Febbraio 4, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’Italia attacca la Bce: aumenta il premio per il rischio del mercato obbligazionario

L’Italia deve molto 150,2% In relazione alla produzione economica. In confronto: il rapporto debito/PIL della Germania è solo del 67,2%. Se hai molti debiti e desideri contrarre molti più nuovi debiti, hai bisogno di tassi di interesse bassi oltre all’accesso agli istituti di credito! Finora, il nuovo governo di destra guidato da Georgia Meloni si è trattenuto relativamente bene con la confusione verbale. Ma dopo ieri rialzo dei tassi E dallo 0,50% al 2,50% non frena più la BCE.

Proprio come settimane fa il mercato obbligazionario ha reagito in modo molto sensibile e chiaro alla pianificazione del debito in Gran Bretagna, i rapporti dell’Italia vengono seguiti con attenzione. Anche se il paese è saldamente ancorato all’Eurozona… il debito è troppo elevato e l’improbabile eventualità di un’inadempienza a breve termine è indicata dall’aumento dei rendimenti nel mercato obbligazionario. Guardi sempre direttamente il mercato Diffusione BTPBUND. Mostra quanto sono alti i rendimenti dei titoli di Stato italiani a 10 anni rispetto ai rendimenti dei titoli di Stato tedeschi. Perché la Germania “estrema” è considerata il punto di riferimento per la maggiore probabilità di rimborso obbligazionario in Europa, con rendimenti corrispondentemente bassi.

Aumenta il premio di rendimento per l’Italia – Il governo rimprovera la Bce

Maggiore è la probabilità di insolvenza, maggiore è il premio per il rischio che l’investitore vuole vedere sotto forma di rendimenti più elevati. Quel premio è saltato in Italia da ieri pomeriggio! Gli alti funzionari del governo italiano hanno infatti criticato l’aumento dei tassi di interesse di ieri da parte della Banca centrale europea. Secondo Bloomberg, stanno aumentando le tensioni tra il governo di Georgia Meloni ei funzionari valutari di Francoforte. Il vicepresidente del Consiglio e ministro dei Trasporti Matteo Salvini ha dichiarato che la decisione della Bce “ha bruciato miliardi di risparmi in Italia e in tutta Europa”. È “preoccupazione e preoccupazione”. FMW: Beh, in realtà, i tassi di interesse elevati fanno bene al risparmio!

READ  Colonia Dignitad - L'Italia libera esponente di spicco della politica

Continua Bloomberg: il ministro della Difesa Guido Croceto, come la Meloni, esponente del partito di destra Fratelli d’Italia, ha twittato ieri che l’inasprimento della BCE e la cattiva presa di posizione della presidente Christine Lagarde alla conferenza stampa della banca centrale sono stati un “regalo” non voluto per l’Italia .

Una pausa in Italia e Germania

Giovedì, dopo la decisione della BCE, lo spread di rendimento dei titoli italiani a dieci anni rispetto ai bund tedeschi si è ampliato di 13 punti base, superando i 200 punti base. Oggi, l’indicatore di rischio più seguito ha raggiunto i 215 punti base.

Quando Giorgia Meloni è succeduta all’ex presidente della BCE Mario Draghi come primo ministro, ha annunciato che avrebbe continuato le sue riforme e le restrizioni di bilancio. Il primo bilancio del suo governo, che deve ancora essere approvato dal parlamento, rappresenta un’ulteriore riduzione dell’ingente debito pubblico del paese ed è sostanzialmente in linea con le raccomandazioni dell’UE.

Banca d’Italia e MES

Tuttavia, Meloni, i suoi amici di partito e partner di coalizione sono sempre più critici nei confronti della BCE e della Banca centrale italiana. Nel suo primo discorso parlamentare in carica, Meloni ha affermato che le mosse sui tassi della BCE sono “sconsiderate” e danneggerebbero paesi come l’Italia. Il segretario di Stato Giovanbattista Fazzolari, che fa parte del partito Fratelli di Meloni, l’ha adottata di recente quando ha criticato i piani del governo per ridurre gli incentivi ai pagamenti con le carte della Banca d’Italia. La banca centrale si preoccupa solo degli interessi delle banche che ne possiedono una parte, ha detto Fazzolari.

Un altro pomo della discordia è la riforma relativamente minore del fondo di salvataggio dell’UE, il meccanismo europeo di stabilità. In Italia, il MES è stato tradizionalmente una questione altamente politica, motivo per cui governo dopo governo ha ritardato la ratifica. Christine Lagarde ha detto ieri nella sua conferenza stampa che l’Italia era un “antagonismo” per essere l’unico paese contrario alle riforme. Ciò ha spinto il ministro delle Finanze Giancarlo Giorgetti a rispettare la posizione del Parlamento. I deputati hanno recentemente votato a favore di una risoluzione che esorta il governo a non approvare alcuna modifica al MES.

READ  Spagna, Italia e Francia sono in cima alla lista

FMW/Bloomberg

Per leggere e scrivere commenti, clicca qui