Agosto 11, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Salvami: Michaela Shavrath ringrazia Jungle Camp

“Tienimi”
Michaela Shavrath ringrazia Jungle Camp

Sono passati 14 anni da quando Michaela Shavrath si è trasferita a RTL Jungle Camp. Non si rammarica ancora del suo coinvolgimento nel look, come rivela ora in un’intervista. D’altra parte, non le piace più che le venga chiesto della sua precedente carriera nel porno.

Erano l’attrice Julia Biedermann, il pop-cool Bata Ilek o l’ex calciatore Ek Emil: questi sono solo alcuni dei suoi compagni campeggiatori con cui Michaela Shavrath ha recitato nel film del 2008 “I’m a Star – Get Me Out of Here! ” Gareggia per la corona della giungla. Alla fine non ha occupato il trono, ma l’ha presa il cantante Ross Anthony. Ma almeno Shavrath ha raggiunto il secondo posto.

Nel 2008 mi sono trasferito al campo forestale.

(Foto: RTL)

Tuttavia, questo probabilmente non è il motivo principale per cui continua ad essere grata per la sua partecipazione allo spettacolo RTL, come dimostra ora un’intervista a “Süddeutsche Zeitung”. L’argomento principale di conversazione è il denaro. Pertanto, Shivrath ammette non solo di essere stato completamente distrutto pochi anni dopo l’inizio del millennio, ma anche: “La mia salvezza finanziaria è stata il campo nella giungla”.

Shavrath spiega: “Non sono in giro per trovare me stesso o per essere tutt’uno con la natura. Rido sempre a crepapelle quando lo sento. Se voglio campeggiare, vado in vacanza. Ma non con estranei, solo una persona con 28 macchine fotografiche.”

“assoluta sciocchezza”

“Ovviamente non le è ancora permesso di dire”, ha detto la 51enne, quanto fosse alta la tariffa in quel momento. “Ma ci è bastato per stare in piedi con le nostre gambe.”

6531248.jpg

Ha lasciato il suo passato pornografico alle spalle per molto tempo.

(Foto: picture-alliance/dpa/dpaweb)

Shavrath è meno felice quando il suo passato pornografico viene alla luce nell’intervista. “Sono stanca di domande in questa direzione. Ho risposto a tutte, non solo una volta”, spiega, aggiungendo: “È solo una sciocchezza essere ridotta a due anni della tua vita. Non lo permetterò più .”

L’ex infermiera pediatrica lavora nell’industria del thriller dal 1997. Tra il 1999 e il 2001 ha partecipato a una serie di film pornografici con lo pseudonimo di Gina Wild ed è diventata una delle attrici tedesche più famose del genere.

“Qualcuno lo chiamerebbe stupido”

Shavrath spiega che è “così orgogliosa” che le persone non pensino più al loro passato pornografico prima di tutto. “Ma è stata una strada lunga e difficile”, dice e afferma, “Non guadagno nulla dal mio passato, nemmeno un centesimo. Con la mia uscita, ho rinunciato a tutti i diritti”.

Shavrath dice che non se ne pentirà nemmeno lei, anche se nell’era di Internet può sicuramente ancora fare soldi con il suo vecchio porno. “Penso che sia ipocrita non voler avere più nulla a che fare con questo – e d’altra parte riempirti le tasche con esso. Alcuni potrebbero chiamarlo stupido, ma è quello che penso”.

Anche Shavrath non sembra fare necessariamente affidamento su questo reddito. Oggi guadagna i suoi soldi come moderatrice, artista e attrice di doppiaggio, tra gli altri, principalmente in teatro. Riguardo alla sua situazione finanziaria, spiega: “Nel frattempo, posso rifiutare lavori che non mi aiutano. Dieci anni fa sarebbe stato inimmaginabile. Avrei rinunciato a tutto per un lavoro, compresa la mia vita privata”. A proposito, dopo due matrimoni infruttuosi, è stata felicemente restituita dal 2013 al fotografo Carlos Antonio.

READ  Uschi Glas e Hansi Kraus: "C'era una birra sul set!" | intrattenimento