Dicembre 4, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Tranne uno: l’esperto finanziario prevede lo scoppio della bolla crittografica: le criptovalute in realtà hanno “un valore anche negativo” | newsletter

I timori di inflazione e recessione stanno pesando sul mercato delle criptovalute
L’esperto finanziario prevede che la bolla delle criptovalute scoppierà
Hasler: Le criptovalute non sono né un deposito di ricchezza né una valuta

Il mercato delle criptovalute è attualmente sotto pressione. Paure di inflazione E i timori di una recessione legati alla reazione decisa delle banche centrali – sotto forma di rialzi dei tassi di interesse – non solo pesano sui mercati azionari, ma hanno anche recentemente fatto crollare il prezzo di Bitcoin ed Ether & Co..

Pubblicità

Fai trading di Bitcoin e altre criptovalute con la leva (Long e Short)

Recentemente, Bitcoin e altre criptovalute sono state significativamente corrette. Fai trading di criptovalute come Bitcoin o Ethereum con leva presso il fornitore di CFD n. 1 in Germania e partecipa a rialzi e ribassi dei prezzi.

Plus500: Si prega di notare Suggerimenti5 per questo annuncio.

Tuttavia, l’esperto finanziario e analista Peter Thilo Hassler non vede scoppiare la presunta bolla delle criptovalute, almeno non ancora, perché l’incertezza degli investitori non è ancora abbastanza grande, ha rivelato in un’intervista a Business Insider. Tuttavia, a lungo termine, non vede futuro per le criptovalute e mostra che il loro valore è in realtà negativo.

Prima o poi la bolla scoppierà

Secondo Hessler, prima o poi è probabile che la bolla delle criptovalute scoppi, ma solo quando si instaura il panico. Ma questo accadrà sicuramente, perché secondo lui la criptovaluta dovrebbe essere creata come riserva di ricchezza o valuta, cosa che Hassler non dà per scontata. Il prezzo delle criptovalute è troppo volatile per una funzione di riserva di ricchezza, e Hasler ritiene che i prezzi potrebbero scendere di nuovo drammaticamente: “In futuro vedremo un calo più rapido dei prezzi e tra dieci anni nessuno parlerà più di criptovalute, ” dice l’esperto finanziario. “Proprio come oggi scuotiamo la testa quando leggiamo quanto veniva pagato per i bulbi di tulipano nel diciassettesimo secolo”.

READ  Come le banche cercano disperatamente di attirare i dipendenti fuori dalle loro scrivanie a casa

Le criptovalute non hanno valore, solo prezzo

Hasler inoltre non vede alcun valore nelle criptovalute: “A differenza di altri titoli, le criptovalute non generano alcun flusso di cassa. Non vedo nemmeno come potrebbero portare alcun vantaggio in futuro”, afferma l’analista. Paragona le criptovalute alle società che, a differenza delle valute digitali, generano flussi di cassa per i quali gli investitori sono disposti a pagare un determinato importo, che si riflette in un certo valore del titolo: man mano che l’azienda cresce, il suo valore aumenta e quindi il valore di la quota.

L’esperto finanziario sottolinea invece una certa somiglianza tra criptovalute e collezioni di francobolli, che non hanno altro valore se non il prezzo, che dipende dall’umore e da nuove, imprevedibili informazioni. E Hasler fa un ulteriore passo avanti per quanto riguarda le criptovalute: “Se guardi da vicino, troverai anche un valore negativo alimentato da un enorme consumo di energia”.

Le criptovalute non soddisfano gli standard valutari

L’esperto inoltre non crede che le criptovalute possano essere accettate come valute. Il loro comportamento anticiclico, che per un po’ ha dato loro la reputazione di rifugio sicuro durante le crisi, è cambiato, quindi le criptovalute ora sono per lo più allineate con altre classi di attività, anche se a volte molto più forti. Di conseguenza, mancano di un criterio di base per le valute: la funzione di immagazzinare valore. “Se le criptovalute si dividono in terzi in un anno, sarà chiaro che non si comportano come valute normali”, afferma Hassler. Inoltre, molti ostacoli tecnici renderebbero le criptovalute inadatte all’uso quotidiano.

READ  Aldi e Lidl: il prodotto supera il limite di prezzo storico

Eccezione: stablecoin

Tuttavia, Hasler esclude nella sua visione negativa delle criptovalute e questo si riferisce a stablecoin come Tether, il cui prezzo è legato a un valore di riserva stabile come il dollaro USA – queste hanno il diritto di esistere. “Possono aiutare, ad esempio, a elaborare i pagamenti dall’estero che vengono elaborati attraverso le banche più velocemente e a un costo inferiore”, afferma Hassler.

redazione finanzen.net

Fonti immagine: Lukasz Stefanski / Shutterstock.com, Photo Spirit / Shutterstock.com