Ottobre 2, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’Italia ha fatto scalpore contro la Serbia, testa di serie

Una voce ripetuta dalla folla nelle catacombe dell’arena Ostbahnhof. “Abbiamo scosso il mondo! – Abbiamo scosso il mondo!” Il Ct della nazionale italiana Gianmarco Bossecco non ha potuto fare a meno di usare le famose parole di Muhammad Ali nella sua euforia.

Ma almeno per quanto riguarda il mondo del basket, ha indubbiamente ragione. La sua squadra ha creato la sensazione più grande di questo campionato europeo e ha eliminato la testa di serie della Serbia negli ottavi di finale. Dopo un ottimo secondo tempo, l’Italia ha vinto 94:86 (20:28, 25:23, 21:17, 28:18) domenica sera. “Tutti ci hanno già dichiarato morti, ma questo è il carattere di questa squadra”, ha detto l’ex professionista dell’Alpha Simone Fontecchio. “Se giochi così, puoi affrontare chiunque”, ha detto.

Supportati dalla superstar dell’NBA Nikola Jokic e dal giocatore dell’anno dell’ultima EuroLeague Vasilije Micic, i serbi hanno superato il torneo con facilità finora e hanno vinto le cinque partite del girone con una media di 20 punti. A Svetislav Pesic la squadra ha anche un allenatore che ha già vinto due volte gli Europei, clamorosamente nel 1993 con la nazionale tedesca.

Inarrestabile Gianmarco Bosecco dopo la vittoria della sua squadra.
© REUTERS/Reuters/ALESSANDRO GAROFALO

Dopo una buona partenza italiana, a volte si è visto che la testa di serie in testa raggiungeva solitamente gli ottavi di finale. Jokic ha dominato la zona, sono arrivati ​​i tre e il capocannoniere italiano Fontecchio ha dovuto essere messo in panchina con due falli iniziali.

Nel secondo quarto i serbi erano già in vantaggio di 14 punti, ma l’Italia non si arrende e ci va vicino guidata da un forte Niccolò Melli.

La partita è finita sorprendentemente presto per il leggendario allenatore Svetislav Besic (a sinistra) e la superstar Nikola Jokic.
La partita è finita sorprendentemente presto per il leggendario allenatore Svetislav Besic (a sinistra) e la superstar Nikola Jokic.
© REUTERS/Reuters/ANNEGRET HILSE

Dopo l’intervallo, Pozzecco è stato squalificato per il suo secondo fallo tecnico e ancora una volta ha parlato con entusiasmo quando i suoi giocatori hanno lasciato l’interno. Ovviamente ha avuto effetto su Marco Spies, perché all’improvviso il minuscolo playmaker ha colpito tre dopo tre portando la sua squadra in testa. Gli spettatori si stropicciavano gli occhi increduli, gli italiani giocavano freneticamente ei serbi scioccati.

READ  Emergenza siccità in Italia: cosa devono sapere ora i vacanzieri

Anche Jogi non poteva fare molto, quindi l’Italia ha preso un vantaggio sorprendentemente sicuro col passare del tempo. Nelle catacombe, Bosseco è saltato tra le braccia della superstar greca Giannis Antetokounmpo, che si stava preparando per gli ottavi di finale, e i suoi giocatori hanno dovuto impedirgli di rientrare all’interno. “Lo conosciamo”, ha riso Mellie riguardo al suo allenatore. “La prossima volta dovremmo dargli prima la camomilla.”

L’Italia affronterà la Francia nei quarti di finale di mercoledì (17:15). Le restanti partite sono Slovenia e Polonia (mercoledì, 20:30), Finlandia vs Spagna (Martedì, 17:15) e Germania (martedì, 20:30) contro la vincitrice degli ottavi di finale tra Grecia e Repubblica Ceca.

Alla home page