La stilista italiana Franca Fendi è morta giovedì sera a Roma all’età di 87 anni. È la terza di cinque sorelle Fendi. Dal dopoguerra, lei e le sue sorelle gestiscono la maison fondata dai genitori, Edoardo Fendi e Adele Casagrande.

Franca Fendi ha reso la casa di moda romana uno dei marchi italiani più prestigiosi al mondo, grazie all’eccezionale qualità e design dei suoi prodotti in pelle e pelliccia e alla lunga collaborazione con Karl Lagerfeld. Ha raccontato la sua vita nel libro autobiografico “Sei con me” edito nel 2018 dalla casa editrice milanese Rizzoli.

L’infanzia di Franca Fendi è stata segnata da una madre forte e determinata, che ha portato la maison Fendi ai vertici dell’haute couture, e da uno stretto rapporto con le sue quattro sorelle, che hanno condiviso la passione e il desiderio di rendere protagonista l’azienda di famiglia. Per creare un palcoscenico mondiale. Azienda di moda Fendi, fondata nel 1925, nasce a Roma come azienda produttrice di pellicce e pelletteria.

Dopo la seconda guerra mondiale, tutte le sorelle si unirono all’attività dei genitori. Nel 1964 assunsero insieme la direzione dell’azienda. Ognuno di loro era responsabile di un’area di business separata: Paola si occupava della collezione di pellicce, Anna di pelletteria e accessori, Alta si occupava delle vendite, Franca della pubblicità e delle relazioni con i clienti, Carla coordinava la gestione di Fendi. Le sorelle Fendi erano considerate pioniere della moda e dell’eleganza negli anni ’60. L’azienda crebbe rapidamente oltre i confini italiani. Dagli anni ’60, la casa di moda ha iniziato a collaborare con lo stilista tedesco Karl Lagerfeld.

READ  Se la Francia continua a vietare: il gas spagnolo potrebbe raggiungere la Germania attraverso l'Italia

All’inizio degli anni ’90 la casa di Fendi entra in crisi. La pelliccia non era più politicamente corretta e innumerevoli prodotti contraffatti costituivano un onere aggiuntivo per l’azienda. La crescente concorrenza nel mercato internazionale della moda ha spinto le sorelle Fendi a vendere una partecipazione del 51% nell’azienda di famiglia al conglomerato francese Luis Vuitton Moet Hennessy (LVMH) e Prada. LVMH ha acquistato la partecipazione di Prada in Fendi nel 2001. Con l’acquisizione di LVMH sono iniziati ingenti investimenti nell’azienda romana che ha ripreso a crescere a livello internazionale.

Da: papà