Dicembre 3, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Lievi guadagni all’inizio: DAX mantiene il livello


Rapporto di mercato

Stato: 23/03/2022 09:47

A quota 14.500, l’indice leader tedesco ha avuto un buon inizio di giornata di negoziazione. Tailwind proviene da Wall Street, ma anche dai forti mercati asiatici.

Con un leggero aumento, DAX ha difeso il livello di prezzo raggiunto ieri all’inizio del trading di XETRA. Buone specifiche dell’aiuto esterno. Ma gli investitori sono ancora affascinati dalla situazione in Ucraina.

Gli investitori ascoltano la notizia dello scontro Orcken

Nonostante il perdurare della situazione critica nel conflitto in Ucraina, gli investitori stanno tornando a essere più fiduciosi. “I semafori della borsa sono tornati di nuovo in verde e l’assenza di nuove notizie negative è una buona notizia per le borse in questo momento”, afferma il portfolio manager Thomas Altmann di QC Partners.

Il sentiment degli investitori è migliorato e la propensione al rischio è nuovamente aumentata. E secondo Altman, anche le preoccupazioni per ulteriori perdite di prezzo nel mercato obbligazionario possono contribuire a questo. Ieri sono emersi segnali di riavvicinamento nelle trattative tra le parti in conflitto.

Cambi con profitti chiari

L’indice Dow Jones dei valori benchmark ieri ha chiuso in rialzo dello 0,7 per cento a 34.807 punti. Il Nasdaq, ad alto contenuto tecnologico, è avanzato di circa il 2% a 14.108 punti. L’ampio indice S&P 500 è salito dell’1,1% a 4.511 punti. Lunedì, il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha sorpreso gli investitori dicendo che non escluderebbe un aumento dei tassi di interesse di mezzo punto percentuale nei prossimi mesi.

In Asia, alcuni indicatori sono saliti al livello più alto in tre settimane al mattino. A Tokyo, i prezzi sono aumentati dopo il lunedì festivo. Il principale benchmark giapponese Nikkei è salito del 3% a 28.040 punti. Gli analisti di mercato della Deutsche Bank hanno indicato un indebolimento dello yen rispetto al dollaro, che ha avuto un effetto positivo.

READ  Mercati azionari USA chiudono leggermente in territorio positivo - DAX finalmente più forte - Facebook genera più profitti - K+S alza le aspettative - KION si vede sulla buona strada con obiettivi annuali - Economia, Infineon al centro | newsletter

Un dollaro forte continua a danneggiare l’euro

L’euro continua a lottare contro il dollaro a causa della possibilità di rialzi più rapidi dei tassi negli Stati Uniti. Al mattino, la valuta comune europea era appena sopra $ 1,10.

Il leggero sollievo viene dai prezzi del petrolio. Il prezzo di un barile di Brent North Sea è sceso a 113 dollari al barile, mentre il prezzo di un barile di greggio US West Texas Intermediate è di 110 dollari. Il prezzo di un’oncia d’oro rimane invariato a 1920 dollari.

L’inflazione nel Regno Unito continua a salire

L’inflazione in molti paesi europei continua a crescere. I prezzi al consumo in Gran Bretagna sono aumentati del 6,2% a febbraio rispetto allo stesso mese dell’anno scorso, secondo l’ufficio statistico dell’ONS. Questo è il tasso più alto dall’inizio delle registrazioni nel 1997. Sulla base di un modello di calcolo storico, l’Office for National Statistics ha raggiunto il tasso più alto dal 1992. Gli esperti hanno calcolato una media del sei per cento. Secondo l’Office for National Statistics, la pressione al rialzo sui prezzi è stata ampia e proveniva principalmente dai servizi relativi alle abitazioni, all’elettricità, al gas e ai carburanti, nonché dal settore dei trasporti.

Camion Daimler in cima al DAX

Nel DAX, le azioni dei nuovi entranti nell’indice Daimler Truck, FMC e Sartorius hanno registrato i premi più chiari nelle contrattazioni mattutine. Le carte dei fornitori di energia RWE ed E.ON sono meno richieste e ci sono anche lievi sconti per Zalando.

