm Blickensdorf di Digital Asset Manager Management vede questo come un effetto del tutto normale. Ma ora è chiaro come saranno le sanzioni e che colpiranno duramente le aziende russe. In primo luogo, ciò significa che non sono previsti danni significativi per l’economia globale.

La Russia non rappresenta nemmeno il 2% delle esportazioni tedesche all’estero: di più vengono consegnate in Belgio, Repubblica Ceca o Ungheria, continua l’esperto.

Alla luce del robusto dispiegamento russo negli ultimi mesi, l’escalation è già stata scontata, almeno in parte. Blickensdorf: “Soprattutto per gli investitori con un investimento globale, non ci sarà alcun impatto negativo a lungo termine – questo messaggio nel frattempo ha raggiunto i mercati azionari”.

Era un cretino del mercato azionario?

Tuttavia, è ancora un po’ presto per stabilizzarsi completamente, ha detto Blicksdorf. “Dopotutto, ciò che importerà di più nei prossimi giorni e settimane saranno le azioni di guerra in Ucraina e la reazione di Putin alle sanzioni”.

Gli Stati Uniti stanno cercando di danneggiare la Russia con le sanzioni mentre cercano di evitare il più possibile danni economici agli Stati Uniti, ha affermato Konstantin Oldenburger, analista di mercato presso l’intermediazione CMC Markets.

READ  Burro alla Stiftung Warentest: risultati disgustosi dai prodotti di Aldi, Lidl and Co.

“Mercato guidato dai titoli”

Altri osservatori del mercato hanno anche attribuito il rally del mercato azionario alle notizie secondo cui il governo russo è pronto a tenere colloqui con l’Ucraina.

Dennis Dick, trader proprietario presso l’intermediazione Bright Trading: “Che sia vero o meno, questo è stato il catalizzatore che ci ha spinto più in alto. Continuiamo a trovarci in un mercato turbolento guidato dai titoli dei giornali”. E in serata anche il governo ucraino ha confermato di essere in trattativa con la Russia.

Un’interruzione della fornitura europea di petrolio e gas russo è attualmente improbabile, ha affermato Brian Horrigan, capo economista presso la gestione patrimoniale Loomis Sayles. “Ma non è del tutto impossibile.” Il presidente russo Vladimir Putin può chiudere il rubinetto in qualsiasi momento per rappresaglia o se la guerra gli va sfavorevole.

Uno dei vincitori giornalieri delle azioni Dax: RWE. Sono aumentati di un buon sei percento e Eon ha guadagnato quasi il tre percento. Il motivo: si è ipotizzato di estendere i periodi di esercizio delle centrali elettriche a carbone per coprire temporaneamente il deficit.