Agosto 17, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Miglioramento della produzione: azioni Tesla: perché la chiusura della nuova fabbrica tedesca di Tesla è una buona notizia | newsletter

Tesla ha incontrato venti trasversali da più direzioni
La chiusura programmata dello stabilimento di Grnheide migliora la produzione
La capacità è di aumentare gradualmente

Le cose non stanno andando bene per Tesla in questo momento: anche il più grande produttore di auto elettriche del mondo non può sfuggire a un problema della catena di approvvigionamento e un’interruzione della produzione legata alla Corona nello stabilimento di Shanghai ha causato un calo dei numeri di consegna e il carismatico capo dell’azienda Elon Musk È stato criticato per le controversie sulla sua prevista acquisizione di Twitter, il suo rifiuto di consentire ai suoi dipendenti di lavorare da casa e i tagli al lavoro. Inoltre, ci sono vari reclami da parte dei dipendenti per un ambiente di lavoro razzista che Tesla non regolamenta adeguatamente e per il mancato rispetto di quelli specificati periodo di preavviso In caso di licenziamento.

In combinazione con i timori di recessione e una tendenza al ribasso in corso nel mercato azionario, tutti questi punti si sono riflessi anche nella performance del titolo Tesla: dall’inizio dell’anno, la testimonianza del titolo ha perso oltre il 33% del valore.

Nuove cattive notizie dal Grnheide?

Ora presumibilmente una cattiva notizia arriva dalla nuova fabbrica di Grenade, nel Brandeburgo. Secondo quanto riportato dalla stampa, la produzione nel nuovo stabilimento dovrà essere sospesa. Citando un rapporto Teslamagh pubblicato a maggio, Bild ha riferito che l’impianto avrebbe dovuto essere “temporaneamente chiuso”.

Tuttavia, il fatto che lo stabilimento abbia dovuto chiudere di nuovo solo pochi mesi dopo l’apertura ufficiale ha ragioni normative e dovrebbe in definitiva essere vantaggioso per lo sviluppo del business del gruppo statunitense. Apparentemente, l’aumento della produzione nel nuovo stabilimento di produzione sta procedendo più lentamente del previsto, motivo per cui ora vogliono girare alcune viti per migliorare la produzione a Grnheide.

READ  Crollo del prezzo del petrolio: Wall Street inizia in modo turbolento

Secondo Teslamag, l’86 Model Y Performance sta attualmente uscendo dalla catena di montaggio ogni giorno, non abbastanza per soddisfare l’attuale forte domanda e i preordini che sono già stati confermati. Ciò è dovuto anche al fatto che il lavoro sulle singole stazioni di produzione è calcolato in 90 secondi, ma in realtà impiega il doppio del tempo, mentre la rivista continua. Per migliorare questo aspetto, la produzione nello stabilimento sarà sospesa per due settimane dall’11 luglio in modo da poter aumentare successivamente i numeri di produzione con un’importante trasformazione dell’impianto.

In un aggiornamento del rapporto, Teslamag ha affermato che durante questo periodo non sarebbe stato necessario personale, ma che dovrebbero tornare tutti al lavoro dopo due settimane. Inoltre, l’azienda intende aumentare il numero di dipendenti a Grnheide come previsto. Il tempo di ciclo nelle stazioni sarà dimezzato da 90 a 45 secondi, il che richiederà nuovo personale aggiuntivo.

Il fatto che Tesla voglia chiudere il suo stabilimento di Grnheide per due settimane non è una nuova cattiva notizia che si unisce all’elenco dei venti contrari di Tesla, ma piuttosto è dovuto a problemi con l’aumento della produzione automobilistica. Tesla ha anche segnalato problemi con l’aumento della produzione nelle sue fabbriche statunitensi a causa della forte domanda. Il CEO Elon Musk aveva già annunciato prima dell’apertura della fabbrica che lo stabilimento di Grnheide avrebbe raggiunto solo la capacità prevista di 500.000 Model Y all’anno nel tempo.

redazione finanzen.net

Altre notizie su Tesla

Fonti delle immagini: Nadezda Murmakova / Shutterstock.com, pio3 / Shutterstock.com