Sempre più banche nell’Assia emettono carte bancarie sostenibili | hessenschau.de

Date:

Share post:

Saveria Marino
Saveria Marino
"Analista incredibilmente umile. Esperto di pancetta. Orgoglioso specialista in cibo. Lettore certificato. Scrittore appassionato. Difensore di zombi. Risolutore di problemi incurabile."

Sempre più istituti finanziari in Assia vogliono evitare le carte in plastica monouso. Per proteggere l’ambiente, vogliono utilizzare la plastica almeno più volte. Altri ancora si affidano al legno. Ma se questo sia veramente sostenibile è controverso.

Scritto da Ursula Mayer

Circa 45.000 clienti hanno la possibilità di scegliere: oltre alle classiche carte di credito in plastica, VR-Bankverein Bad Hersfeld-Rotenburg offre ora anche carte in legno. Tra le 51 banche cooperative dell’Assia, quella di Bad Hersfeld è una dei pochi istituti ad adottare questa settimana un approccio innovativo. A lungo termine, il legno dovrebbe essere offerto come alternativa alla plastica per tutti i tipi di carte, comprese le carte di debito.

Le carte in legno sono più sostenibili perché il legno è una materia prima rinnovabile, afferma Katie Logerbauer, responsabile delle carte della banca: “Anche il legno ha un bell’aspetto”. Le carte di legno sono stabili quanto le carte di plastica. Dal prelevare denaro al pagare nei negozi, tutto è possibile, anche senza contatto.

Da Wiesbaden al mondo

Le carte sono prodotte a Wiesbaden dalla DG Nexolution, un fornitore di servizi per le banche cooperative. Questo è acero proveniente da foreste certificate, ed è meglio che sia della regione, spiega il vicepresidente Marco Romer. Sono incollati in più strati uno sopra l’altro. Inoltre per il pagamento senza contatto sono presenti il ​​chip della carta, la banda magnetica e l’antenna. Tutto è tenuto insieme dalla bio-colla.

Secondo Romer l’azienda sta lanciando sul mercato le prime carte bancarie al mondo senza plastica. DG Nexolution contribuisce a ridurre i rifiuti di plastica e a risparmiare sulle emissioni di CO2. Cosa non si può dire attualmente perché il progetto è ancora in fase beta. Oltre alla VR-Bankverein Bad Hersfeld-Rotenburg, il produttore di carte fornisce ad esempio anche la VR-Bank Main-Kinzig Büdingen e altre banche sono interessate. Secondo l’azienda, ci sono richieste da tutto il mondo.

Più importante della carta: il modulo del conto

Dal punto di vista ambientale le carte di legno potrebbero essere migliori di quelle di plastica, stima Christian Klein, professore di finanza sostenibile all’Università di Kassel. Ma crede che gli effetti siano gestibili. “Ciò che conta non è quale carta utilizzo per prelevare i miei soldi, ma cosa viene fatto con quei soldi mentre sono nel mio conto”, afferma Klein. Elogia quindi le banche sostenibili come la GLS Bank, che ha una filiale a Francoforte. Oltre alle carte rispettose dell’ambiente, fornirà modelli di conto e strategie di investimento adeguati.

Da questo mese la GLS Bank distribuisce le carte assegni come carte di legno a tutti i nuovi clienti e collabora anche con la DG Nexolution a Wiesbaden. Mark Nitschmann, vicepresidente della banca, afferma che finora queste carte sono state accolte molto bene. Si dice spesso che siano adatti alla banca.

Tuttavia Nitschmann ammette che queste carte di legno non sono ancora completamente biodegradabili. “Il problema è che il chip, la banda magnetica e l’antenna non si dissolvono con esso.” Stiamo ancora sviluppando un processo di riciclaggio adeguato. Frankenhof Disposal and Service GmbH FES consiglia quindi ai clienti bancari che possiedono una carta di legno: prima di gettarla nel contenitore dei rifiuti organici, dovrebbero rimuovere tutte le parti elettroniche.

Preferiresti utilizzare la plastica riciclata al posto del legno?

Le casse di risparmio dell’Assia hanno deciso di non utilizzare queste carte di legno perché sono usa e getta. Poiché è difficile separare gli elementi in legno da quelli in metallo, il tutto alla fine non è del tutto sostenibile, afferma Matthias Haupt, portavoce del gruppo finanziario dell’Assia-Turingia.

Invece, a partire dal prossimo anno, tutte le carte bancarie delle casse di risparmio saranno realizzate con plastica riciclata. I clienti sono invitati a non buttare via le vecchie carte bancarie, ma a restituirle alla propria cassa di risparmio. I componenti in esso contenuti, come il chip, possono quindi essere riciclati.

Deutsche Bank punta sulla plastica riciclata

Anche la Deutsche Bank, con sede a Francoforte, da quest’anno sta gradualmente spostando la produzione di carte e vuole utilizzare sempre più plastica riciclata. L’obiettivo a lungo termine è fornire a tutti i 19 milioni di clienti di Deutsche Bank, Postbank e Norisbank carte riciclate.

Dicono che questo migliora l’impronta ambientale del gruppo. Da questo mese sarà possibile consegnare le carte scadute presso le filiali Postbank e Deutsche Bank. Deutsche Bank cerca anche di creare un sistema circolare in cui gli elementi metallici non vadano persi.

Per l’esperto di sostenibilità di Castle Klein, è anche discutibile l’impatto che l’intera faccenda avrà. Allo stesso tempo, loda il fatto che ciò stimoli una discussione sociale: “Spero che i clienti della banca prendano coscienza di ciò che devono fare per trasmettere il mondo ai nostri figli in modo adatto ai loro nipoti. “

Maggiori informazioni

Termina ulteriori informazioni

Related articles

Adolescente (25) ucciso durante un rituale sciamanico in Italia – Gli investigatori rilasciano dettagli sulla causa della morte

tzil mondostava in piedi: 14 luglio 2024, 6:18Da: Robin DittrichPremeredivisoLa morte di un barista di 25 anni ha...

Il piano del semaforo non influisce solo sul tipo di motore del veicolo elettrico

Home pageun lavorostava in piedi: 14 luglio 2024, 4:52da: Patrick FreewahInsisteDivideIl governo federale non intende solo promuovere i...