Lavoro a tempo ridotto in Mercedes-Benz

La carenza di ricambi per auto a causa della guerra in Ucraina ha rallentato la produzione del gruppo DAX Mercedes-Benz. In serata, la società ha comunicato che era stata presentata una domanda di lavoro part-time presso lo stabilimento di Sindelfingen. Il piano di trasformazione doveva essere modificato. Pertanto, la riduzione del fabbisogno di lavoratori può essere regolata, in parte, utilizzando strumenti del tempo di lavoro. Non è chiaro se verranno annullati interi turni e quanti dipendenti verranno temporaneamente sospesi.

READ  Grande balzo dei tassi di interesse fuori dal tavolo: Wall Street festeggia un improvviso rialzo

Deutsche Euroshop nell’area del profitto

L’investitore immobiliare di Amburgo, specializzato in centri commerciali, ha generato vendite e utili operativi inferiori nell’ultimo esercizio rispetto all’anno precedente. Con un calo delle vendite del 5,5% a 211,8 milioni di euro, l’utile prima di interessi e tasse è sceso del 5,4% a 152,5 milioni di euro. Soprattutto, grazie a perdite di valutazione significativamente inferiori, il risultato finale è stato un utile netto dell’esercizio di 59,9 milioni di euro, dopo una perdita combinata di 251,7 milioni di euro dell’anno precedente. “Il consiglio di amministrazione mira a tornare a una politica dei dividendi sostenibile”, ha affermato la società.

Norma prevede una crescita inferiore

E il fornitore di automobili è riuscito l’anno scorso ad aumentare i suoi ricavi del 14,7% a 1,09 miliardi di euro, rispetto al 2020, che è stato gravemente colpito da Corona. Norma prevede di pagare un dividendo di 75 centesimi per azione per il 2021, con un aumento di cinque centesimi rispetto all’anno precedente. Per l’anno fiscale in corso, il gruppo mira ad aumentare le vendite nella fascia percentuale medio-alta a una cifra. Tuttavia, la previsione è subordinata alla condizione che non vi siano effetti negativi significativi dalla pandemia di Corona, dalla guerra in Ucraina o dalle sanzioni. Norma afferma di aver interrotto tutte le consegne in Russia.

Auto1 con più vendite e più perdite

Il rivenditore di auto usate online Auto1 è cresciuto in modo esponenziale nell’ultimo anno. Le vendite del nuovo arrivato in borsa sono aumentate del 69 per cento a 4,8 miliardi di euro. L’utile lordo è aumentato del 51 per cento a 431 milioni di euro. Tuttavia, la perdita operativa rettificata (Ebitda) è aumentata a 107,1 milioni di euro da 15,2 milioni di euro nel 2020 a causa dell’esorbitante ciclo di investimenti, incluso un aumento dell’1% nelle officine. Per l’anno in corso, Auto1 è notevolmente più prudente, anche a causa degli effetti della guerra in Ucraina sul clima dei consumatori nell’Europa orientale. Le vendite dovrebbero aumentare tra 5,7 e 6,8 miliardi di euro nel 2022.

READ  Globus ha segnato in "Hall of Shame": così reagisce la catena di supermercati

Indus ha delle riserve sulle aspettative

A causa dell’imprevedibilità della guerra in Ucraina, il CEO Johannes Schmidt fa previsioni per la società di investimento con riserve. “Gli effetti economici non sono previsti fino ad oggi”, ha detto. Pertanto, i possibili effetti negativi non vengono presi in considerazione. Schmidt mira a raggiungere un fatturato compreso tra 1,8 e 1,95 (anno precedente: 1,74) miliardi di euro nel 2022 e un risultato operativo (EBIT) compreso tra 115 e 130 (anno precedente: 115,4) milioni. Gli azionisti condivideranno la crescita dello scorso anno con il dividendo che salirà a 1,05 euro per azione.

Total non compra più petrolio russo

Il colosso energetico francese Total prevede di smettere di acquistare petrolio russo entro la fine dell’anno. E il gruppo ha annunciato ieri che non dovrebbe concludere nuovi contratti o prorogare quelli esistenti. Total aveva precedentemente annunciato che non avrebbe acquistato petrolio russo sul mercato spot, cioè a breve termine. Anche la raffineria di Leona, in Sassonia-Anhalt, sarà interessata dal trasferimento. Total ha detto che sarebbe stata creata un’alternativa per questo scopo.