Febbraio 4, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Completa eliminazione del battaglione russo d’élite in Ucraina

“totalmente sfocato”
L’eliminazione della brigata d’élite russa in Ucraina

All’inizio della guerra, la 200a brigata di fucilieri del Cremlino conquistò la città ucraina di Kharkiv. Ma il tentativo fallì. Dopo circa sette mesi e mezzo, dell’associazione non era rimasto nulla.

La 200a brigata indipendente di fucilieri era una delle unità più esperte ed equipaggiate dell’esercito russo. Di stanza nella regione di Murmansk, sorvegliavano l’arsenale nucleare russo al confine con la Finlandia. Tuttavia, dopo che la brigata è stata trasferita in Ucraina, si dice che la brigata abbia subito pesanti perdite, secondo un rapporto di “Washington PostEra praticamente “estinto” e il giornale fa affidamento nelle sue ricerche, tra l’altro, su documenti interni russi, interviste con membri della brigata e rapporti sulle forze ucraine che hanno affrontato l’Unione.

Di conseguenza, all’inizio dell’invasione russa, il 200 ° secolo tentò invano di catturare la città di Kharkiv. Ma già il primo giorno di guerra, unità della brigata caddero in agguati ucraini. Decine di soldati sono stati uccisi e feriti e le attrezzature, inclusi carri armati e piattaforme mobili per missili Grad, sono state distrutte. La brigata era già stata rimandata in Russia a maggio per riorganizzarsi. Secondo documenti interni, alla fine di maggio erano rimasti meno di 900 soldati in due gruppi di battaglioni tattici. Secondo gli esperti occidentali, la Società entrò in guerra con 1.400 uomini.

“L’unità è a brandelli”

Durante l’estate, la brigata è stata rinforzata con un “battaglione misto di volontari” di Murmansk. Tra i nuovi arrivati ​​c’erano marinai e logisti con poca o nessuna esperienza di combattimento terrestre. Il Washington Post scrive che soldati esperti e ufficiali professionisti che andarono in battaglia nei moderni carri armati T-80 all’inizio della guerra lasciarono il posto a un’unità di combattenti ben addestrati costretti a prestare servizio con attrezzature inferiori o obsolete. .

“L’unità è a brandelli”, ha detto al giornale un soldato della brigata. A lui e ad altre nuove reclute furono inizialmente mostrati “elmi dipinti del 1941 e giubbotti antiproiettile senza targhe”. “Non ci addestrano nemmeno. Ti dicono solo: ‘Sei un pistolero ora. Ecco una mitragliatrice.'”

Dopo il ritorno in Ucraina, la 200a brigata di fucilieri è stata sorpresa dal contrattacco ucraino nella regione di Kharkiv a settembre. Si dice che l’associazione abbia nuovamente subito pesanti perdite, soprattutto nelle battaglie per la città di Kupzhansk. In ottobre, i resti dell’associazione si sono poi trasferiti in posizioni nella regione di Luhansk.

“Non rimane nulla di questa brigata.”

Dopo il ritiro dalla regione di Kharkiv, rimangono solo frammenti di un battaglione, costituito da un miscuglio di soldati che non hanno alcuna somiglianza con gli uomini esperti che sono partiti per l’Ucraina sette mesi fa, ha detto al Washington Post il presentatore ucraino Pavlo Fedosenko. “Non è rimasto nulla di questa brigata”, ha aggiunto. “È stato completamente spazzato via”.

I funzionari della sicurezza occidentale condividono questa valutazione. Un alto funzionario dell’intelligence europea ha dichiarato al giornale che, a causa della caduta di così tanti soldati professionisti e alti ufficiali, ci vorranno anni per ricostruire il sindacato.

Secondo il Washington Post, le perdite esatte per la 200a brigata sono difficili da determinare perché l’associazione non pubblica alcun dato. Tuttavia, ci sono indicazioni di quanto gravemente sia stata distrutta la brigata. Alla fine di agosto, le autorità regionali di Murmansk hanno approvato una legge che fornisce pasti gratuiti agli scolari i cui genitori sono stati uccisi o feriti in Ucraina. Secondo le autorità, c’erano 1.274 bambini che avevano diritto ai pasti gratuiti.

READ  L'ultimo re di Grecia: i reali europei si chiamavano Costantino II